NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione riconosciuti Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 93377230

Fondamenti di psicologia

Introduzione alla psicologia ed approfondimenti sulla sua nascita ed evoluzione. Ruolo e contributi specifici dei personaggi chiave che hanno portato all'attuale concezione della psicologia e approcci metodologici.

Psicologia: contraddizioni di una scienza ibrida

La psicologia nasce per ibridazione di altre discipline, ed è quindi in questo che si deve ricercare la sua complessità e, spesso, gli aspetti contraddittori che la caratterizzano, frutto della molteplicità di influenze che da altre discipline ha ereditato. Le tre grandi aree disciplinari che l'hanno originata si possono individuare nella filosofia , nelle scienze biologiche ,

Oggetto della psicologia e vicende storiche

Nel pensiero greco possiamo riconoscere due linee guida nello studio della psicologia. Il primo percorso è quello che cerca di rintracciare nelle antiche civiltà i riferimenti tra sistema nervoso ed attività psichica. In quasi tutte l'attività psichica era collocata nel cuore. Questo valeva per la scienza egizia, per quella cinese ed ebraica. Anche per il mondo greco valeva quest

Le vicende storiche nella nascita, evoluzione e consolidamento della psicologia

Il ruolo di: Aristotele, S. Agostino, S. Tommaso Anche Skinner ritiene insufficiente il modello di comportamento rispondente, ed introduce il concetto di comportamento operante, riconoscendo al comportamento umano una certa operatività e attività spontanee. Non tutto è elicitato da stimoli esterni. Il comportamentalismo si evolve via, via che si arricchisce di nuovi elementi,

I problemi della psicologia

Le correnti psicologiche esaminate sino ad ora si differenziano principalmente per il loro modo di considerare l'oggetto come coscienza o come comportamento. Il coscenzialismo considera questa una base oggettiva, in quanto riduce l'area dello psichico a quella del pensiero, accessibile e consapevole. L'esperienza diretta forma la coscienza ed il pensiero, ed è considerata un dato

L'attenzione

L'attenzione si può scomporre in focalizzazione e concentrazione . Focalizzando l'attenzione si compie un processo di selezione delle informazioni e degli stimoli che si ricevono poiché, se fossimo attenti a tutte le informazioni contemporaneamente, avremmo un sovraccarico di imput che non ci consentirebbe l'apprendimento. La nostra attenzione funziona come un "collo di bottiglia"

Percorso filosofico della psicologia scientifica

Le fasi evolutive della psicologia, come delle altre scienze, sono da ricercare con Galileo (1600). La scienza cessa di esistere come frutto di una semplice riflessione per basarsi sull'esperienza, su esperimenti ripetibili. Cominciano a far parte della scienza solo quei fenomeni quantitativamente riproducibili e la cui analisi è di tipo oggettivo e non soggettivo. Si afferma il

La psicologia come disciplina autonoma

L'idea di una disciplina autonoma nasce verso la fine del ‘700 con Herber , il quale afferma che il pensiero di un soggetto può essere studiato mediante l'introspezione, guardando cioè dentro la mente. Techner e Darwin Questi pensatori e ricercatori testimoniano che la psicologia cosiddetta scientifica ha utili

Storia della scienza e definizione della psicologia

La situazione nella quale si era ormai giunti grazie alla nascita ed all'evoluzione del metodo scientifico, portò inevitabilmente scompiglio nel mondo della psicologia e nel suo tentativo di acquisire la denominazione di scienza. Era ormai assodato che solamente il corpo poteva essere spiegato in base alle generali leggi della natura, le attività psichiche sfuggivano a tali leggi

Lo strutturalismo

Titchener prima esporta i risultati tedeschi di Wundt in Inghilterra poi in USA. L'esperienza immediata, oggetto d'indagine psicologica si manifesta come mente = somma di tutti i processi psichici individuabili, coscienza = somma dei processi psichici in un determinato momento della vita di un individuo. Scopo dell'indagine psicologica Descrivere contenuti ed elementi della

Caratteristiche della psicologia scientifica

Secondo Wundt , affinché la psicologia possa divenire scientifica, dovrebbe abbandonare la metafisica a favore dell'esperienza. In questo modo il punto di partenza tra la psicologia e le altre scienze sarebbe diverso, per l'appunto l'esperienza, ma sarebbe considerato da due angolazioni differenti: oggettivo per le scienza della natura, soggettivo per la psicologia. Il metodo dell

