La psicologia come disciplina autonoma
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

La psicologia come disciplina autonoma

la psicologia come discipllina autonoma, il ruolo di: Techner, Darwin, Wundt

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La psicologia come disciplina autonoma

L'idea di una disciplina autonoma nasce verso la fine del ‘700 con Herber, il quale afferma che il pensiero di un soggetto può essere studiato mediante l'introspezione, guardando cioè dentro la mente.

Techner e Darwin
Questi pensatori e ricercatori testimoniano che la psicologia cosiddetta scientifica ha utilizzato apporti provenienti da altre discipline scientifiche quali la fisica e la biologia. Techner (fisico) si era occupato di studiare una formula che potesse riunificare corpo e spirito, considerati separati. La psicofisica, disciplina particolarmente competente delle misurazioni dei tempi di reazione di un individuo agli stimoli dell'ambiente esterno rappresenta l'esito del suo tentativo.

Darwin, noto per le sue ricerche sull'evoluzione dell'uomo e degli animali, ha offerto alla psicologia il concetto di adattamento, come concetto chiave per comprendere il comportamento non solo biologico, ma di tutto il pensiero umano. La psicofisica trova la sua massima applicazione nel pensiero, l'adattamento nel comportamento.
Wundt
Gli è riconosciuto il merito di aver costituito la psicologia come scienza indipendente, fonda il primo laboratorio di psicologia sperimentale, dove si misuravano i tempi di reazione e le associazioni mentali. L'oggetto della psicologia è l'esperienza umana ed il metodo per analizzarla è l'introspezione. L'ipotesi scientifica consiste nello scomporre i processi coscienti in elementi semplici così che siano meglio osservabili. Oggetto dell'indagine psicologica: esperienza umana immediata. Metodo sperimentale: identificazione, controllo, quantificazione di processi sensoriali percettivi semplici.

    Le 4 fasi dei processi psichici sono:
  • stimolazione
  • percezione
  • qualificazione
  • volontà

Parallelismo psicofisico: processi mentali e processi fisici sono paralleli, i primi non causano i secondi e viceversa ed a ciascun cambiamento degli uni, corrisponde un cambiamento degli altri.