Adolescenza
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Adolescenza

Adolescenza e transizione: caratteristiche della fase, rapporto adolescente famiglia, disturbi comportamentali ed il ruolo della scuola.

Cerca tra i nostri articoli

Adolescenza

L'adolescenza non è una semplice fase della vita che tutti siamo obbligati ad affrontare, giunti ad uno specifico momento del nostro sviluppo, ma rappresenta una tappa fondamentale della nostra esistenza. Vivere il periodo dell'adolescenza vuol dire subire una notevole metamorfosi fisica e psicologica ; l'individuo si allontana dal mondo spensierato dell'infanzia per percorrer

Definizione di adolescenza

Per adolescenza si intende convenzionalmente quella fase della vita umana, normalmente compresa fra gli 11 e i 18 anni , nel corso della quale l'individuo acquisisce le competenze e i requisiti necessari per assumere le responsabilità di adulto. Nel processo di transizione verso lo stato di adulto entrano in gioco ed interagiscono fra loro fattori di natura biologica, psicolog

L'adolescente nella società complessa

La società attuale è caratterizzata da una notevole complessità, manifestata non solo tramite i diversi linguaggi che la contraddistinguono, ma anche grazie a una scansione movimentata e frenetica dei ritmi di vita quotidiani. Oggi gli individui, fin dalla più tenera età, entrano a far parte di un insieme di regole necessarie per l'adattamento all'ambiente e alla cultura in cui

La famiglia moderna e l'adolescente

La famiglia costituisce il contesto di sviluppo nel quale l'individuo prende vita e si forma. Essa rappresenta, inoltre, il primo e il più importante sistema con cui il soggetto si trova ad interagire costantemente e che gli fornisce gli stimoli indispensabili per iniziare ad entrare nel mondo a piccoli passi, percorrendo  la lunga strada verso la scoperta e la conoscenza dell'

Giovani e adulti

Gli adulti per i giovani rappresentano un modello con il quale rapportarsi, ma anche da cui diversificarsi. Le differenze vengono ancor più ad evidenziarsi nel periodo adolescenziale, dato che il giovane adolescente sta affrontando un processo di crescita che ha come scopo primario quello di permettergli di creare le basi per diventare un adulto con una propria originalità e capa

Amicizia e gruppalità

Con amicizia si indica un sentimento di affetto vivo e reciproco tra due o più persone dello stesso o diverso sesso. È uno dei più importanti sentimenti, alla base della vita sociale, poiché contribuisce al benessere comune ed ha un'importanza notevole per ogni individuo indipendentemente dall'età, dal sesso e dalla situazione economica e sociale. Gli amici sono ritenuti d

Amicizia e gruppalità: una realtà bivalente

Il gruppo come precedentemente affermato, è un contesto ricco di dinamiche, molte delle quali positive per il singolo, ma esso racchiude al proprio interno anche numerose incognite negative che devono essere tenute in considerazione quando si parla dei gruppi di adolescenti. I giovani che si trovano a vivere l'età adolescenziale sono soggetti spesso alla ricerca costante di sta

I disturbi del comportamento in adolescenza

L'adolescente si confronta quotidianamente con le novità e con i cambiamenti che si manifestano nei diversi ambiti della sua vita. Del resto, non solo cambia il suo aspetto fisico e il suo atteggiamento, ma si modifica notevolmente anche il modo con cui gli altri entrano in rapporto con lui: emergono sempre più attese e richieste nei suoi confronti, da parte di adulti e coetanei,

Disturbo da deficit di attenzione / iperattività

Caratteristica fondamentale del disturbo da deficit di attenzione / iperattività o ADHD (secondo l'acronimo inglese) è una persistente disattenzione iperattività-impulsività, che è più frequente e più grave di quanto si osserva tipicamente in soggetti ad un livello di sviluppo paragonabile. Alcuni sintomi di iperattività, impulsività o di disattenzione, che causano una vera e

Il disturbo oppositivo provocatorio

La caratteristica fondamentale del disturbo oppositivo provocatorio è una modalità ricorrente di comportamento negativistico, provocatorio, disobbediente ed ostile nei confronti delle figure dotate di autorità, che persiste per almeno sei mesi ed è caratterizzato da frequente insorgenza di almeno uno dei seguenti comportamenti: perdita di controllo, litigi con gli adulti, opposiz

Disturbo della condotta

La caratteristica fondamentale del Disturbo della condotta è una modalità di comportamento ripetitiva e persistente in cui i diritti fondamentali degli altri, oppure le norme della società, vengono violati . Questi comportamenti si inseriscono in quattro gruppi fondamentali di condotta: condotta aggressiva che causa o minaccia danni fisici ad altre persone o animali, condotta n

Strategie educative

Nel campo dell'educazione e della formazione si fa sempre più viva l'esigenza della qualità. Rendere l'educazione una realtà accessibile a tutti significa, in primo luogo, migliorare e perfezionare il sistema educativo, di modo che esso possa rispondere adeguatamente alle sfide che la società complessa di oggi pone agli individui che la abitano. La possibilità di impostare l'edu

L'intervento di rete

Attraverso la metafora della rete, oggi ampiamente utilizzata nell'ambito dei servizi alle persone, è possibile schematizzare i rapporti tra differenti soggetti, siano essi singoli individui, gruppi o organizzazioni. Ciascun soggetto è rappresentato come un nodo e  l'insieme delle connessioni tra i nodi forma un reticolo che potrà assumere differenti dimensioni, strutture e funzio

La figura professionale del Dirigente

Motivi di natura culturale e amministrativa hanno portato all'affermarsi, nell'ultimo decennio, della figura professionale del Dirigente Scolastico e ne hanno modificato le funzioni e la percezione che ne ha il sistema. Con l'avvento della cultura della qualità e dell'istituto dell'autonomia a carico della scuola pubblica e privata, al Dirigente Scolastico si affidano compiti e re

Strumenti per sostenere l'adolescente in difficoltà

Il dirigente della scuola di oggi si trova a doversi confrontare abitualmente con numerose difficoltà che scandiscono la sua attività professionale e accompagnano la sua vita all'interno dell'istituzione. La gestione dell'istituzione comporta l'utilizzo di una notevole quantità di risorse e non è semplice per il dirigente trovare valide soluzioni ai piccoli e grandi problemi che

Riflessioni conclusive

Affrontare il tema del disagio giovanile è un compito molto complesso, ma importante oggi soprattutto a causa del notevole aumento – o del maggiore riconoscimento - dei comportamenti devianti nei giovani e in particolare negli adolescenti. La particolare fase che essi si trovano ad affrontare determina una maggiore fragilità interiore e una sorta di frammentazione dell'identità,

Bibliografia

Ammaniti M. (a cura di) Manuale di psicopatologia dell'adolescenza, Raffaello Cortina, Milano, 2002 Anzieu D. Dinamica dei piccoli gruppi, Borla, Roma, 1990 Augè M. Il senso degli altri. Attualità dell'antropologia, Bollati Boringhieri,Torino, 2000 Baudrillard J. Il sistema degli oggetti, Bompiani, Milano, 2003 Berzano L. – F. Prina, Socio

Adolescenza, definizione

L'adolescenza è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dello stato infantile a quello adulto dell'individuo. Quando si parla di adolescenza è molto importante ricordarsi che essa è un tema di carattere soprattutto psicologico e darle limiti fissi è un impresa ardua. Diversi autori sostengono che l'adolescenza sia compresa tra gli undici anni e i dicianno