Il linguaggio del corpo
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Il linguaggio del corpo

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Quando parliamo di "linguaggio del corpo" , focalizziamo il nostro interesse su un "universo" pieno di peculiarità e ricco di risorse, che merita la nostra attenzione dato il suo grande fascino. È davvero importante infatti non tralasciare e sottovalutare i tanti segnali che il nostro corpo e quello delle altre persone ci offre nella quotidianità; in determinate situazioni il nostro corpo può diventare un "veicolo espressivo" che si affianca o sostituisce alla tradizionale comunicazione orale che si esprime attraverso le parole. Affermare quindi che il corpo comunica, non vuol dire enfatizzare in maniera metaforica un concetto, ma vuol essere anzi un modo per evidenziare una realtà concreta.

Alcune emozioni possono essere tenute nascoste quando parliamo, ma possono anche affiorare grazie a uno specifico segnale del nostro corpo; A supporto di quanto affermato prendiamo come esempio, la situazione in cui magari ci troviamo a sostenere un colloquio di lavoro e parliamo facendo trapelare una grande sicurezza e serenità, non accorgendoci presi dalla conversazione che stiamo nervosamente giocherellando con una penna, non riuscendo a trovare una pacifica posizione alle nostre mani; in questo particolare frangente il nostro corpo ha trovato un "alleato ribelle" nel movimento inconsapevole delle mani che smentisce la nostra apparente spavalderia.
Il nostro corpo in determinati contesti può fungere da "falso alleato" dando segnali contraddittori rispetto a quello che noi vorremo far emergere, però può aiutarci anche a farci conoscere dagli altri per quello che realmente siamo; in un certo senso il nostro corpo premia la spontaneità degli atteggiamenti e da "voce" alla parte più profonda di noi.

Vivere un buon rapporto con il nostro corpo ci permette quindi di dare libero sfogo alle nostre peculiarità e di conoscerci più in profondità e in maniera più autentica.

Tantissimi esempi potrebbero essere presi in considerazione per evidenziare ancora quanto il corpo con le sue espressioni, riesca a trasmetterci, ma penso che sia sufficiente soffermarsi su un soggetto che fa della comunicazione corporea un suo tratto distintivo; la persona a cui mi riferisco è il bambino, che fin da piccolissimo si avvale per instaurare un rapporto comunicativo con gli altri di gesti, smorfie, e tante altre risorse che non hanno bisogno del supporto delle parole per riuscire a carpire l'attenzione del proprio interlocutore.

Pensiamo infatti ad esempio a quanto sia diretta e immediata una smorfia o un gesto di disappunto di un bambino, oppure il suo pianto o il suo meraviglioso sorriso; questi suoi segnali, senza dubbio ci conquistano senza bisogno di lunghe conversazioni.
Il corpo ha una quantità enorme di risorse per esprimersi e magari fungere anche da "freno"quando stiamo esagerando con i ritmi frenetici che accompagnano la nostra quotidianità, basta solo non essere troppo distratti.

A volte può accadere che pur avendo la consapevolezza di aver vissuto un periodo molto stressante e di aver superato i nostri limiti, non ci fermiamo mai e aumentiamo anzi sempre di più il nostro ritmo; il nostro corpo in questo caso può essere un valido "campanello d'allarme" che ci fa aprire gli occhi; magari facendoci venire mal di testa e facendoci riposare male, impegnandosi così in una mirata azione di disturbo nei nostri confronti che ci infastidisce ma ci fornisce anche un'opportunità per prendere consapevolezza dei nostri bisogni.
Il corpo quindi per concludere esige attenzione e ha bisogno di interlocutori che valorizzino i suoi diversi segnali, validi strumenti per conoscersi e conoscere in maniera più autentica.

Per riepilogare, il Linguaggio del Corpo è :

Un universo denso di significati
Comunicare anche senza parole
Un'opportunità in più per esprimersi
Osservare per conoscere
Un'occasione per valorizzare i propri gesti e quelli degli altri
Un "terreno fertile" per far emergere anche la parte più nascosta di noi
Un linguaggio da cui imparare e conoscere
Un linguaggio da scoprire in tutte le sue diverse sfaccettature
Un fenomeno che merita attenzione ed è ricco di fascino
Una risorsa preziosa