Rappresentazione ed organizzazione della conoscenza
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Rappresentazione ed organizzazione della conoscenza

La memoria a lungo termine e la rappresentazione ed organizzazione della conoscenza. Le cause dell'oblio.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Rappresentazione ed organizzazione della conoscenza

MLT - rappresentazione e organizzazione delle conoscenza

  • L'informazione entra mediante reiterazione verbale
  • Le informazioni permangono in forma semantica, organizzate in funzione del significato
  • Non ha limite di capacità
  • I suoi contenuti non vengono perduti, al più sono ostacolati da interferenze
  • Il recupero può avvenire in pochi minuti o richiedere anni
  • Il recupero è facilitato da indici e suggerimenti

Ci sono diversi livelli di elaborazione delle informazioni ed equivalgono alla profondità di ritenzione. Ad es. l'apprendimento di materiale verbale è seguito dall'elaborazione fonetica; e dall'elaborazione del significato.

L'organizzazione della conoscenza, ovvero la categorizzazione:
Scopi: riduzione della complessità ambientale + strumento di identificazione + minore necessità di apprendimento costante + criterio di decisione dell'appropriatezza delle azioni + relazionare ed ordinare classi di oggetti o di eventi.
Per individuare i concetti ci serviremo di

  • Regole logiche
  • Attributi rilevanti
Organizzazione soggettiva della memoria secondo Tulving:
  • Memoria semantica = organizzazione formale della conoscenza (la prima lezione di psicologia)
  • Memoria episodica = esperienza soggettiva e vissuti emotivi (il primo giorno di scuola)

Cause dell'Oblio

  • Interferenza, causa della trasformazione del materiale presente in memoria o dell'oblio nel tempo, l'interferenza si realizza attraverso:
    • Materiale da apprendere
    • Attività realizzate prima del compito
    • Attività realizzate dopo il compito
    L'interferenza aumenta in base alla somiglianza del materiale da ricordare ed in base alla quantità
  • Deterioramento della traccia, il tempo agisce sulla forza del ricordo: oblio o trasformazione del materiale
  • Memoria ed emozione, tendiamo a ricordare in maniera differente episodi legati a forti emozioni ed in particolare secondo il seguente ordine:
    • Eventi piacevoli
    • Eventi carichi emotivamente
    • Compiti interrotti