L’importanza della palestra, come valutarla, come sceglierla
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

L’importanza della palestra, come valutarla, come sceglierla

Per quanto bravo sia il Personal Trainer, il giudizio sul suo operato e la percezione sul grado di professionalità sarà influenzato dal luogo di lavoro, quindi dalla palestra in cui opera, ecco gli elementi da prendere in considerazione per la sua scelta

Autore:
Ultimo aggiornamento:

L’importanza della palestra, come valutarla, come sceglierla

È stato sino a qui sottolineato che vi sono differenti modalità attraverso le quali un personal trainer può strutturare la sua attività lavorativa e, tra queste, una delle più diffuse è quella di avvalersi di una struttura preesistente all'interno della quale svolgere il proprio lavoro pur con i differenti accordi contrattuali che è possibile raggiungere. La palestra in cui si sceglie di operare non è un elemento da sottovalutare è anzi un punto chiave, determinante sia per il cliente che per il personal trainer.

Nel momento in cui un personal trainer sceglie di far allenare i suoi clienti in un centro sportivo dovrà porre molta cura nel selezionare la giusta struttura fra quelle a disposizione sul suo territorio. Una selezione poco attenta potrà porre a disagio i suoi clienti e, inevitabilmente, compromettere il buon svolgimento del lavoro di entrambi. Nella scelta della palestra più idonea il personal trainer vestirà i panni del suo cliente, seguendo i dettami sotto elencati come se dovesse accedervi da fruitore dei servizi del centro.

Mai sottovalutare alcuni aspetti del fitness club che possono a lungo andare incidere sui risultati previsti e addirittura risultare deleteri sullo stato di salute del soggetto.

La gamma di servizi offerti oggigiorno è veramente impressionante e in grado di soddisfare qualunque sportivo o aspirante tale con nuove discipline e rivisitazioni di quelle più datate. Questo può essere allettante anche per chi si affida ad un personal trainer, perché può avere a disposizione altre forme di attività sportiva quando dovesse decidere di variare.

Nella scelta della palestra nella quale svolgere la sua attività il personal trainer dovrà privilegiare due aspetti: lo staff tecnico e la struttura. È necessario assicurarsi che tutto il personale tecnico della palestra sia professionalmente preparato e che frequenti con regolarità corsi di aggiornamento. È vero che parliamo di una struttura nella quale si prevede di operare come personal trainer, ma nell'ipotesi di far iscrivere il proprio cliente anche in palestra (evitando il costo di affitto della struttura, come chiarito parlando dei costi fissi da sostenere (leggi anche: Quanto guadagna e quanto deve farsi pagare un personal trainer? dello stesso autore), quest'ultimo potrebbe decidere di allenarsi un certo numero di volte senza la presenza del personal trainer. Trovarsi tra istruttori preparati lo farà sentire maggiormente a suo agio. Inoltre, qualora esponga qualche dubbio, chieda un chiarimento, non deve correre il rischio di avere risposte improvvisate o del tutto errate. Questo creerebbe tutta una serie di motivi di confusione, per esempio sul perché ci siano idee contraddittorie tra quanto riferitogli dallo staff della palestra e quanto detto dal suo personal trainer. Quand'anche abbia piena fiducia si domanderà come mai lo si sia fatto iscrivere in un centro sportivo in cui opera personale incompetente.

Per quanto attiene la struttura i locali devono essere sempre ben arieggiati e luminosi. Le palestre sono luoghi che richiedono ottima ossigenazione, la pratica sportiva in luoghi privi di queste caratteristiche, oltre che tecnicamente vietata, non è certamente salutare. Ravvisare un disagio nel frequentare la struttura può determinare la perdita del cliente anche per il personal trainer e lo stesso discorso riguarda l'igiene degli spogliatoi e dell'impianto sportivo in generale.

Il numero di attrezzi e il loro stato di manutenzione è un ulteriore elemento importante, attrezzi che presentino ruggine o che siano privi di protezioni sono un grosso rischio oltre che un pessimo biglietto da visita. Non si possono pretendere decine di macchine per ciascun tipo, ma è necessario che vi sia almeno la presenza di un numero adeguato rispetto ai frequentatori per evitare pause e attese snervanti aspettando che un attrezzo si liberi. La medesima attenzione va riservata alla dotazione di panche, manubri e bilancieri.

Se le esigenze fossero ancora superiori è possibile selezionare quelle strutture in cui vi sia la presenza (eventualmente in giorni prestabiliti) di un medico che assista e valuti richieste da parte degli iscritti nonché la disponibilità di un nutrizionista. Strutture così organizzate rendono più semplice il lavoro in equipe, caposaldo dell'attività di un personal trainer, fanno sentire il cliente rassicurato sulla possibilità di poter contare su tutta una serie di servizi e professionalità che lo aiutino nell'allenamento e nel raggiungimento dell'obiettivo. In qualche modo far percepire che si lavora in un contesto altamente professionale, farà apparire di riflesso altrettanto all'altezza della situazione il personal trainer. Essere estremamente preparati, ma trovarsi a lavorare in un ambiente improprio, in ogni caso può inficiare la buona percezione da parte del cliente.