Gli endocettori del Sistema Tonico-Posturale - seconda parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Gli endocettori del Sistema Tonico-Posturale - seconda parte

Gli organi ed i tessuti che compongono e rappresentano l’apparato stomatognatico e le sue interferenze sulla postura.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

L'apparato stomatognatico è un complesso anatomo-funzionale costituito da organi e tessuti i quali svolgono funzioni digestive (salivazione, deglutizione, masticazione), respiratorie e di relazione (fonazione, mimica).
L'apparato stomatognatico è importante soprattutto per la postura. Infatti la postura stomatognatica può condizionare, oltre a malfunzioni a livello orale, quella cranio-vertebrale potendo causare sia alterazioni della colonna (lordosi, cifosi, scoliosi, ecc.) che fenomeni algici cranio-mandibolari.

A tal proposito una ricerca(1) ha provato ad analizzare proprio il ruolo dei disordini della postura in correlazione alle problematiche cranio-mandibolari; l'attenzione che molti ricercatori riservano all'ipotesi di correlazione tra postura ed occlusione è giustificata dall'evidenza di rapporti anatomo-funzionali tra il sistema stomatognatico e le strutture deputate al controllo della postura(2).
Nell'ambito dei disordini cranio mandibolari l'occlusione, definita come "il rapporto sia statico che dinamico tra elementi di due arcate dentarie antagoniste", viene considerata uno dei principali fattori eziologici.(3)
Alcuni autori(4) hanno individuato alcune condizioni occlusali che possono rappresentare un fattore di rischio per l'insorgenza di disfunzioni cranio-mandibolari; esse sono:

  • morso aperto anteriore, ossia il mancato contatto, in occlusione, tra gli incisivi superiori con quelli inferiori
  • "Overjeet" maggiore di 6 mm, laddove per overjeet intendiamo la distanza in senso orizzontale tra il gruppo incisivo superiore e quello inferiore che nella norma va da zero a quattro millimetri
  • differenza tra posizione mandibolare ideale e reale maggiore di 2 mm
  • assenza di cinque o più denti nel settore posteriore
  • inversione dei rapporti trasversali interarcata (crossbite) posteriormente e monolateralmente

L'innervazione dell'apparato stomatognatico è fornita essenzialmente dal trigemino, nervo cranico con funzione sensitivo-motoria che presiede alla sensibilità della faccia e della metà anteriore della testa e innerva tutti i muscoli masticatori.
La sensibilità propriocettiva dello stesso distretto orale è affidata a fibre nervose i cui corpi cellulari si trovano nel nucleo mesencefalico del trigemino. Sono state ipotizzate anche correlazioni tra mandibola, muscoli sovraioidei e vertebre cervicali che andrebbero a costituire un complesso anatomo-funzionale, il cui anello di congiunzione sarebbe rappresentato dall'osso ioide. Lo stesso osso ioide potrebbe rappresentare il mediatore delle variazioni posturali della testa in seguito a cambiamenti di posizione della mandibola.