Psicologia funzionalistica

Atteggiamento fenomenologico -> che metodo usiamo? Critica dell'empirismo (esperienza passata). Teoria di campo -> organizzazione dell'esperienza sulla base della percezione di tutti i sensi. Postulato dell'isomorfismo -> Identità strutturale tra piano dell'esperienza e processi fisiologici. Al modello meccanicistico ripreso dalla fisica classica, i gestaltisti, contrappongo

Il metodo comparativo

A Galton si deve l'impostazione quantitativa del metodo comparativo, attraverso il ricorso all'elaborazione statistica di dati osservabili. Questo metodo fu molto importante per la nascita di mezzi di studio come i questionari ed i reattivi mentali, che ebbero ed hanno grande rilievo nella storia della psicologia. La scuola del funzionalismo è stata la prima a nascere e crescere

Comportamento operante

Anche Skinner ritiene insufficiente il modello di comportamento rispondente, ed introduce il concetto di comportamento operante, riconoscendo al comportamento umano una certa operatività e attività spontanee. Non tutto è elicitato da stimoli esterni. Il comportamentalismo si evolve via, via che si arricchisce di nuovi elementi, abbandonando i modelli meccanicistici iniziali,

Metodologia di ricerca: nomotetica e idiografica

I metodi di ricerca, in psicologia, si sono concentrati, dall'800 in poi, in 3 categorie principali : Metodo sperimentale Metodo clinico Metodo psicometrico, che utilizza i test per le sue ricerche In realtà esisterebbe anche il metodo fenomenologico, anch'esso riconosciuto ma collocabile nell'osservazione psicologica. Le tre metodologie in esame si riferiscono tutte ad

Metodologie a confronto

METODOLOGIA SPERIMENTALE La verifica segue i caratteri delle scienze naturali Lo psicologo è attento agli aspetti quantitativi del comportamento (facendo una statistica sul numero di casi presi in esame) Il procedimento seguito è comune a tutti gli esperimenti: Ipotesi di partenza Riproduzione del fenomeno Verifica dell'ipotesi nulla L'obiettivo è quel

Il metodo sperimentale

Inibizione mnestica retroattiva Gli studiosi della memoria hanno verificato che la memoria, senza interferenze, lavora meglio (es. studiare prima di andare a letto è più proficuo che non studiare più parti di una stessa materia una dopo l'altra). Un'interferenza provoca una inibizione mestica retroattiva, vale a dire che un secondo apprendimento danneggia uno precedente. Quanto

Conclusioni sulle metodiche applicative in psicologia

Cosa rende l'osservazione oggettiva? La validità La relazione di causa-effetto fra le variabili (non caso ma causa). Interna (all'esperimento causa effetto) Esterna (tra l'ipotesi che guida la ricerca e l'esperimento) Di costrutto (tra l'esperienza e la teoria di riferimento) Statistica (calcolo delle probabilità, elaborazione dei dati) Vero esperimento e quasi esper

Psicologia e metodo scientifico

Per affrontare adeguatamente il problema della scientificità della psicologia, dovremo distinguere il livello epistemologico da quello metodologico , nonostante le relazioni tra loro esistenti. Il livello epistemologico è il più astratto e riguarda le assunzioni di ogni scelta metodologica, ogni metodo utilizzato, infatti, poggia su presupposti filosofici, ad esempio la scelta d

Diagnosi, valutazione, spiegazione, misurazione

Osservazione, valutazione, teoria e spiegazione costituiscono i pilastri di ogni ricerca scientifica, compresa l'indagine psicologica, nella quale qualunque osservazione è sempre ed inevitabilmente una valutazione che, facendo capo ad una teoria, cerca di interpretare i fatti osservati. La diagnosi è il frutto delle conoscenze teoriche dell'osservatore, che valuta i dati interpret

Il metodo psicometrico

Il dibattito sulle tecniche da utilizzare o utilizzate in ambito psichiatrico e psicologico, non poteva non coinvolgere anche il mondo dei test di livello, meglio conosciuti come test d'intelligenza. Da un lato le critiche sono mosse nei confronti del loro uso inadeguato o scorretto, dall'altro si mette addirittura in dubbio la loro scientificità chiedendone l'abolizione. Tale sc

L'intelligenza

In merito alla struttura dell'intelligenza vi sono diverse teorie: la teoria monofattoriale sostiene che vi sia un'intelligenza generale e, accanto ad essa un insieme di fattori specifici. Il fattore predominante, definito fattore "g" presiederebbe al vertice di una scala di fattori ausiliari e di completamento. La teoria multifattoriale , per contro, sostiene che l'intelligenza

