Preparazione di Istruttori e Personal Trainer: risultati della ricerca - seconda parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Preparazione di Istruttori e Personal Trainer: risultati della ricerca - seconda parte

Ricerca sulla preparazione di Personal Trainer e istruttori, le domande somministrate: sudore e dimagrimento, sali minerali, flessioni ed elettrostimolatori, body building e attività aerobica

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Preparazione di Istruttori e Personal Trainer: risultati della ricerca - seconda parte

Domande somministrate:

Per essere sicuri di svolgere un'attività dimagrante occorre sudare in modo molto copioso

Durante l'attività sportiva non è indispensabile integrare i sali minerali persi con la sudorazione, l'acqua può bastare

Eseguire delle flessioni sulle braccia, a corpo libero, stimola la muscolatura dei pettorali e del tricipite

Gli elettrostimolatori non forniscono alcun particolare aiuto ai soggetti sportivi che si allenano correttamente e con regolarità

Per un body builder è consigliabile eseguire dell'attività aerobica a bassa intensità

La batteria completa delle domande presenti nel questionario per la valutazione è composta da dieci quesiti, seguono in questa pagina i risultati ottenuti nelle domande numero 6, 7, 8 e 9, 10.

Domanda numero 6

Per essere sicuri di svolgere un'attività dimagrante occorre sudare in modo molto copioso

Domanda numero 6: risposta corretta

La sudorazione è uno strumento particolarmente efficace per il mantenimento dell'omeostasi termica. La perdita di liquidi che ne deriva non ha alcuna connessione col processo dimagrante. La risposta corretta è "falso".

Domanda numero 6: risposte fornite

Vero Falso Non So
Laureati con laurea triennale 5,37% 94,21% 0,41%
Laureati con laurea specialistica 6,41% 91,03% 2,56%
Studenti in Scienze Motorie 10,1% 87,37% 2,53%
Frequenza di un corso non universitario, e privi di laurea in SM 8,79% 88,93% 2,28%
Frequenza di più corsi non universitari, e privi di laurea in SM 3,85% 94,07% 1,18%
Media di chi lavora in palestre e centri sportivi 8,04% 90,03% 1,93%
Domanda numero 6: dati percentuali delle risposte fornite

Domanda numero 6: analisi del dato

L'analisi delle risposte a questa domanda consente di individuare due elementi fondamentali. Un relativo buon grado di conoscenza della materia da parte di tutti, ma un tasso di errore che, seppur minimo, non può essere tollerato in un laureato in scienze motorie.

Domanda numero 7

Durante l'attività sportiva non è indispensabile integrare i sali minerali persi con la sudorazione, l'acqua può bastare

Domanda numero 7: risposta corretta

In condizioni fisiologiche normali, ed a seguito delle comuni attività sportive, la sola acqua è sufficiente per il processo di reidratazione. L'aggiunta di sali minerali è consigliabile solo in caso di sudorazione estremamente copiosa (più di 2 litri di liquidi persi) o in soggetti che abbiano specifiche carenze. La risposta corretta è "vero".

Domanda numero 7: risposte fornite

Vero Falso Non So
Laureati con laurea triennale 50% 49,17% 0,83%
Laureati con laurea specialistica 66,67% 30,77% 2,56%
Studenti in Scienze Motorie 44,44% 53,03% 2,53%
Frequenza di un corso non universitario, e privi di laurea in SM 50,81% 47,23% 1,95%
Frequenza di più corsi non universitari, e privi di laurea in SM 60,65% 37,87% 1,48%
Media di chi lavora in palestre e centri sportivi 52,2% 46,09% 1,71%
Dati percentuali delle risposte fornite

Domanda numero 7: analisi del dato

La domanda proposta affronta probabilmente argomenti poco noti, non a caso il grado di errore è alto per tutti i gruppi. Tuttavia si assiste ad una marcata diminuzione degli errori in chi ha conseguito una laurea specialistica mentre, chi possiede una laurea triennale, raggiunge valori pressoché identici a chi si è limitato a seguire un corso di tipo non universitario.

Domanda numero 8

Eseguire delle flessioni sulle braccia, a corpo libero, stimola la muscolatura dei pettorali e del tricipite

Domanda numero 8: risposta corretta

Questa domanda si basa sull'errata denominazione dell'esercizio piegamenti sulle braccia, frequentemente chiamato flessioni. Pertanto la risposta corretta è "falso".

