Trattamento della lordosi - seconda parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Trattamento della lordosi - seconda parte

Protocollo per il trattamento della lordosi ed esercizi per il recupero del giusto assetto posturale nel soggetto lordotico. Parte prima.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Si tratta di una vasta gamma di esercizi finalizzati sostanzialmente al recupero di una buona tonicità e di un buon trofismo della parete addominale soprattutto dei muscoli retti dell'addome che dovranno lavorare in accorciamento:

• mobilizzazione degli arti inferiori sul busto
• mobilizzazione del busto sugli arti inferiori
• mobilizzazione del busto e degli arti inferiori insieme

Gli arti inferiori possono essere fatti lavorare con una progressione crescente di difficoltà: movimento successivo alternato, simultaneo

N.B. come abbiamo sottolineato più volte nel corso di questo lavoro non è corretto intervenire solo su una tensione localizzata bisogna sempre tenere presente tutto l'insieme poiché come si è visto in tutti i casi di distonia si trovano zone particolarmente toniche (ipertoniche).
È tuttavia importante localizzare in modo preciso le zone compromesse poiché queste zone si sono fatte carico di un compito che non gli è proprio e che si adatta male alle loro possibilità e che può essere svolto solo al prezzo di una ipertensione spesso dolorosa.
EserciziEsercizi di "allungamento" per il muscolo psoas-iliaco responsabile molto spesso dell'accentuazione della lordosi lombare in quanto inserendosi sulle vertebre (inserzione prossimale) e sul femore (inserzione distale) quando è troppo retratto aumenta la pressione sui dischi intervertebrali favorendo un ulteriore scivolamento in avanti delle vertebre interessate con conseguente iperlordosi del tratto lombare.

• soggetto in sospensione alla spalliera: muscolo ileo-psoas rilasciato, colonna lombare dritta e i muscoli della regione lombare si possono allungare
• soggetto in posizione di quadrupedia: chiudere l'angolo coscia-bacino e coscia-gamba. Spingere verso il basso la parte caudale de sacro favorendo così la retroversione del bacino
• soggetto seduto ,posizione del "cocchiere" : è una posizione di rilassamento, il bacino appoggiato sulle tuberosità ischiatiche è in antiversione, mentre la lordosi lombare è in retroversione (da concava diventa convessa)
• soggetto in posizione di quadrupedia contrarre l'addome (retroversione del bacino) cercando di concentrare tutta l'attenzione sul tratto lombare della colonna