Il ruolo del calcio nell'insorgenza del ginocchio varo
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Il ruolo del calcio nell'insorgenza del ginocchio varo

Le implicazioni del gioco del calcio, e della specializzazione precoce dell'atleta, nella comparsa del ginocchio varo. Le strategie preventive.

Cerca tra i nostri articoli

Introduzione: l'incidenza del gioco del calcio nel ginocchio varo

L'intento principale del presente studio è cercare di verificare se la pratica continua del gioco del calcio e l'eccessiva preparazione fisica a cui talvolta sono sottoposti i giovani calciatori durante l'infanzia e l'adolescenza, può favorire l'insorgenza e lo sviluppo di ginocchio varo , un paramorfismo muscolo-scheletrico. Nella prima parte, dopo aver illustrato la differenz

Il paramorfismo

I paramorfismi sono dei difetti che alterano l'armonico sviluppo dell'organismo e non interessano solo l'apparato muscolo-scheletrico. Durante l'accrescimento corporeo, dalla nascita alla maturità, lo scheletro e tutti gli apparati del nostro organismo si modificano sia come forma che come struttura, oltre che come dimensioni. Durante questo periodo si possono verificare irrego

Deformità della colonna vertebrale

L'inizio della storia delle deformità della colonna vertebrale coincide in parte con quella della nascita della medicina; gia nel 400 a.C. Ippocrate (460 – 377 a.C.) descrive nel "corpus Hippocraticum" la Scienza medica della scuola di Cos e di Cnide. Nella sua opera, l'insieme delle deformazioni vertebrali veniva raggruppato sotto il nome di "Spina Luxata". Oltre allo studio, al

Eziopatogenesi del paramorfismo

Dal punto di vista motorio, ogni essere vivente deve essere in grado di adattarsi all'ambiente in cui si trova per sopravvivere e svolgere la propria attività statica e dinamica. Tale adattamento richiede la possibilità di cogliere ciò che succede nell'ambiente stesso e conseguentemente, di assumere le posizioni più consone alla situazione e alle propri

Patologia o vizio posturale?

I paramorfismi sono caratteristici dell'età scolare , del periodo della piccola pubertà e della crisi puberale vera e propria. È logicamente in questo periodo, in cui le resistenze organiche vengono grandemente diminuite dallo stato critico di quella che è stata definita la più grave crisi organica di tutta la vita dell'uomo, che trovano il terreno più propizio per instaura

Dati epidemiologici in Italia sui paramorfismi

Il problema dell'induzione di paramorfismi prima e dimorfismi poi della colonna vertebrale nell'età evolutiva, legati al sovraccarico per il trasporto di testi scolastici, è stato oggetto di attenta osservazione solo nell'ultimo decennio, da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, dell'Università e della ricerca che ha richiesto il parere del Consiglio Superi

Dati epidemiologici all’estero sui paramorfismi

In Inghilterra nel 1991 un campione di circa 1000 individui rappresentativo della popolazione scolastica compresa tra i 12 e i 16 anni dell'intera nazione, fu invitato a partecipare ad uno studio della durata di 3 anni, nel quale erano previsti 3 tempi di raccolta delle informazioni: all'inizio dello studio, dopo il primo anno e dopo il terzo. Le informazioni vennero raccol

Stile di vita e paramorfismi

L'organismo umano è una macchina costruita per il movimento: basti pensare all'attività natatoria del feto nel liquido amniotico o alla continua ricerca di movimento nel bambino. In prossimità dei 4-5 anni iniziano le prime difficoltà per il bambino imposte dall'esiguo spazio dedicato all'educazione motoria nella scuola (proprio nella fase più importante per l'apprendimento degli

Classificazione dei paramorfismi

Per paramorfismo intendiamo un difetto del portamento che, senza alcuna modificazione ossea, altera l'armonico sviluppo dell'organismo. È un difetto lieve che, se prevenuto sapientemente, non comporta alcun problema (1) . Il paramorfismo che si mette in evidenza nel corso dell'età evolutiva non è però soltanto quello relativo ai difetti di portamento o agli atteggiamenti