Domanda numero 8: risposte fornite

Vero Falso Non So
Laureati con laurea triennale 73,97% 25,62% 0,41%
Laureati con laurea specialistica 64,1% 33,33% 2,56%
Studenti in Scienze Motorie 72,73% 26,26% 1,01%
Frequenza di un corso non universitario, e privi di laurea in SM 81,76% 16,61% 1,63%
Frequenza di più corsi non universitari, e privi di laurea in SM 76,63% 22,49% 0,89%
Media di chi lavora in palestre e centri sportivi 78,78 20,26% 0,96%
Dati percentuali delle risposte fornite

Domanda numero 8: analisi del dato

La diffusione di questo tipo di errore è particolarmente distribuita. Spesso si ritiene sia un errore veniale, tuttavia non c'è ragione per giustificare un professionista dell'errato uso della terminologia tecnica. Fortunatamente chi possiede una laurea specialistica ha un tasso di errore inferiore rispetto agli altri gruppi presi in esame, ma si tratta pur sempre di appena un terzo di risposte corrette.

Domanda numero 9

Gli elettrostimolatori non forniscono alcun particolare aiuto ai soggetti sportivi che si allenano correttamente e con regolarità

Domanda numero 9: risposta corretta

Fermo restando la validità di un elettrostimolatore per numerose ed eterogenee necessità, il suo impiego nell'ottica di stravolgere in senso positivo la performance di chi già si allena correttamente e con regolarità, è perlomeno fuorviante. La risposta corretta è "vero".

Domanda numero 9: risposte fornite

Vero Falso Non So
Laureati con laurea triennale 45,045 50,41% 4,55%
Laureati con laurea specialistica 51,28% 44,87% 3,85%
Studenti in Scienze Motorie 39,39% 52,53% 8,08%
Frequenza di un corso non universitario, e privi di laurea in SM 44,48% 47,4% 8,12%
Frequenza di più corsi non universitari, e privi di laurea in SM 46,45% 48,22% 5,33%
Media di chi lavora in palestre e centri sportivi 42,87% 50,07% 6,43%
Dati percentuali delle risposte fornite

Domanda numero 9: analisi del dato

Ancora una volta dall'analisi dei risultati, prima ancora che stupirsi per il numero di risposte errate, fa riflettere il sostanziale livellamento fra tutti i rispondenti e, soprattutto, fra laureati con percorso triennale, chi ha frequentato uno o più corsi di tipo non universitario, e la media degli occupati (che quindi raccoglie anche soggetti privi del minimo percorso formativo). Sempre prescindendo dal grado di errore, non conforta nemmeno il 4,55% dei laureati triennali che nel corso degli anni di studio non ha neppure avuto modo di farsi un'idea, giusta o sbagliata, in merito all'utilizzo di apparecchiature tanto diffuse come degli elettrostimolatori.

Domanda numero 10

Per un body builder è consigliabile eseguire dell'attività aerobica a bassa intensità

Domanda numero 10: risposta corretta

La domanda posta è provocatoria, basata sul concetto, assai diffuso, che la ricerca di un incremento del volume muscolare debba escludere totalmente ed assolutamente qualsivoglia lavoro aerobico. Dimenticando ovviamente che attività a bassa intensità aiutano a prevenire problematiche cardiache, ottimizzano la capillarizzazione e quindi trasporto di elementi utili verso le strutture muscolari, ecc., senza ostacolare l'ipertrofia. La risposta corretta è "vero".

Domanda numero 10: risposte fornite

Vero Falso Non So
Laureati con laurea triennale 64,46% 30,17% 5,37%
Laureati con laurea specialistica 66,67% 26,92% 6,41%
Studenti in Scienze Motorie 60,61% 29,8% 9,6%
Frequenza di un corso non universitario, e privi di laurea in SM 66,20% 27,55% 6,25%
Frequenza di più corsi non universitari, e privi di laurea in SM 73,21% 23,21% 3,57%
Media di chi lavora in palestre e centri sportivi 66,99% 26,37% 6,56%
Domanda numero 10: dati percentuali delle risposte fornite

Domanda numero 10: analisi del dato

Quest'ultima domanda è in grado di riassumere tutti i paradossi sin qui emersi esaminando i precedenti quesiti. Si può osservare un sostanziale livellamento nelle risposte corrette e sbagliate da parte di tutti i rispondenti a prescindere dal percorso formativo. Il secondo paradosso è un netto distacco nel fornire risposte corrette da parte di chi ha seguito più di un corso di tipo non universitario, rispetto alle altre categorie prese in esame. Il terzo paradosso è nel 6,41% di laureati con percorso specialistico che non sa cosa sia più opportuno fare in una situazione come quella indicata.