La respirazione
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

La respirazione

Definizione ed analisi del processo di respirazione. Disamina di: vie respiratorie superiori, tratto respiratorio, zona di conduzione. Meccanica respiratoria. Forze che intervengono nella ventilazione polmonare

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La respirazione

Generalità: la respirazione è il processo che consente gli scambi gassosi e include la respirazione interna ed esterna.

La respirazione interna: l'uso dell'ossigeno trasportato dal sangue nei mitocondri per la produzione di ATP e come prodotto metabolico di anidride carbonica.

La respirazione esterna: include quattro processi

  • la ventilazione polmonare
  • lo scambio di ossigeno e di anidride carbonica tra gli spazi aerei polmonari e il sangue
  • il trasporto di ossigeno e anidride carbonica nel sangue
  • lo scambio di ossigeno e anidride carbonica tra il sangue e i tessuti

Tra le funzioni del sistema respiratorio vi sono la fornitura di ossigeno ai tessuti e l'eliminazione di anidride carbonica, il mantenimento dell'equilibrio acido-base nel sangue, la fonazione e la protezione contro i fattori patogeni ed irritanti che si trovano nell'aria.

Le vie respiratorie superiori: includono la cavità nasale, la cavità orale e la faringe. Dopo la faringe, che costituisce una via di passaggio comune per l'aria e per il cibo, le vie per il passaggio di questi elementi divergono.

Il tratto respiratorio: forma la via per l'aria e può essere diviso funzionalmente in due componenti: la zona di conduzione e la zona respiratoria.

La zona di conduzione: (laringe, trachea, bronchi e bronchioli) permette il passaggio dell'aria dalla laringe ai polmoni. La zona di conduzione è ricoperta da un epitelio che contiene le cellule a calice e le cellule ciliate.

La zona respiratoria: (bronchioli respiratori, dotti alveolari, alveoli e sacchi alveolari) è la sede degli scambi di gas nei polmoni.

Gli alveoli: costituiscono la sede principale di scambio. La parete di un alveolo contiene cellule di tipo 1 e di tipo II.

Le cellule di tipo I: sono cellule endoteliali dei capillari che formano la membrana respiratoria attr-averso cui ha luogo lo scambio gassoso.

Le cellule di tipo II: secernono la sostanza tensioattiva polmonare. Negli alveoli si trovano anche i macrofagi alveolari del sistema immunitario.

Le pleure: sono membrane che ricoprono la parete toracica (esterno) e i polmoni (interno), formando il sacco pleurico attorno a ciascun polmone.

Lo spazio intrapleurico: è lo spazio tra le due membrane pleuriche ed è riempito da un sottile strato di liquido intrapleurico.

La parete toracica: è formata dalla gabbia toracica, dallo sterno, dalle vertebre toraciche, dai muscoli e dal tessuto connettivo associati.

I muscoli della parete toracica: includono i muscoli intercostali interni ed esterni e il diaframma.

Meccanica respiratoria

Forze che intervengono nella ventilazione polmonare

La pressione atmosferica: è la pressione dell'aria all'esterno dell'organismo.

La pressione alveolare: è la pressione dell'aria negli alveoli.

La pressione intrapleurica: è la pressione del liquido intrapleurico. Siccome i polmoni e la parete toracica sono elastici, nell'intervallo tra due respiri la parete toracica tende ad espandersi mentre i polmoni tendono a ritrarsi in posizione di riposo. Queste forze opposte tendono a far separare la parete toracica dai polmoni, creando una pressione intrapleurica negativa.

L'inspirazione e l'espirazione: sono guidate dalla differenza tra la pressione atmosferica e quella alveolare, il gradiente di pressione.

Il gradiente di pressione: si instaura quando il volume polmonare si modifica. L'inspirazione viene determinata dalla contrazione del diaframma e dei muscoli intercostali esterni che espande la cavità toracica e fa diminuire la pressione intrapleurica (forza che espande i polmoni).

L'inspirazione: si verifica quando la pressione alveolare scende a valori più bassi di quella atmosferica.

L'espirazione durante la respirazione a riposo: si ha quando la parete toracica e i polmoni ritornano passivamente nella loro posizione originale.

La circolazione polmonare: il cuore destro pompa sangue deossigenato ai capillari polmonari, dove l'ossigeno diffonde dagli alveoli al sangue e l'anidride carbonica dal sangue agli alveoli. La membrana respiratoria fornisce un'ampia superficie di piccolo spessore ed una breve distanza alla diffusione, permettendo quindi una velocità di diffusione estremamente rapida. Il sangue ossigenato ritorna alla parte sinistra del cuore, dove viene pompato ai capillari sistemici nei tessuti dell'organismo. L'ossigeno diffonde dal sangue ai tessuti e l'anidride carbonica dai tessuti al sangue. Il sangue deossigenato ritorna alla parte destra del cuore.

polmoni