Adolescenza, definizione
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Adolescenza, definizione

Cos'è l'adolescenza? Quando comincia e quando termina l'adolescenza? I principali cambiamenti apportati dall'adolescenza dal punto di vista fisico ed emotivo

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Adolescenza, definizione

L'adolescenza è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dello stato infantile a quello adulto dell'individuo. Quando si parla di adolescenza è molto importante ricordarsi che essa è un tema di carattere soprattutto psicologico e darle limiti fissi è un impresa ardua. Diversi autori sostengono che l'adolescenza sia compresa tra gli undici anni e i diciannove circa, con piccole differenze tra i due sessi.

Durante l'adolescenza avvengono numerosi cambiamenti, non solo a livello fisico, ma, come abbiamo già detto, anche a livello psicologico, il corpo si modifica in maniera decisa, abbandonando le caratteristiche infantili e prendendo forma adulta. Si assiste alla prima comparsa del seno, alla crescita della barba e di tutti gli altri peli corporei sino ad allora assenti, il mutamento del timbro della voce ed una serie di altri mutamenti fisici che culminano, nelle ragazze, con l'inizio delle mestruazioni, e nei ragazzi, con la presenza dei primi spermatozoi attivi.

Questo periodo viene ritenuto estremamente delicato, e nella maggior parte dei casi piuttosto problematico; tutti questi cambiamenti infatti portano spesso ad una impreparazione da parte degli adolescenti che si ritrovano costretti a subire delle modificazioni fisiche pur non essendo per nulla pronti 3.

Gli adolescenti possono quindi sviluppare forti insicurezze o manifestare stati d'ansia, a causa della sensazione di inappropriatezza che li coinvolge, alla maturazione conseguono sempre nuovi comportamenti e quindi risvolti psicologici importanti, che influenzano fortemente lo sviluppo della personalità dei futuri adulti.

Dal punto di vista emotivo, l'adolescente comune manifesta un forte senso di introspezione e di disagio che ha il suo apice soprattutto quando è a contatto con estranei dai quali si sente osservato ma sono assai frequenti i casi dell'adolescente scontroso e ribelle nei confronti delle convenzioni e delle autorità.

Ciò è assolutamente nella norma poiché l'adolescente comincia a voler affermare la propria personalità proprio in coincidenza con la sua maturazione sessuale. In adolescenza sembra che i maschi si misurino solo con i fatti e che le ragazze siano padrone della fantasia e dei sogni. Guardando solo la superficie dell'acqua, si può pensare che i due sessi abitino mondi lontani e che i maschi dimostrino il desiderio sessuale, facciano proposte per concretizzarlo, per un bisogno di identità biologica.

Durante tutta la vita l'organismo umano è sottoposto a continui processi di trasformazione biologica e psicologica. Specialmente fino alla giovinezza a fasi di crescita in lunghezza si alternano fasi di aumento del peso corporeo. È come se l'insieme delle strutture biologiche dopo una fase di costruzione spesso esagerata, si concedessero una pausa tesa al consolidamento, per poi riprendere la corsa verso una nuova fase di crescita.

Sullo sviluppo generale influiscono diversi fattori

Intrinseci

  • Genetici: genitori, sesso, razza
  • Neuroendocrini: ghiandola ipofisi, tiroide, seminali, gonadi, pancreas

Estrinseci

  • Ambientali: valori biometrici caratteristici in relazione alle condizioni ambientali
  • Socio-economici: ceto sociale, struttura del nucleo familiare
  • Alimentari: quantità calorica e protidica giornaliera
  • Attività fisica e sportiva: aumento della densità e del diametro delle ossa, volume e peso dei muscoli, aumento della massa magra4