Tecnica del massaggio - terza parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Tecnica del massaggio - terza parte

Tecnica del massaggio sport TIB finalizzata al massimo beneficio ed approfondimenti sulla manualità da parte dell'operatore - quarta parte

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Manualità per muscoli Paravertebrali e del tratto lombare: manualità importante e necessaria per gli atleti che hanno eseguito sport con ripetuti impatti al suolo; ci soffermiamo maggiormente sulle vertebre definite"pivot", ovvero quelle poste nelle zone di transizione dal tratto con lordosi a quello con cifosi, dove appunto il carico di lavoro è maggiore.
Con l'atleta prono, eseguiamo a lungo le manualità di sfioramento profondo del massaggio TIB sui Paravertebrali per la decontrazione e per la reidratazione dei dischi intervertebrali (essi non hanno a disposizione la rete capillare per il nutrimento, ma lo ottengono mediante perfusione come per questa tecnica). Altre manualità con lo stesso scopo sono quelle "dell'arco" e "della freccia": la prima esegue uno sfioramento profondo, col dorso della mani a "pugno aperto", a mò di arco lungo tutta la Colonna Vertebrale il cui punto di partenza risulta essere una o più vertebre. La seconda esegue sempre uno sfioramento profondo, coi palmi aperti delle mani, a mo di freccia lungo tutta la Colonna Vertebrale il cui punto di partenza è una o più vertebre.

Per la manualità sui i muscoli del tratto lombare, l'atleta si mette in posizione fetale sul bordo del lettino con le braccia a penzoloni. Ci posizioniamo di fronte a lui con l'anca contro i suoi stinchi e, con una mano sulle spalle e l'altra sull'osso Sacro/Bacino lo abbracciamo. La tecnica di esecuzione prevede di modulare, mediante l'anca, l'intensità dello stretching per la colonna vertebrale, mentre con le mani o massaggiamo il tratto lombare, o accentuiamo la flessione della colonna stessa. Terminiamo con un dondolio prima di rilasciare la posizione di stretching per cambiare fianco.
Manualità per il muscolo Quadrato dei Lombi e Piriforme: il Quadrato dei Lombi è uno dei muscoli estensori del busto. Ha effetto di aumentare la lordosi lombare e, se contratto, manifesta i sintomi tipici di una lombalgia. Il muscolo Piriforme, quando retratto, va ad interessare il vicino nervo Sciatico con i risaputi effetti negativi. Adoperiamo una variante alla manualità "stretching per la coscia" del massaggio TIB. Con l'atleta supino e noi dal lato opposto ai muscoli da trattare, portiamo il suo ginocchio flesso in direzione della spalla controlaterale (dove siamo noi). Per una maggior efficacia appoggiamo il nostro torace sulla sua gamba, potendo così modulare l'intensità dello stretching sul muscolo Piriforme, avendo le mani libere di impastare profondamente il Quadrato dei Lombi. Possiamo inserire a completezza della manualità lo stretching per i muscoli Piriforme e Medio e Piccolo Gluteo. Sempre con la coscia sul petto col ginocchio in direzione della spalla opposta, ci posizioniamo dallo stesso lato dell'arto piegato, mettiamo la mano esterna sul ginocchio e quella interna sul suo piede tenuto a "martello", col busto appoggiamoci sulla coscia modulando il grado di allungamento.

Manualità per muscolo Psoas: con l'atleta supino sul bordo del lettino, chiediamo di far penzolare all'esterno una gamba che terremo tra le nostre; stabilizziamo il suo bacino, mettendo la nostra mano interna sulla cresta Iliaca opposta, e con la mano esterna, posizionata sul ginocchio, spingiamo verso il basso la gamba mandando in stretching lo Psoas.

Manualità articolare Sacroiliaca: la rigidità di questa articolazione è una delle concause per il "famoso" e frequente infortunio dell'Hamstring (muscoli Ischiocrurali). Con l'atleta prono vicino al bordo del lettino, lasciamo che la sua gamba stia a penzoloni senza che il piede tocchi il suolo. Ci posizioniamo al lato opposto dell'arto: la nostra mano alta in appoggio e in spinta verso il basso sull'osso Sacro, mentre l'altra afferra la cresta Iliaca e la solleva alternativamente mobilizzando l'articolazione.