Olimpiadi di Innsbruck 1976
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Olimpiadi di Innsbruck 1976

La storia, gli eventi più clamorosi, i risultati, il medagliere, e gli aneddoti delle Olimpiadi di Innsbruck 1976

Autore:
Ultimo aggiornamento:

A distanza di appena 12 anni le Olimpiadi Invernali tornano ad Innsbruck. In un primo tempo i Giochi sarebbero dovuti andare agli Stati Uniti, a Denver, in Colorado. Succede però che nel '72 gli abitanti della città votano con un plebiscito contro il finanziamento pubblico ai Giochi e così l'organizzazione viene bloccata.

Bisogna trovare una sostituta e Innsbruck è la candidata ideale, visto che ha delle strutture sufficientemente moderne utilizzate nel '64 e che altrimenti non potrebbero essere costruite ex-novo in un lasso di tempo così breve.

Il programma di gare segna l'ingresso della danza su ghiaccio, dominata dai russi. La sfida che più caratterizza i Giochi è quella della discesa libera tra il campione uscente, lo svizzero Bernhard Russi e il padrone di casa, l'immenso austriaco Franz Klammer.
Per la gioia dei biancorossi a vincere è Klammer con un'ultima parte di gara ai limiti del controllo, dopo che Russi era transitato in vantaggio all'intermedio. La stessa gara premia anche l'azzurro Herbert Plank con il bronzo. Lo sci alpino regala grandi soddisfazioni all'Italia, che raccoglie in questo sport tutte le 4 medaglie che porta a casa da Innsbruck.

Oltre a Plank c'è una strepitosa doppietta nello slalom maschile, con due leggende come Piero Gros e Gustavo Thoeni che si dividono oro e argento.
Arriva anche una medaglia al femminile, con l'argento della slalomista Claudia Giordani, che è battuta solo da una grande Rosi Mittermaier. Quest'ultima, tedesca occidentale, manca di pochissimo una tripletta storica: si impone in slalom e discesa, mentre in gigante si ferma ad appena 12 centesimi di secondo dall'oro di Kathy Kreiner.

Anche nello sci di fondo una russa, Rissa Smetanina, va vicina al tris ma deve fermarsi a 2 ori ed un argento, così come la connazionale pattinatrice Tatyana Averina che chiude i Giochi con 2 ori e 2 bronzi.