Recupero del Legamento Crociato Anteriore
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Recupero del Legamento Crociato Anteriore

Interventi rieducativi sul Legamento Crociato Anteriore. Gli esercizi consigliati nelle varie tappe di recupero funzionale.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Una volta gestito il lavoro di competenza del fisioterapista si può iniziare con del lavoro molto più concentrato.
Nella terza settimana fare degli esercizi in isometria e contro resistenza utilizzando le tecniche PNF, fare del lavoro con la bike e cominciare un lavoro in piscina ed articolarità.
Nel periodo che va dalla quarta alla quinta settimana si faranno dei programmi di nuoto comprendenti lo stile dorso e libero con pinne.
Iniziare il potenziamento con leg extension, potenziare il polpaccio in appoggio mono e bipodalico, leg press, semi-squat a 90-30°, esercizi in intra e extrarotazione tibiale.
Fare un potenziamento eccentrico contro resistenza dei muscoli ischiocrurali.
Rieducazione propriocettiva con esercizi su tavoletta bi e monopodalico e con trampolino elastico.
Dalla sesta alla settima settimana continueremo con degli esercizi di potenziamento aumentando sia le ripetizioni che l'intensità.
Leg-press, rieducazione propriocettiva, potenziamento eccentrico del quadricipite, bicicletta su strada, tapis roulant, corsa simulata in acqua.
Dalla ottava alla dodicesima settimana faremo ancora un potenziamento e rieducazione propriocettiva.
Quando si è recuperato l'80-85% della forza inizieremo con esercizi sul campo indossando un tutore.
Se il soggetto riuscirà a correre per almeno 4km inizieremo gli esercizi di agilità: corsa a ginocchia alte sul posto, corsa in cerchio, percorso in slalom, corsa descrivendo un 8 a velocità variabili, corsa a zig-zag, corsa laterale, partenze sprint/arrivi, corsa con cambi di direzione, sprint con cambi di direzione.
Concluderemo con esercizi bi-monopodalici di salto in pliometria: saltelli, trampolini elastici, salti sul posto avanti indietro e di lato, salto della corda, scale in salita, slalom a zig zag, corsa e salti laterali resistiti da corda elastica, salti al termine di brevi sprint, salti da sgabelli di diversa altezza.
Alla fine si metteranno tutti gli esercizi tecnici dello sport che pratica il soggetto.

    Prima di ritornare all'attività controllare:
  • se c'è assenza di dolore
  • articolarità completa
  • problemi rotulei quasi assenti
  • test isocinetici
  • test funzionali di stabilità dinamica e di agilità