Analisi dei dati rilevati con la Biodex System
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Analisi dei dati rilevati con la Biodex System

Vantaggi nell'uso della Biodex System 3 pro nel protocollo terapeutico e procedura di analisi ed interpretazione dei dati raccolti. Seconda parte.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Tempo di accelerazione – Indica la capacità neuromuscolare di muovere un arto da 0 ad una velocità X -isocinetica.

Tempo di decelerazione – Il tempo totale per passare da una velocità X - isocinetica a 0. Indica le capacità neuromuscolari di controllare eccentricamente un movimento verso la fine del ROM.

Range di movimento – Questo è il più grande ROM che l'articolazione compie durante il set. Permette l'analisi della curva del test in relazione al ROM.

Effetto gravitazionale sulla forza (G.E.T.) – Quando una valutazione isocinetica implica il movimento di un arto in una posizione gravità-dipendente, si dovrebbero assumere delle procedure di correzione di gravità tenendo presente il peso del braccio di leva del dinamometro e dell'arto esaminato.
Per esempio, nel ginocchio, il quadricipite lavora contro gravità, per cui la forza in aggiunta deve essere esercitata per accelerare l'arto contro gravità e questo tende a ridurre la forza registrata, mentre il bicipite femorale è assistito dalla gravità, per cui l'accelerazione dell'arto dovuta a quest'ultima si aggiunge erroneamente alla forza registrata. Perciò, il G.E.T. è aggiunto all'estensione e sottratto alla flessione per compensare l'effetto della gravità. In questo modo è fornito un valore imparziale di forza. È raccomandabile usare sempre gli stessi fattori di correzione gravitazionale (tramite il software del computer o manipolazione del braccio di leva), ottenuti durante l'iniziale seduta di test, nell'esecuzione di valutazioni successive.
Comparazione bilaterale – La valutazione di un'estremità in relazione all'altra è probabilmente la più comune comparazione usata nell'analisi dei dati. Molti dei deficit indicano degli squilibri muscolari che possono predisporre il soggetto a possibili danni muscolari come stiramenti e tendiniti.

Rapporto unilaterale (rapporto agonisti/ antagonisti) La comparazione di agonisti e antagonisti può identificare debolezza in alcuni gruppi muscolari. Questo parametro è particolarmente importante nella valutazione durante il test di velocità dello spettro, perché la relazione della percentuale di un muscolo cambia con il cambiare della velocità in molti gruppi muscolari. Tale applicazione può essere importante per gli atleti che necessitano del beneficio della co-contrazione muscolare con varie attività.

Test di resistenza – Testare l'abilità del soggetto nel sostenere un'attività attraverso la misurazione del numero di ripetizioni eseguite con una comparazione bilaterale o comparando il lavoro totale compiuto all'inizio di una sessione di esercizio al lavoro totale compiuto alla fine della sessione di esercizio.

Test di fatica – L' affaticamento o la velocità di recupero di un gruppo muscolare può essere determinata come segue.
I soggetti compiono un esercizio di resistenza, pausa, e ripetono lo stesso esercizio. L'ammontare di lavoro eseguito nella seconda sessione è comparato al lavoro eseguito nella prima sessione.
Questo offre informazioni riguardo alla percentuale di recupero dei gruppi muscolari per compiere attività ripetute.

Indice di fatica – Il cambio di percentuale dall'inizio alla fine di un esercizio di resistenza.