Propriocezione: riabilitazione e prevenzione nello sport
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Propriocezione: riabilitazione e prevenzione nello sport

L'allenamento propriocettivo viene utilizzato in sport come calcio, basket e pallavolo a fini di prevenzione per infortuni all'articolazione tibio tarsica ed a quella del ginocchio

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Propriocezione: riabilitazione e prevenzione nello sport

La propriocezione negli ultimi anni, come dimostrato da vari studi fatti, è stata usata anche in ambito sportivo a livello preventivo in quegli sport come calcio, pallacanestro e pallavolo che hanno dimostrato una maggiore incidenza di infortuni all'articolazione tibio tarsica ed a quella del ginocchio (Veraghen 2004).

Prima dell'avvento dell'allenamento propriocettivo venivano usati di norma dagli sportivi, per prevenire i fastidiosi incidenti a cui potessero andare incontro, o ricadere, tutori o addirittura fasciature (Parkkari 2001).

È stato dimostrato che l'uso di questi metodi preventivi era pressoché inutile, poiché da studi ed osservazioni fatte è stato notato che dopo circa dieci minuti il bendaggio si allentava ed ancor più grave provocava irritazioni alla pelle (Gross 1987).

Oltre ai problemi elencati un'altra nota dolente è l'alto costo economico che comporta eseguire tali fasciature (Bahr 1997) se si pensa che ad ogni seduta di allenamento ogni componente della squadra ne faccia uso, è facile immaginare a fine anno quanto incidano sul budget societario, oppure l'acquisto di un tutore che di norma si aggira intorno ai 65.00 €. Molto più economico è l'acquisto di una balance board circa 15.00 € per eseguire un allenamento propriocettivo in modo, preventivo, riabilitativo e continuativo (Koopmanschap 1996).

L'allenamento con balance board è la più promettente misura di prevenzione contro le distorsioni alle caviglie poiché si prefigge un cambiamento alle caratteristiche strutturali della caviglia attraverso un rinforzo di muscoli e legamenti ed una ristabilizzazione delle funzioni propriocettive danneggiate da un infortunio (Gauffin 1991).

Proprio per ovviare a tali problemi l'allenamento propriocettivo ha trovato grande applicazione sia in ambito preventivo che riabilitativo (Whiting 1998).

Vari studi hanno dimostrato che un adeguato allenamento con la balance board può ridurre l'incidenza di distorsioni alle caviglie ed alle ginocchia, e salvaguardare le strutture legamentose ed articolari delle articolazioni (Caraffa 1996).

Un opportuno intervento di prevenzione può evitare e ridurre l'insorgenza di incorrere in infortuni sia a carico delle articolazioni che delle strutture legamentose (Caraffa 1996).

Curare un infortunio a carico dei legamenti crociati del ginocchio risulta molto costoso e necessita di un protocollo riabilitativo abbastanza lungo, da ciò si può capire l'importanza e l'uso di tali metodi preventivi per non incorrere in tali episodi (Verhagen 2005).

Nonostante tali evidenze, al momento non sono ancora disponibili studi sull'effetto del balance board sulle capacità di equilibrio.