Le sindromi algico-posturali
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Le sindromi algico-posturali

Le sindromi algico-posturali semplici e complesse, natura della classificazione e caratteristiche.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

A seconda dei recettori posturali in disfunzione possiamo classificare la patologia algico-posturale in:
Semplice, avviene quando troviamo in disfunzione un solo recettore posturale primario, come per esempio l'appoggio podalico, che induce un determinato schema adattativo (Fig. 1)
Complessa, avviene quando troviamo in disfunzione più recettori primari posturali, come l'appoggio podalico e l'apparato stomatognatico (Fig. 2).

Un determinato programma posturale in disfunzione, che presenta un quadro clinico, può indurre una disfunzione a vari livelli quali:

  • muscoli (algie, ipertono, fibrosi)
  • ossa e articolazioni (artrosi, fratture da stress)
  • tendini e legamenti (tendinite, mioentesiti)
  • tessuto nervoso (compressione dei fasci sensitivi e/o motori)
  • visceri
Da un punto di vista clinico, infine, possiamo avere un quadro:
  • Lieve: la sintomatologia può essere presente saltuariamente soprattutto dopo episodi di stress psico-fisico. Il paziente la menziona solo se interrogato dal medico; si può apprezzare lieve dolorabilità alla digito-pressione in uno o più muscoli delle catene cinematiche posturali. Non sono presenti modificazioni della qualità di vita e dell'attività fisica del soggetto
  • Medio: il paziente presenta una sintomatologia importante anche se intervallata da periodi di remissione parziale. La sintomatologia determina una o più visite specialistiche ed accertamenti strumentali. Sono presenti modificazioni della qualità di vita e di attività fisica del soggetto
  • Grave: il paziente soffre per un quadro clinico algico-disfunzionale permanente e spesso ricorre a terapia farmacologia antidolorifica e/o antinfiammatoria. Sono presenti delle significative modificazioni della qualità di vita e di attività fisica del soggetto.