Il questionario sulle condizioni di salute
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Il questionario sulle condizioni di salute

Il parere del medico è sempre fondamentale prima di una pratica sportiva, tuttavia il questionario sulle condizioni di salute è un ulteriore strumento in mano del Personal Trainer.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Il questionario sulle condizioni di salute

Chi lavora come Personal Trainer o come Istruttore in palestre e centri sportivi, conosce l'importanza di operare sempre in condizioni di assoluta sicurezza rispetto alla propria clientela; questa necessità impone di sincerarsi sulle condizioni di salute di ogni singolo allievo, sia attraverso la richiesta del giudizio del medico, sia monitorando le sensazioni che vengono comunicate da chi si allena.
In alcuni casi potrebbe essere difficile comprendere quando diviene necessario invitare il proprio cliente a sottoporsi ad una visita medica specialista, prima di procedere con valutazioni funzionali ed allenamenti.

In aiuto degli operatori del fitness giunge un semplice questionario che ha il duplice scopo di conoscere le caratteristiche di un soggetto e di valutare che l'intensità degli allenamenti somministrati non sia eccessiva rispetto al suo stato di forma e non lo esponga a rischi.

Il questionario proposto da E.T. Howley e B. Don Franks(1), prevede di domandare al proprio cliente se avverte uno dei sintomi che seguono:

• Dolore o fastidio al torace, al collo, alla mascella o agli arti superiori
• Affanno a seguito di sforzi di lieve entità
• Capogiri
• Gonfiore alle caviglie
Frequenza cardiaca accelerata anche a riposo (maggiore di 100 pulsazioni al minuto)
• Dolore alle gambe
• Insolito stato di stanchezza

In tutti i casi in cui si presentino queste circostanze, ma anche in soggetti che abbiano subito recenti traumi o interventi chirurgici, che siano sotto terapia farmacologica per problemi cardiaci, pressori o metabolici, ipertensione anche di lieve entità, adipe corporea superiore al 30% se di sesso maschile o 40% se di sesso femminile, ipercolesterolemia o un valore dei trigliceridi superiore a 200mg/dl, è caldamente consigliata una visita medica specialistica.

Inoltre anche alcune abitudini di vita, nei casi in cui permangono da tempo, implicano la necessità del giudizio del medico in misura più stringente di quanto non accada per la media della popolazione. Questa circostanza si verifica lavorando con soggetti chiaramente obesi, che fumano uno o più pacchetti di sigarette al giorno, che sono assolutamente sedentari. Grande attenzione andrà posta anche con chi dichiara di essere un soggetto asmatico, anemico, diabetico, con problemi tiroidei, per donne in stato interessante ed in tutti i casi in cui si manifestano affezioni dolorose con una certa frequenza.