Olimpiadi di Saint Moritz 1928
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Olimpiadi di Saint Moritz 1928

La storia, gli eventi più clamorosi, i risultati, il medagliere, e gli aneddoti delle Olimpiadi di Saint Moritz 1928

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Per la seconda edizione dei Giochi Invernali il CIO sceglie la svizzera Saint Moritz, cosicché questo è l'unico anno prima della guerra in cui i Giochi invernali ed estivi si disputano in nazioni diverse.

Fa il suo ingresso nell'arengo olimpico una nuova disciplina, lo skeleton, una specie di variante dello slittino, mentre aumentano in maniera considerevole, rispetto a Chamonix, le nazioni partecipanti (28) e gli atleti (464).
Nonostante questi dati positivi i Giochi debbono annotare anche qualche difficoltà dovuta all'imprevedibile caldo che raggiunge anche i 25°. Succede così che i 10.000 metri di pattinaggio debbono essere annullati e che nella gara di sci di fondo di 50 km molti concorrenti sono costretti ad abbandonare, con lo svedese Erik Hedlund che vince dando al 2° la bellezza di 13 minuti di distacco.

Grande spettacolo arriva dal pattinaggio artistico con la norvegese Sonya Henie (in foto, copyright: nordpolsportbar.se) che a 15 anni fa sensazione vincendo il primo di tre ori olimpici consecutivi.
Tra gli uomini si impone invece lo svedese Gillis Grafstrom, alla terza vittoria di fila: il suo regno infatti era cominciato quando il pattinaggio si disputava ancora all'interno dei Giochi estivi.
Il Canada prosegue il suo dominio incontrastato nell'hockey liquidando gli avversari con gli eloquenti punteggi di 11-0, 14-0 e 13-0. Conferma anche dal pattinaggio, dove il finlandese Thundberg si aggiudica altri 2 ori (ne aveva vinti 3 a Chamonix).