E che il mondo veda il meglio di noi...
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

E che il mondo veda il meglio di noi...

La sobrietà di Londra voleva dire spendere denaro senza spreco. Le Olimpiadi che devono lasciare un segno tangibile del loro passaggio... luoghi abbandonati ritornati a vivere, periferie degradate restituite alla gente.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

E che il mondo veda il meglio di noi...
L'aveva detto più volte Lord Sebastian Coe che queste Olimpiadi avrebbero lasciato "il segno" e così é stato. Con la Cerimonia di chiusura il mondo intero, più di tre milioni di persone davanti alla TV, hanno salutato la XXX edizione dei Giochi Olimpici Moderni. 

Ottantadue Delegazioni rientreranno nel loro paese con almeno una medaglia; che poi sia d'oro o di bronzo non é importante quello che conta é l'esserci stati. The Party after the Show... e la Festa é stata al di sopra di ogni immaginazione... una Londra grigia esplosione di colori fantastici accompagnati dalla musica più bella delle ultime generazioni.

Un perfetto filo conduttore tra la Cerimonia di Apertura e quella di Chiusura... Abbiamo ritrovato l'Isola delle Meraviglie con i suoi rumori, la sua gente, le sue storie. Il senso di un Paese che ha saputo crescere per adeguarsi ad un nuovo mondo ad una nuova concezione del vivere. Questo era il senso che voleva dare Londra 2012, un nuovo modo di essere per nuove opportunità. Questo é il messaggio che Londra ha saputo dare al mondo: andare incontro fiduciosi al futuro senza paura, muovere coraggiosamente un passo dopo l'altro e non rinunciare al cambiamento come naturale forma di evoluzione. Lord Sebastian Coe era stato chiaro: le Olimpiadi di Londra non volevano dire austerity anche in un momento di Crisi. Effettivamente abbiamo potuto vedere che almeno questa volta gli Inglesi sono stati di manica larga e non hanno badato a spese. 

La sobrietà di Londra voleva dire spendere denaro senza spreco. Le Olimpiadi che devono lasciare un segno tangibile del loro passaggio... luoghi abbandonati ritornati a vivere, periferie degradate restituite alla gente, meravigliosi spazi esterni messi a disposizione di tutti... il bello che resta bello per durare nel tempo. Anche se Progressisti e Conservatori non avevano proprio la stessa visione delle cose, oggi, queste due visioni discordanti dopo un successo di tale portata dovranno necessariamente trovare un nuovo punto di incontro.