Bibliografia - 1

Bibliografia Berardo S., Bargelli E., Marini C., Miglioramento della forza e del trofismo muscolare in età giovanile, Marchesi Editore, Roma, 2000 Gori G., L'atleta e la nazione. Saggi di storia dello sport , Panozzo Editori, Roma, 1999 Lapierre A., La rééducation phisique, vol. I, II, III, Editeurs Bailliére et fils, Paris, 1964 Pivetta S., La ginnastica correttiva nel t

Il sistema tonico posturale

Il Sistema Tonico-Posturale è considerato un sistema cibernetico composto da un computer centrale ( SNC ), che elabora le informazioni che arrivano ad esso attraverso i recettori e che controlla l'equilibrio e la postura. Il Sistema Tonico-Posturale ha il compito fondamentale di coordinare i muscoli posturali. Per compiere questo delicatissimo compito ha b

Gli organi del Sistema Tonico-Posturale

Esistono diversi recettori posturali primari con funzione estero e propriocettiva, i quali sono in grado di informare il Sistema Nervoso Centrale del loro stato e indurre una risposta posturale specifica per quel determinato momento, modificando lo stato delle catene cinematiche muscolari e di conseguenza gli equilibri osteo-articolari. Gli esterocettori Il compito degli esteroce

Gli organi del Sistema Tonico-Posturale - seconda parte

Nell'attività motoria e sportiva si tende generalmente a dare scarsa importanza al piede considerato, spesso e semplicisticamente, come qualcosa che serve per muoversi sul terreno. Esso rappresenta invece una delle cause più frequentemente all'origine di quadri patologici su base posturale (1) . Raramente si pensa, infatti, che questo "organo" è chiamato a sopportare notevoli so

Gli organi del Sistema Tonico-Posturale - terza parte

Il piede non sempre si comporta in maniera ideale poiché la sua funzionalità può essere inficiata da anomalie strutturali (come il piattismo , il cavismo , ecc.) o da patologie intercorrenti. Tali quadri determinano o favoriscono una instabilità dell'appoggio che, a sua volta, può rappresentare causa o concausa di eventi patologici riguardanti il piede stesso o strutture diverse

Gli endocettori del Sistema Tonico-Posturale

Gli endocettori sono recettori interni all'organismo, raccolgono stimoli endogeni e informano il S.T.P. di quello che succede all'interno dell'individuo. Permettono al sistema di riconoscere in permanenza la posizione e lo stato di ogni osso, muscolo, legamento, od organo in rapporto con l'equilibrio. Si dividono in due grandi categorie: recettori propriocettivi e recettori

Gli endocettori del Sistema Tonico-Posturale - seconda parte

L'apparato stomatognatico è un complesso anatomo-funzionale costituito da organi e tessuti i quali svolgono funzioni digestive (salivazione, deglutizione, masticazione), respiratorie e di relazione (fonazione, mimica). L'apparato stomatognatico è importante soprattutto per la postura . Infatti la postura stomatognatica può condizionare, oltre a malfunzioni a livello orale, que

Le sindromi algico-posturali

A seconda dei recettori posturali in disfunzione possiamo classificare la patologia algico-posturale in: › Semplice , avviene quando troviamo in disfunzione un solo recettore posturale primario, come per esempio l'appoggio podalico, che induce un determinato schema adattativo (Fig. 1) › Complessa , avviene quando troviamo in disfunzione più recettori primari p

Bibliografia - seconda parte

Bibliografia Bricot B. , La réprogrammation globale, Sauramps Medical Ed., Montpellier, 1996 Caradonna A. , Argomenti di Posturologia, GSC Ed., Roma, 1998 Ceccaldi M. , Apport de podometrie électronique dans l'étude du facteur podale dans les troubles du tonus de posture, Ed. Folia, Marseille, 1988 Fusco M. , Atlas of Plantar Posturology, Editore Scuderi, Roma, 2000 Gagey P.

