Cifosi dorsale
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Cifosi dorsale

Caratteristiche morfologiche della cifosi dorsale, protocollo di intervento e finalità nella rieducazione posturale su soggetti del soggetto cifotico.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La cifosi dorsale consiste in una accentuazione della normale curvatura fisiologica del rachide dorsale visibile sia visivamente che radiograficamente.
Le cifosi si classificano in :
• cifosi posturali
• cifosi congenite
• cifosi idiopatiche
• cifosi da osteocondrosi (morbo di sheurmann)

Dall' osservazione del soggetto (in piedi e di profilo) è possibile verificare se è presente oppure no tale deviazione sagittale, stabilire in modo approssimativo dall'esame del soggetto la localizzazione della cifosi e l'entità del difetto.
La diagnosi va confermata con la misurazione dell'angolo di curvatura effettuato su radiogrammi eseguiti sotto carico e in proiezione laterale.

La cifosi dorsale si può localizzare:
• sull'intera regione dorsale: l'accentuazione della curvatura interessa a volte anche i primi metameri del tratto lombare il quale di solito compensa con una lordosi corta e bassa. Il periodo di maggiore incidenza è sicuramente quello pre-puberale e puberale;
• su un solo tratto della regione dorsale: in questi casi la curvatura dorsale si acutizza notevolmente.
La regione dorsale può essere interessata:
• nel tratto alto: accentuazione della cifosi dorsale nel tratto alto, collo proiettato, ampia lordosi di compenso;
• nel tratto medio (cifosi più frequente): accentuazione della cifosi dorsale nel tratto medio D5-D6-D7, lordosi molto accentuata (di compenso) ma rispetto alla precedente meno estesa;
• nel tratto basso: accentuazione della cifosi dorsale con apice nel tratto D7-D10. In questi casi la lordosi è quasi sempre del tutto inesistente (appiattita).

La curvatura cifotica alterata rispetto a quella normale fisiologica obbliga il soggetto ad un atteggiamento di chiusura all'altezza della gabbia toracica e questo comporta una limitazione all'espansione della gabbia toracica durante la fase inspiratoria della respirazione.