L'età senile: vita vissuta e prospettive future
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

L'età senile: vita vissuta e prospettive future

Molto spesso si tende a concentrarsi solo sugli aspetti negativi dell'età senile. Ma esistono anche i pregi, e sono molti. Un'età che, sorprendentemente, ha molti punti di contatto con l'adolescenza

Autore:
Ultimo aggiornamento:

L'età senile: vita vissuta e prospettive future

La vita è suddivisa in fasi, che si modificano e si scambiano con il trascorrere del tempo, dall'età infantile a l'età adolescenziale, passando per quella adulta fino a giungere all'età matura o senile.

La vita è un percorso variegato che è caratterizzato da particolarità e tappe obbligate che scandiscono l'esistenza di ciascuno di noi.

Se l'età infantile può essere considerata come il momento privilegiato della scoperta e della dinamicità e allegria e l'età adolescenziale quello della transizione, superficialità e della faticosa conquista di un nuovo status; il modo di porsi nei confronti dell'età matura cambia, perché rappresenta il periodo in cui giungere a una generale stabilità, dove vengono realizzati i più grandi progetti e dove vengono messi in una posizione di primo piano i doveri e le responsabilità.

Si evidenziano sempre di più gli aspetti negativi via via che il tempo passa. L'età senile rappresenta la fase conclusiva della vita dove si rendono sempre più evidenti i segni fisici e psicologici delle esperienze vissute e del tempo che è trascorso.

Però l'età senile non è solo negatività, è un insieme di caratteristiche e peculiarità:

  • È il simbolo del tempo trascorso
  • Un terreno fertile per coltivare le esperienze
  • Una "memoria" di vita
  • Un "Tesoro prezioso"
  • Un periodo di transizione
  • Un modo per accettare e conoscere i propri limiti
  • Un momento per riscoprire nuove potenzialità andando oltre l'età
  • È il momento della maturità
  • È un'occasione per riscoprirsi in nuovi ruoli e coltivare in modo più attento i propri interessi

Pregi e difetti dell'invecchiamento a confronto

Difetti

  • Cambiamento dei ritmi di vita
  • Cessazione dell'attività lavorativa
  • Modificazioni a livello fisico (diminuzione della vista, presenza delle rughe, capelli bianchi ecc)
  • Minori stimoli per affrontare la vita quotidiana
  • Isolamento e modificazione dei legami familiari
  • Senso di spossatezza e affaticamento dovuto spesso anche a una minore spinta motivazionale
  • Sensazione di non adeguatezza, che si può verificare quando la persona non si sente più in grado di affrontare determinate circostanze o ostacoli nel modo abituale

Pregi

  • Avere un maggiore bagaglio di esperienze a cui fare riferimento
  • Vivere la routine quotidiana con ritmi meno frenetici e stressanti
  • Coltivare con più tempo i propri interessi e passioni
  • Dedicarsi con più calma ai propri cari
  • Fornire un supporto ai giovani, avvalendosi delle conoscenze consolidate nel tempo
  • Accettare i propri cambiamenti e limiti, frutto di una naturale evoluzione
  • Poter essere fonte di conoscenza e memoria storica per gli altri
  • Mantenersi attivi rispettando i propri ritmi e comportamenti, magari non più irruenti ma sempre utili e validi
  • Poter essere il "saggio" che trasmette esperienze e validi consigli

    I pregi e i difetti si mettono in evidenza e spesso si incontrano, offrendo un quadro dell'invecchiamento denso di significati e particolari, belli e importanti che meritano di emergere per offrire nuovi spunti di riflessione e prospettive

Adolescenza e Età senile due fasi della vita diverse ma vicine...

  • L'adolescente si confronta con il suo ruolo di "quasi" adulto, l'anziano convive con il suo ruolo di "adulto maturo"
  • L'individuo adolescente vive un'importante fase di transizione e anche l'anziano affronta la fase di radicale cambiamento
  • La persona adolescente vede manifestarsi in modo netto i segni del cambiamento a livello corporeo così come l'anziano
  • Il ragazzo fatica per costruirsi un nuovo status e anche l'anziano è impegnato per certi versi in una fase di "ricostruzione" personale
  • L'adolescente si può trovare spesso in conflitto con gli individui più grandi o più giovani e questo può accadere anche a chi vive l'età senile, essendo le altre generazioni magari troppo distanti dal loro modo di vedere
  • L'età adolescenziale viene spesso definita come una fase di "fragilità" e anche la persona anziana vive un periodo della propria vita che può essere considerato di fragilità
  • L'adolescente va incontro al cambiamento e anche l'anziano vive il cambiamento

Come si può notare da quanto evidenziato, ad una lettura attenta si capisce quanto due realtà a prima vista opposte e lontane, abbiano fra loro delle somiglianze e dei punti di contatto. Questo per sottolineare che l'età senile non è una fase della vita da rilegare in un ruolo passivo e marginale, ma merita per le sue tante peculiarità un'attenzione e un interesse sempre nuovi.

Se l'adolescente merita nella sua fase di transizione un sostegno attento e consapevole anche l'anziano merita questa "preziosa" risorsa.