I paramorfismi del ginocchio

Il ginocchio è l'articolazione intermedia dell'arto inferiore. È principalmente un'articolazione ad un solo grado di libertà , la flesso-estensione, che gli permette di avvicinare o allontanare più o meno l'estremità dell'arto dalla sua radice, o di regolare la distanza del corpo dal suolo (1) . Meccanicamente l'articolazione del ginocchio è sorprenden

Ginocchio varo nei calciatori?

È ciò che è stato fatto dagli autori di uno studio (1) che ho preso in considerazione per poter sviluppare la mia ipotesi di ricerca. In esso è stato valutato l'allineamento del ginocchio nei calciatori al fine di accertare possibili differenze tra questi e un campione di popolazione normale non praticante il gioco del calcio. Occorre aggiungere che se il ginocchio varo s

Risultati dello studio sul ginocchio varo nei calciatori

L'angolo tibio-femorale subisce delle variazioni fisiologiche durante il corso degli anni. L' angolo tibio-femorale (TF) è l'angolo formato dall'intersecarsi dell'asse tibio-femorale con quello meccanico dell'arto inferiore, rappresentato da una linea che collega verticalmente i centri di pressione della testa femorale, della base tibiale e del centro del piede. I neonati e i latt

Carico esterno sul ginocchio durante il gioco del calcio

Nel calcio praticato sia a livello giovanile che in quello professionistico i gesti atletici più frequenti consistono nel correre, camminare, saltare, passare il pallone, eseguire dribbling, intervenire in tackle e calciare il pallone (1) . Per comprendere la connessione tra ginocchio varo e gioco del calcio mi sembra opportuno conoscere il carico esterno, cioè la quantità di lavo

Eziologia del ginocchio varo

Alcuni autori ritengono che l'eziologia del ginocchio varo sia multifattoriale , con l'intervento di fattori biologici e meccanici che contribuiscono a una condizione di sovraccarico biomeccanico dell'epifisi prossimale della tibia in sede mediale (1) . La prova del ruolo principale svolto dal sovraccarico biomeccanico nello sviluppo di ginocchio varo è stata fornita in maniera e

Prevenzione e complicanze legate al ginocchio varo

Le implicazioni cliniche derivanti dal presente studio, in cui si prospetta un'associazione tra la pratica del calcio e lo sviluppo di ginocchio varo, sono importanti. Nella deformità in varo, l'articolazione del ginocchio si trova lateralmente all'asse meccanico dell'arto inferiore, rappresentato da una linea che collega verticalmente i centri di pressione della testa femorale, de

Bibliografia - terza parte

Bibliografia AA.VV. , Anatomia Umana , Edi Ermes, Milano, 2001 Giuliano S. , I paramorfismi dell'arto inferiore, Signorelli Editore, Milano, 1980 Kapandji I.A. , Fisiologia articolare- vol. 2, Maloine Ed., Paris, 1996 Pirola V. , Cinesiologia , Edi Ermes, Milano, 2002 Articoli giornalistici Arazi M., Ogun T., Memik R. , Norma

Giocare a calcio può essere causa di ginocchio varo?

L'obiettivo della presente ricerca è di valutare l'incidenza del ginocchio varo in un gruppo di giovani calciatori e verificare se alcune caratteristiche fondamentali delle sedute di allenamento, quali l'uso dei sovraccarichi o il rapporto tra numero di giorni di allenamento e durata di ogni singola seduta, possano incrementare l'insorgenza o lo sviluppo di paramorfismi a carico de

Giocare a calcio può essere causa di ginocchio varo? - seconda parte

Per la suddetta ricerca è stata utilizzata l' osservazione sistematica , scelta che mi è sembrata essere la più opportuna considerando che lo scopo è quello di valutare l'incidenza del varismo delle ginocchia in un gruppo di giovani calciatori di età diverse. Dopo aver contattato alcuni dirigenti delle Società calcistiche del campione e dopo aver avuto l'autorizzazione a procedere,

Questionario somministrato

QUESTIONARIO: versione 1, per bambini del gruppo 1 Anno di nascita: in media nel 1994 (1) Società sportiva: Polisportiva Zollino (2) 1. Quanti anni avevi quando hai iniziato a giocare a calcio in una squadra? in media 7 (3) 2. Quante volte alla settimana ti alleni? 3 (4) 3. Quanto dura l'allenamento? 90 minuti (5)

