Aggiustamenti metabolici nel soggetto diabetico
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Aggiustamenti metabolici nel soggetto diabetico

Ruolo e importanza dell'esercizio fisico nella terapia per la cura del diabete mellito

Cerca tra i nostri articoli

Glicemia in condizioni normali di riferimento

Nell'individuo nomale il livello di glucosio oscilla nel corso della giornata da un valore di 60-75 mg/dl al mattino a un massimo di 130-150 mg/dl dopo i pasti . Alla base di questa precisa regolazione, c'è un complesso sistema ormonale dalle funzioni integrate. Durante le 24 ore si ha un'alternanza tra i pasti e periodi di digiuno (che possono durare 10-12 ore); mantener

Fisiologia del metabolismo dei substrati energetici

Trasporto e fosforilazione del glucosio Produzione di glucosio Glicogenolisi Gluconeogenesi Ossidazione degli acidi grassi Interdipendenza tra metabolismo dei lipidi e dei glucidi Metabolismo degli aminoacidi Trasporto e fosforilazione del glucosio L'evento iniziale nel metabolismo cellulare del glucosio, è il

Il diabete mellito

Il diabete mellito è un'alterazione cronica del metabolismo causata da una carenza assoluta o relativa, dell'azione insulinica. È caratterizzato da iperglicemia postprandiale e/o a digiuno e nella sua piena espressione, da chetosi e deplezione proteica. Il diabete è stato classificato per lungo tempo sulla base di specifiche caratteristiche cliniche in 2 tipi principali

Insulina e metabolismo di carboidrati, proteine e lipidi

Effetti dell'insulina sul metabolismo dei carboidrati Effetti dell'insulina sul metabolismo degli aminoacidi e delle proteine Effetti dell'insulina sul metabolismo lipidico Il reale bisogno dell'insulina per la captazione di glucosio Azione dell'insulina sul muscolo scheletrico e sul tessuto adiposo L'insulina è un ormone peptidico

Glucagone

Il glucagone viene sintetizzato nelle cellule Alfa delle isole di Langerhans. La secrezione di glucagone, nei soggetti normali che assumono pasti misti, non va incontro a fluttuazioni rilevanti durante le 24 ore. La costanza della concentrazione di glucagone, è contrastante con le fluttuazioni della concentrazione d'insulina, che accompagnano l'ingestione di pasti misti o le var

Catecolamine, GH e Glucocorticoidi: effetti sulla secrezione insulinica

Catecolamine L' adrenalina e la noradrenalina inibiscono la secrezione insulinica glucosio-indotta. Gli aumenti dei livelli di catecolamine in circolo e dell'attività del sistema simpatico, svolgono un ruolo importante nella regolazione della secrezione insulinica. I meccanismi attraverso cui le catecolamine determinano un aumento d

Disfunzioni dei recettori insulinici

I massimi effetti biologici dell'insulina dipendono dall'occupazione di un certo numero di recettori, che può rappresentare una piccola frazione (10 %) di quelli presenti. In situazioni in cui il numero dei recettori è ridotto (come avviene nell' obesità ), si crea una tolleranza farmacodinamica all'insulina , (determinata da cambiamenti adattativi che si sono verificati nel

Tessuti insulino-dipendenti e attività fisica

Esistono casi particolari in cui i tessuti insulino-dipendenti non sono più dipendenti dall'insulina, riuscendo comunque a captare glucosio. Si fa particolare riferimento al muscolo scheletrico . Uno di questi casi è rappresentato dall' attività fisica : in tali condizioni, il trasporto di glucosio indotto è insulino-indipendente. Durante lo sforzo muscolare si verific