Introduzione ai falsi miti del fitness e dello sport
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Introduzione ai falsi miti del fitness e dello sport

Come nascono, come si diffondono e come difendersi dalle false informazioni dell'ambiente sportivo.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Introduzione ai falsi miti del fitness e dello sport

Alcuni dei falsi miti, delle idee non suffragate da alcuna ragionevole spiegazione, non sono prerogativa degli appassionati di sport, né costituiscono delle banali chiacchiere da spogliatoio, ma sono concetti saldi e radicati anche presso i professionisti di settore. Spesso tanto più radicati, quanto più privi di fondamento.

Confrontandosi con appassionati, sportivi, frequentatori di palestre, ma anche allenatori e personal trainer, ci si rende conto che il fenomeno è ben più esteso e grave di quanto non appaia.
Abbiamo deciso pertanto di dedicare questa area del sito alle più diffuse e strampalate idee che circolano nell'ambiente sportivo, spesso proferite e divulgate proprio dai presunti professionisti del fitness.
L'aspetto forse anche più imbarazzante è sentire le repliche che ogni volta vengono offerte quando si chiariscono questi aspetti.

Da una parte c'è chi, allargando le braccia dice in tutta sincerità Pur sapendo che alcune cose sono sbagliate, come faccio a spiegarle ai miei allievi? Le sentono ripetere ovunque, e se provassi io a correggerli, sarei l'unica voce fuori dal coro, penserebbero che quello in errore sono io!

Dall'altra parte c'è chi, pur di non sovvertire una sua radicata idea, prova in tutti i modi a ridimensionare il problema. Piovono quindi le classiche frasi del tipo Io l'ho provato su di me e funziona!, in genere riferito a integratori o prodotti che hanno altri ambiti di applicazione; o ancora In palestra mi hanno detto tutti di fare così, in genere correggendo qualche esercizio; e ancora Ma perché nessuno fa niente per smentire queste cose? oppure, la peggiore di tutte, L'ho letto perfino sulla rivista XYZ, dove nella fattispecie, la rivista in oggetto è un magazine patinato, plurisponsorizzato da chi produce e vende integratori o attrezzature di dubbio significato.
Vediamo di dare qualche risposta a queste repliche, qualora anche in voi dovessero sorgere le medesime perplessità.

A chi domanda come spiegarle ai suoi allievi senza apparire dalla parte dello sprovveduto, occorre rispondere che se avrà la pazienza di chiarire in modo semplice (ma non approssimativo) il perché delle sue affermazioni, è difficile che possa apparire come la voce stonata. Inoltre non ci sarebbe nulla di male nel rafforzare le sue spiegazioni fornendo agli allievi la possibilità di leggere dei testi scientifici di facile consultazione.

Chi riferisce di averlo "provato su di se, quindi funziona", dovrebbe sapere che il metodo scientifico non si basa sulla sensazione descritta da un singolo individuo, ma su test e ricerche molto più ampie, che non solo spiegano "cosa" accade rispetto ad un comportamento, ma soprattutto sono in grado di chiarire "perché" si manifesta un dato risultato.

Il fatto che "in palestra tutti affermino un dato concetto" è ancor meno significativo. Questo tipo di informazioni si tramandano per via orale, tra una battuta ed un'altra, e non vengono mai interrotte sin tanto qualcuno non prende l'iniziativa di consultare una ricerca o porsi delle domande sulle ragioni che si trovano dietro un determinato atteggiamento.

Non è vero che "nessuno fa niente per smentire". Ogni libreria dispone di decine di volumi che potrebbero facilmente aprire gli occhi, se solo qualcuno si degnasse di aprire prima di tutto i libri. È ovvio che il martellamento pubblicitario da parte di chi ha interessi nella vendita di un prodotto, sarà sempre più capillare e di facile recepimento, ma non è una ragione per lasciarsi scoraggiare.

Infine, sul ruolo di alcune "particolari riviste", evitiamo di scendere troppo nel merito. Ma in genere non ci fideremmo molto di una pubblicazione che in copertina ha dei titoli su come avere "addominali scolpiti in 7 mosse", ed altri richiami ancor meno commentabili. L'affidabilità la si può avere solo consultando riviste tecnico scientifiche e riservando le altre alle sale d'attesa e non alle consultazioni professionali.