Nozioni di anatomia e biomeccanica
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Nozioni di anatomia e biomeccanica

Nozioni di anatomia e biomeccanica come premessa per l'approfondimento sulla retrazione miofasciale.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Le manualità del Massaggio Sport TIB vengono eseguite prevalentemente sui settori miofasciale e articolare e hanno il compito principe di tonificare il corpo contrastando la naturale retrazione.

Postumi di eventi traumatici e di cattive abitudini di vita (cicatrici importanti, respirazione scorretta, disfunzioni miofunzionali, stress, alimentazione poco appropriata ecc.) potranno naturalmente velocizzare i processi degenerativi e limitare nel ripristino posturale. ( Dr. Giovanni Chetta) …..specialmente nella performance sportiva.

Gli argomenti e gli sviluppi legati a questa parte del lavoro, non costituiscono una trattazione intera, reperibile nella sua completezza in diversi testi dedicati, ma vertono agli specifici interessi legati al Massaggio Sport TIB.

La muscolatura scheletrica data la sua natura va incontro per vari motivi a una retrazione, il cui cardine è la contrazione dei muscoli che avviene durante l'intero arco della giornata, sia durante l'attività che nel riposo notturno. La retrazione è l'accorciamento degli estremi del muscolo, ovvero l'origine e l'inserzione muscolare. Il muscolo mediante una contrazione fa compiere il movimento, sarà poi compito del suo antagonista riportarlo alla condizione iniziale.
Il muscolo non ha la capacità di riallungarsi da solo dopo la contrazione, e se questo stato tensivo sarà mantenuto a lungo, può col tempo accorciarsi. Tale retrazione non è da confondere con la contrattura da protezione, da sovraccarico o da "freddo" e nemmeno con l'eccessiva tensione muscolare; queste si possono risolvere spontaneamente o con tecniche di rilassamento.
La retrazione miofasciale è dovuta alla continua azione antigravitaria posturale non fisiologica (alterazioni nella postura da sport o da attività poco equilibrate) svolta dalla muscolatura. Quando il muscolo si ritrae la fascia connettivale, che avvolge e riempie tutto ciò che sta all'interno del corpo, si addensa nello spazio lasciato libero pregiudicando la normale escursione muscolare.
Sia in alcune fasi del sonno che durante la veglia (normale attività o attività sportiva), così come in caso di trauma fisico, la muscolatura tende a contrarsi. Ciò avviene per contrastare la forza di gravità, per garantire l'equilibrio statico/dinamico, oppure per immobilizzare (proteggere) un'articolazione che ha subito un trauma. Il muscolo, come detto, non è in grado di riallungarsi autonomamente e non essendo isolato ma in relazione con tutta la catena miofasciale di appartenenza, spalmerà questa contrattura residua lungo la catena stessa.
Quest'ultima tenderà sempre più ad accorciarsi comprimendo o meglio ingabbiando le articolazioni, l'impalcatura fibrosa (tessuto connettivo) e quella scheletrica, con evidenti ed intuibili conseguenze: l' "incollamento" delle unità contrattili (sarcomeri) da parte del tessuto connettivo fa perdere in elasticità e restringe lo spazio di escursione muscolare pregiudicando la normale mobilità articolare a sfavore del gesto/prestazione che l'atleta andrà a svolgere.

Dato che questa situazione non viene risolta spontaneamente, è necessario che la muscolatura e la fascia debbano essere trattate e allungate nel loro insieme di catene tramite le manualità del Massaggio Sport TIB e lo stretching.

In conclusione, specifiche tecniche di massaggio e stretching, offrono un preciso e certo contributo alla risoluzione di casi da ipo o ipertonia muscolare, da infiammazione, da fibrosità, da compressione articolare etc. evitando così che tali anomalie si ripercuotano su tutto il sistema muscolo-scheletrico, con la probabilità che un risentimento muscolo-articolare si manifesti lontano dall'origine stessa. Ecco l'importanza per il massaggiatore di avere una conoscenza di base in anatomia e biomeccanica, su come i muscoli e le articolazioni svolgono il proprio compito.