Programma di rieducazione del conflitto della spalla
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Programma di rieducazione del conflitto della spalla

Trattamento e cura del conflitto della spalla e processo di recupero biomeccanico dell'articolazione.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La cura di un conflitto di spalla comprende un graduale recupero della normale biomeccanica dell'articolazione della spalla nel tentativo di mantenere uno spazio al di sotto dell'arco coracoacromiale durante le attività che comportano movimenti del braccio sopra la testa.
Il terapista sportivo deve rieducare i meccanismi patologici e i cambiamenti adattativi che molto spesso avvengono nelle attività con movimenti del braccio sopra la testa.

Le attività con i movimenti del braccio sopra la testa che comportano un'elevazione dell'omero o una flessione dell'omero con adduzione orizzontale e rotazione interna probabilmente causano un incremento del dolore.

L'atleta avverte un dolore diffuso attorno all' acromion o all'articolazione glenoomerale.

La palpazione dello spazio subacromiale incrementa il dolore.
Gli esercizi devono focalizzarsi sul potenziamento degli stabilizzatori dinamici, i muscoli della cuffia dei rotatori che agiscono sia comprimendo che deprimendo la testa dell'omero rispetto alla cavità glenoidea.
In particolare devono essere potenziati i muscoli inferiori della cuffia dei rotatori, per ricreare un equilibrio nella coppia di forze con il deltoide sul piano coronale.

Deve essere inserito il potenziamento dei muscoli che abducono, elevano e ruotano verso l'alto la scapola.

Nel caso specifico, il soggetto in questione è un ragazzo inglese, 26enne, nuotatore, che è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per il trattamento della Sindrome da Impingement.
In questo caso il tutore viene indossato dal paziente solo per 3-4 giorni e successivamente si passa al protocollo rieducativo; nel caso invece di riparazioni della cuffia dei rotatori il tutore viene indossato per 3-4 settimane, ma già dalla 10° giornata il paziente è sottoposto a ciclo di chinesi passiva per evitare le capsuliti e aderenze che rappresentano una delle complicanze più temibili in questo tipo di chirurgia.