Strutture anatomiche implicate nella biomeccanica respiratoria
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Strutture anatomiche implicate nella biomeccanica respiratoria

Autore:
Ultimo aggiornamento:







Strutture anatomiche implicate nella biomeccanica respiratoria

Descriveremo di seguito le diverse strutture che sono implicate nella dinamica respiratoria e che coinvolgono la dinamica posturale nella postura eretta.

La colonna vertebrale

La colonna vertebrale si compone delle singole vertebre unite insieme da legamenti e muscolatura; queste sono poste a formare delle curve sul piano sagittale, che ci permettono di poter scaricare il peso del nostro corpo sul bacino e sugli arti inferiori in modo dinamico.

Per espletare questo meccanismo essa si compone di 4 curve, partendo dall'alto:

  • Lordosi cervicale, curva a concavità posteriore composta dalle 7 vertebre cervicali;
  • Cifosi toracica, curva a convessità posteriore, composta dalle 12 vertebre toraciche;
  • Lordosi lombare, curva a concavità posteriore, composta dalle 5 vertebre lombari;
  • Cifosi sacro-coccigea, curva a convessità posteriore composta dall'osso sacro e dalle 4 o 5 piccole vertebre coccigee riunite

Queste quattro curve si comportano come una "fisarmonica": all'aumentare di una, tutte le altre si adattano in modo da compensare la scarica del peso.

Nel particolare, durante un atto inspiratorio, la curva cifotica toracica, si espande posteriormente in sinergia allo sterno che si sposta in avanti, per aumentare il volume della gabbia toracica. Questo meccanismo comporta, per compensare, a un aumento della curva cifotica sacro-coccigea e a una diminuzione delle curve lordotiche cervicali e lombari.

Nella fase espiratoria, avviene l'esatto contrario, la curva cifotica toracica si riduce, causando una riduzione anche della curva cifotica sacro-coccigea ed un aumento di quelle lordotiche cervicali e lombari.

Le curve cifotiche e lordotiche si comportano a specchio, ad un aumento delle prime comporta una diminuzione delle seconde per mantenere l'omeostasi della scarica del peso.

Il bacino

Il bacino è la struttura anatomica, che dal punto di vista biomeccanico, è deputata a raccogliere il peso del corpo, trasferirlo agli arti inferiori e scaricarlo sul terreno.

Anatomicamente è una struttura a forma di farfalla, formato da tre comparti uniti a formare un unico osso, l'ileo (superiormente), ischio (posteriormente) e pube (nella parte inferiore). Ha rapporti sia con l'addome attraverso la muscolatura addominale che con gli arti inferiori attraverso la muscolatura dei glutei, l'inserzione prossimale dei muscoli della coscia, e anche attraverso il muscolo ileo-psoas (vedi cap.3).

Il bacino può biomeccanicamente raccogliere il peso e scaricarlo verso il basso attraverso la sua possibilità di basculamento antero-posteriore e laterale.

Il movimento di basculamento antero-posteriore è di elevata importanza per quanto riguarda la meccanica respiratoria. Attraverso questa libertà di movimento egli può compensare le variazioni di curvatura della colonna vertebrale per mantenere la postura eretta e il baricentro entro il limite di stabilità.

Nel basculamento posteriore o retroversione il bacino ruota in avanti portando le creste iliache in basso e il pube in avanti, mentre nel basculamento anteriore o anteroversione, succede l'esatto contrario, le creste iliache s'innalzano e il pube si abbassa verso l'interno delle cosce.

All'aumentare della curva lombare anteriormente, il bacino bascula anteriormente per compensare lo spostamento di peso, mentre al diminuire della stessa esso bascula indietro.

Tutto questo è possibile attraverso l'azione dei muscoli intrinseci ed estrinseci al bacino, in particolare:

Basculamento posteriore (retroversione):

Muscoli flessori del busto:

  • Retto dell'addome
  • Obliquo esterno
  • Obliquo interno

Estensori delle cosce:

  • Grande gluteo
  • Bicipite femorale nel capo lungo
  • Semitendinoso
  • Semimembranoso
  • Grande adduttore
  • Piriforme

Basculamento anteriore (anteroversione):

Muscoli estensori del busto:

  • Sacrospinale
  • Quadrato dei lombi
  • Spinali, Interspinali
  • Multifidi
  • Intertrasversari
  • Gran dorsale
  • Dentato posteriore inferiore

Flessori delle cosce:

  • Psoas iliaco
  • Retto anteriore del Quadricipite femorale
  • Sartorio
  • Tensore della fascia lata
  • Pettineo
  • Lungo adduttore
  • Breve adduttore
  • Gracile