Conclusioni sul ruolo del calcio nell’incidenza del ginocchio varo
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Conclusioni sul ruolo del calcio nell’incidenza del ginocchio varo

Conclusioni al termine della ricerca condotta sull'incidenza del gioco del calcio nell'insorgenza del ginocchio varo.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

L'elaborazione dei dati della mia ricerca conferma dunque l'ipotesi che una quantità elevata di stress e di sforzo fisico a carico di un'articolazione durante la crescita, conseguente alla pratica intensa di un'attività sportiva, nel caso specifico il calcio, può contribuire allo sviluppo di una deformità articolare, quale è appunto il varismo delle ginocchia.

Non deve perciò sorprendere l'osservazione di un maggior incremento dell'incidenza di questo paramorfismo nei gruppi di età compresi tra i 12 e i 18 anni, coinvolti nello scatto di crescita puberale prima e poi nella maturazione muscolo-scheletrica tipica dell'età adulta.
I dati inoltre confermano che è molto importante il rapporto tra età di inizio della pratica del calcio ed anni effettivi di gioco perché un'articolazione particolare quale è quella del ginocchio deve sopportare, a volte, carichi di lavoro eccessivi che possono essere fattori predisponenti all'insorgenza del varismo e/o essere fattori peggiorativi del problema.
Un altro aspetto molto importante che è stato oggetto della ricerca e che ha dato dei risultati sorprendenti è stato quello relativo al rapporto tra presenza di varismo e insorgenza di dolore alle ginocchia. Di quest'ultimo aspetto ho studiato le cause, l'eventuale presenza, il momento della comparsa e la sua localizzazione. I dati non solo hanno dimostrato che esiste uno stretto rapporto tra tutte le variabili analizzate ma hanno anche, e soprattutto, avvalorato l'ipotesi che il dolore dipenda dalla pratica costante e continua nel tempo del gioco del calcio e non come espressione e conseguenza di infortuni e/o operazioni chirurgiche subite dall'articolazione del ginocchio.

Infine l'osservazione che ho portato avanti nella mia ricerca ha evidenziato che la pratica continua di questo stupendo sport, l'eccessivo carico di lavoro a cui sono sottoposti i giovani calciatori durante l'infanzia e l'adolescenza possono essere senz'altro fattori predisponesti all'insorgenza del paramorfismo e al peggioramento dello stesso nel corso degli anni.
È auspicabile, sulla scorta dei dati ottenuti con il presente studio, prestare maggiore attenzione ai contenuti di allenamento ed una attenzione ancora maggiore alla crescita e allo stato di salute dei soggetti in età evolutiva.