Lo sterno
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Lo sterno

Autore:
Ultimo aggiornamento:







Lo sterno

Lo sterno è un osso piatto situato nella regione centrale e mediana del torace. Esso è costituito da tre segmenti ossei sovrapposti. Dall'alto verso il basso troviamo il manubrio, il corpo e il processo xifoideo. Le tre parti sono saldate tra di loro per interposizione di cartilagine e da strati ossei. Il manubrio, situato nella parte superiore dello sterno, presenta nel suo margine superiore un'incisione, detta incisura giugulare. Ai lati di questa presenta le faccette articolari per la clavicola e per la prima cartilagine costale. Il manubrio si articola con il corpo dello sterno formando un angolo sporgente in avanti, detto angolo del Louis (o sternale). Il corpo, subito al di sotto, presenta ai lati le superfici articolari per le cartilagini costali dalla III alla VII. Il processo xifoideo, infine, posto nel margine più basso dello sterno, è appuntato, può essere di forma cartilaginea o si può presentare bifido.

Le coste

Le coste sono le ossa piatte che costituiscono la gabbia toracica. Esse sono 12 paia, e si articolano posteriormente con le vertebre toraciche e anteriormente con lo sterno. Fanno eccezione le ultime due paia di coste che sono definite fluttuanti in quanto si articolano solo con le ultime due vertebre toraciche senza raggiungere lo sterno anteriormente. La giunzione delle coste con lo sterno non avviene direttamente ma attraverso l'interposizione della cartilagine costale che continua la forma della costa. Le prime sette coste raggiungono lo sterno attraverso la propria cartilagine costale, e vengono dette per l'appunto coste vere mentre l'VIII la IX e la X si fondono con la cartilagine costale della VII costa per raggiungere lo sterno, e vengono dette coste spurie (o asternali).

La gabbia toracica

La gabbia toracica è costituita posteriormente dalle vertebre toraciche, in avanti dallo sterno e lateralmente dalle coste e dalle cartilagini costali. Essa presenta un'apertura superiore delimitata dalla I costa, dal manubrio dello sterno e dalla I vertebra toracica. L'apertura inferiore, invece, è costituita dalla VII vertebra toracica e dal processo xifoideo anteriormente. La gabbia toracica delimita e protegge gli organi interni costituiti dal cuore e dai polmoni, e presenta le inserzioni per la muscolatura intrinseca ed estrinseca ad essa. La muscolatura intrinseca è costituita dai muscoli che hanno origine e inserzione nella gabbia toracica stessa (muscoli intercostali, diaframma), mentre quella estrinseca è rappresentata dalla muscolatura che ha origine nella gabbia toracica e inserzione in altri distretti anatomici (sternocleidomastoideo, pettorale, retto dell'addome, obliqui ecc.). Attraverso l'azione della muscolatura, la gabbia toracica è capace di aumentare la sua cavità interna. Nel particolare essa è in grado di dilatarsi, aumentando il suo volume, nelle tre dimensioni dello spazio, larghezza, lunghezza e profondità. La superficie interna delle coste è a contatto con il tessuto polmonare, che ancorandosi a esse, viene trascinato qualora la gabbia toracica aumenta il proprio volume, aumentando in tal maniera la superficie di scambio gassoso. Riguardo la biomeccanica della gabbia toracica, discuteremo in modo dettagliato del capitolo dedicato alla rieducazione respiratoria.