Cellula
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Cellula

Dizionario del fitness: analisi e spiegazione del termine Cellula

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Cellula

La cellula è la più piccola unità vivente di un organismo specializzata nel compiere una o poche funzioni e, nella maggior parte dei casi, in grado di produrre nuova vita. Negli organismi pluricellulari si aggrega con cellule contigue nel costituire i tessuti. A loro volta la compenetrazione tissutale genera gli organi (unità di lavoro specializzate degli organismi viventi).

Ciascuna cellula ha un proprio metabolismo e un proprio ciclo vitale. I principali costituenti sono:

La membrana plasmatica, composta da un doppio strato fosfolipidico, con il compito di delimitare lo spazio cellulare, contenere e regolare gli scambi fra l'ambiente intracelullare e l'ambiente esterno. Inserite nel doppio strato fosfolipidico ritroviamo le proteine di membrana, con la funzione di trasporto delle sostanze da e verso il citoplasma. Soprattutto sostanze idrofiliche.

La membrana contiene un modesto quantitativo di carboidrati, che identificano e caratterizzano la cellula. Negli sportivi è facilmente danneg-giata dai radicali liberi, ragione per la quale si rende spesso necessaria l'integrazione con antiossidanti.

Nella cellula individuiamo numerose strutture caratterizzanti. Fra queste:

Il citoscheletro: posto al di sotto della membrana fosfolipidica con funzione di sostegno, di spostamento (sia della cellula che delle vescicole) e di divisione cellulare. Il citoscheletro è in massima parte costituito dai microfilamenti di actina, una proteina globulare, e dai microtubuli di tubulina, una proteina tubulare.

Microtubuli e microfilamenti si formano e si disgregano spontaneamente al presentarsi di particolari condizioni ambientali (es.: presenza di Ca2+ e Mg2+).

I ribosomi: strutture incaricate della sintesi proteica, costituiti da due sub unità formate da RNA e proteine.

Il reticolo endoplasmatico: una struttura laminare che si ripiega su se stessa formando una sorta di sacchetto di importanti dimensioni. Può occupare 1/10 dell'intero volume citoplasmatico. Può ospitare sulla sua superficie dei ribosomi, prendendo il nome di reticolo endoplasmatico rugoso, oppure esserne sprovvisto, in questo caso è definito reticolo endoplasmatico liscio.Il reticolo endoplasmatico rugoso è il luogo di sintesi di numerose proteine, il reticolo endoplasmatico liscio si incarica della sintesi dei lipidi.

Apparato del Golgi: è presente in misura variabile all'interno della cellula, che può contenere anche diverse centinaia di apparati del Golgi. È costituito da una serie di cisterne di differenti dimensioni, che ricevono le vescicole rilasciate dal reticolo endoplasmatico (contenenti proteine) e ne modificano le caratteristiche prima di rilasciarle.

I lisosomi: sono vescicole contenenti un elevato numero di enzimi digestivi, sintetizzati dal reticolo endoplasmatico e modificati dall'apparato del Golgi.

Svolgono una funzione digestiva rispetto a numerose strutture, batteri inglobati da leucociti, strutture cellulari usurate ecc.Problemi nel metabolismo cellulare (es.: mancato afflusso di ossigeno) non consentono alla cellula di ripristinare agevolmente le membrane che li rivestono, portando ad una potenziale morte della cellula per la fuoriuscita degli enzimi. È una delle cause di morte da ipossia.

I perossisomi: hanno struttura e funzione simile ai lisosomi ma, il loro compito, è di detossificare un gran numero di sostanze.

I mitocondri: rappresentano le centrali energetiche dell'organi-smo, la sede della respirazione cellulare. Sono costituiti da una struttura reniforme, rappresentata da una doppia membrana. La membrana interna è ricca di digitazioni e, la produzione energetica, coinvolge proprio il trasporto ionico fra le due membrane. I mitocondri sono la sede dell'estra-zione aerobica di energia dai substrati energetici. Hanno un proprio DNA e propri ribosomi.

Il nucleo: Il nucleo della cellula è delimitato da una doppia membrana, porosa per via dei numerosi punti in cui le due membrane si fondono fra loro. I pori che generano sono definiti pori nucleari, e rap-presentano la via di transito tra il citoplasma e l'interno del nucleo (nucleoplasma). Il nucleo regola le attività metaboliche e funzionali della cellula, oltre che la sua replicazione.