Questionario somministrato - seconda parte

QUESTIONARIO: versione 2 Anno di nascita: in media tra il 1982 e il 1983(1) Società sportiva: Pol. Zollino, U.S. Soleto, U.S. Lecce (2) 1. Quanti anni avevi quando hai iniziato a giocare a calcio in una squadra? in media a 7 anni (3) 2. Quante volte alla settimana ti alleni? in media 4 o 5 volte (4) 3. Quanto dura l'allenamento? 120 minuti (5)

Analisi dei risultati

Nell'analisi dei risultati della presente ricerca ho prima di tutto considerato i dati medi per ogni variabile e per quelle più importanti ho anche effettuato confronti tra le risposte dei diversi gruppi. La scelta di considerare i gruppi 2, 3 e 4 come un unico blocco risiede nel fatto che, a differenza del gruppo 1 composto da soli bambini, questi gruppi hanno tutti utilizzato s

Analisi dei risultati - seconda parte

Partendo da un dato di fatto, cioè l'incidenza di varismo delle ginocchia, ho cercato di capire le cause che lo hanno provocato e se sia possibile stabilire relazioni tra le variabili analizzate. Nella ricerca ho quindi analizzato il rapporto tra età in cui i vari soggetti hanno cominciato a giocare a calcio e gli anni effettivi di "esperienza". Dai dati è emerso che il 2,5% dei

Analisi dei risultati - terza parte

Considerando inoltre la relazione esistente tra incidenza di ginocchio varo, quantità di allenamento effettuato e uso di sovraccarichi, dai dati emersi dalla ricerca si evince che i soggetti appartenenti al gruppo 3, ossia i ragazzi dell'U.S. Lecce, sopportano un carico di allenamento molto più alto (720 minuti), con un uso quasi quotidiano di sovraccarichi (tra i 50 e i 70 kg) e

Analisi dei risultati - quarta parte

Di questo 76,25% dei soggetti che avvertono dolori alle ginocchia ho cercato di individuare la localizzazione dello stesso, chiedendo ad ognuno di loro se il dolore che avvertivano era localizzato nella zona mediale, laterale o dietro al cavo popliteo. La scelta di queste tre opzioni è dovuta al fatto di capire se la presenza del dolore poteva dipendere dal varismo oppure era dov

Analisi dei risultati - quinta parte

Questi dati assumono un'importanza ancora maggiore se confrontati con i risultati della variabile 11, corrispondente alla domanda 9 del questionario, in cui si chiedeva se la presenza del dolore alle ginocchia potesse essere attribuita a degli infortuni o a degli interventi chirurgici subiti recentemente. In questo caso ben 48 calciatori su 61 (corrispondenti al 79%) avvertono dolo

Conclusioni sul ruolo del calcio nell’incidenza del ginocchio varo

L'elaborazione dei dati della mia ricerca conferma dunque l'ipotesi che una quantità elevata di stress e di sforzo fisico a carico di un'articolazione durante la crescita, conseguente alla pratica intensa di un'attività sportiva, nel caso specifico il calcio , può contribuire allo sviluppo di una deformità articolare, quale è appunto il varismo delle ginocchia . Non deve perciò

Considerazioni conclusive sul rapporto tra calcio e varismo del ginocchio

Milioni e milioni di bambini e adolescenti praticano il gioco del calcio a livello agonistico e nessuno di loro sa che questa loro passione può provocare alterazioni posturali scorrette, che a lungo andare possono diventare patologiche . Le metodiche di allenamento adottate, anche per i giovani calciatori, hanno determinato un incremento del numero di sedute di allenamento setti

Considerazioni conclusive sul rapporto tra calcio e varismo del ginocchio - seconda parte

Partendo proprio da tutti questi presupposti ho sviluppato la mia ricerca nel tentativo di capire se giocare a calcio può determinare l'insorgenza di ginocchio varo: ho quindi esaminato una serie di variabili che, a mio parere, sono importanti per comprendere meglio la condizione di varismo che caratterizza un'alta percentuale di giovani calciatori e per trovare una possibile soluz