Test di personalità

La descrizione dei tratti analitici della personalità, è sempre stato tra gli scopi degli psicologi, non solo clinici. E, anche se in questo campo si è comunque raggiunto un apprezzabile risultato, comunque la minore standardizzazione, rispetto ai test di livello, impone un più alto grado di controllo, non tanto per lo scarso livello di validità del mezzo, quanto per la possibile i

La memoria

Le operazioni mestiche più utilizzate nello studio della memoria e della sua capacità sono: il riconoscimento, consistente nel decidere se un dato stimolo lo abbiamo già visto o ascoltato, ed è il metodo più semplice; riapprendimento misura il tempo risparmiato per riapprendere del materiale conosciuto, la quantità di informazioni rimaste in memoria è di circa il 30%, equivalente a

Rappresentazione ed organizzazione della conoscenza

MLT - rappresentazione e organizzazione delle conoscenza L'informazione entra mediante reiterazione verbale Le informazioni permangono in forma semantica, organizzate in funzione del significato Non ha limite di capacità I suoi contenuti non vengono perduti, al più sono ostacolati da interferenze Il recupero può avvenire in pochi minuti o richiedere anni Il recupero è

Emozioni di base

Positive : Amore, Gioia, Sorpresa Negative : Rabbia, Tristezza, Paura. La misurazione delle emozioni può avvenire lungo tre dimensioni: qualità (positiva – negativa) potenza (forte – debole) attività (alta – bassa) Emozione = potenza motivazionale. Fattori: Fisiologico Espressivo Cognitivo Fattore fisiologico Ambienti relativi ai processi biochimici. Coinv

Il linguaggio

Il linguaggio consiste nella competenza ad associare suoni e significati mediante regole grammaticali che variano con il variare delle lingue specifiche. Anche i pappagalli imparano a pronunciare parole, ma non possiedono il linguaggio, gli scimpanzé possono imparare a comunicare ma non utilizzano le due funzioni del linguaggio, vale a dire quella comunicativa e quella simbolica

I rapporti tra pensiero e linguaggio

È possibile pensare in termini non verbali, tenendo conto che il concetto, in quanto entità del pensiero, è la rappresentazione mentale di un oggetto o di un evento. Ogni concetto è costituito dall'intenzione e dall'estensione e, nella fase dell'apprendimento, è più facile imparare concetti concreti, piuttosto che concetti astratti. Il pensiero è definibile come l'attività m

Attaccamento e socializzazione primaria

È quella forma di comportamento umano che si manifesta in una persona quando consegue o mantiene una prossimità nei confronti di un'altra persona chiaramente identificata, cioè scelta perché in grado di affrontare il mondo in maniera adeguata. Il comportamento di attaccamento è più evidente: In età infantile In momenti della vita, anche da adulti, in cui la persona è sp

Mental Training: teorie di riferimento

Il mental training si avvale di alcune teorie che ne evidenziano l'utilità. La teoria psiconeuromuscolare Si basa sull' effetto Carpenter , cioè sul fatto che la rappresentazione mentale di un movimento determina una stimolazione dei muscoli interessati dall'attività immaginativa. In pratica quando si cerca di immaginare di attuare una sequenza motoria, lo stimolo derivato da

Cos'è l'attenzione?

L' attenzione può essere suddivisa in volontaria od automatica: i processi attentivi infatti, si possono distinguere in volontari (controllati) e automatici (Norman & Shallice, 1986; Shallice, 1988). I primi richiedono un elevato dispendio di risorse, sono impiegati in compiti difficili e sono attivati in situazioni nuove. I processi di controllo volontario hanno le seguenti

Il Sistema Attentivo Supervisore

Spesso perseguiamo scopi multipli. Inoltre la maggior parte delle nostre azioni si basa sull' elaborazione di diverse componenti cognitive . È quindi necessario un sistema di controllo che ci permetta di selezionare e di decidere quando e come implementare i nostri scopi e che coordini le componenti di elaborazione. Il Sistema Attentivo Supervisore (SAS) infatti, fornisce ris

Il disturbo di attenzione e iperattività

Il disturbo di attenzione e iperattività (DDAI) è una patologia dello sviluppo che si manifesta con comportamenti motori eccessivamente agitati o poco appropriati per raggiungere uno scopo (Dencjla & Heilman, 1979); i soggetti si muovono troppo, non possono stare fermi, sono irrequieti e spericolati, parlano incessantemente e sono troppo curiosi (August & Stewart, 1983). L'e

Cerca tra i nostri articoli

pulsante_div_chiusura_mouseup

Informativa privacy