Il metodo per dimagrire
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Il metodo per dimagrire

Il metodo infallibile per dimagrire: la base di partenza per ottenere risultati. Partire dai fattori che portano all'aumento ponderale e non concentrarsi sull'aumento stesso, che è solo un sintomo.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Perché questo metodo funziona? Perché ha un approccio nuovo, innovativo. Questo programma non vi suggerisce diete perché l'alimentazione non è il vostro vero problema: è solo un sintomo. Disagio, bassa autostima, esperienze dolorose, scarsa considerazione di voi stessi, stress, noia e moltissimi altri fattori vi hanno portato ad ingrassare. Quindi il vostro grasso è solo la conseguenza di qualcos'altro, non la causa. Ed è per questo che il metodo funziona ed ha funzionato con tanti pazienti, perché parte dalla persona e non dai sintomi quali l'eccesso ponderale. Proporvi di seguire un'altra dieta tra le mille che avrete sicuramente già sperimentato, equivale a trattarvi come quel medico che anziché curare la varicella, curava solo le pustole sulla pelle.

Quindi, mettiamoci al lavoro. In cosa consiste il metodo? Per prima cosa nell'impostare correttamente e definitivamente il problema nei giusti termini: perché le persone non riescono a dimagrire? Cosa scatta nella loro testa? Si può veramente fare qualcosa per dimagrire una volta per tutte? Si può perdere peso senza perdere la testa, cioè senza sentirsi nervosi, tristi e depressi? Com'è possibile non recuperare il peso perduto?

Che taglia siete

Quante volte, la domanda sulla vostra taglia vi ha imbarazzato anche quando a chiedervelo era la commessa di un negozio che, senza questa informazione, non poteva darvi il vestito che volevate provare? Quante volte, paragonandovi ad un'amica, avete provato invidia per la sua taglia 42? E quante volte avete fantasticato di poter indossare, almeno per un momento, la taglia 40? Scommetto che avete assaporato la sensazione di entrare in quei pantaloni microscopici e di sentirvi finalmente un'altra persona, più sicura, più forte, più vincente. Bene, adesso smettete di sognare e ascoltatemi attentamente: la persona sexy, vincente, sicura, forte e meravigliosa siete sempre voi!

No, non è un luogo comune: vi rendete conto che molte persone (in particolare donne), pensano che riuscire a calzare un vestito di due taglie in meno, possa loro regalare gioia, sicurezza e successo con l'altro sesso? Fate un esperimento: provate a domandare ad un vostro qualsiasi collega d'ufficio come vi stavano i pantaloni che avevate l'altro ieri e scoprirete che non se li ricorda nemmeno! Quello che le persone apprezzano negli altri è completamente diverso da quello che pensate. Certo, un bel sedere o un bel seno, o un fisico palestrato non passano inosservati, ma quanti di voi vorrebbero lavorare o vivere accanto a qualcuno che ha solo questo da offrire? Dopo un po' non si fa più caso all'aspetto fisico e quello che resta è il carattere, la disponibilità, i modi di fare, il sorriso, la piacevolezza. Se voi continuerete a concentrarvi solo sul vostro sederone, sulla pancia abbondante o sulla taglia, cosa avrete da offrire agli altri per farvi veramente apprezzare? E soprattutto, se questi pensieri vi occupano la mente rendendovi inquieti, tristi ed irascibili, che persona siete con gli altri? Quanto vi farebbe piacere trascorrere un'intera giornata con qualcuno che si preoccupa tanto del proprio aspetto fisico che non ha tempo per accorgersi degli altri? Che non ha tempo per sorridere o essere gentile?

Più vi concentrate sui vostri aspetti negativi, più gli altri se ne accorgono e vedono solo quelli. Se invece vi concentrate sul vostro valore, sulla vostra bravura al lavoro, sul vostro affetto di genitori, sui vostri hobby, quanto avete da guadagnarci? Voi non siete il vostro sedere, le vostre gambe tornite o la vostra faccia rotondetta. Voi siete voi. Siete molto di più di questo: avete un carattere, una personalità diversa da qualsiasi altro (nessuno è uguale a qualcun'altro), avete delle idee, delle opinioni e delle passioni. E nessuno può giudicarvi per la taglia che portate. Ed in effetti nessuno lo fa. Siete voi che nel tentativo di nascondere quelli che ritenete difetti, ripiegati su voi stessi a rimuginare sulla vostra forma fisica, finite col mettere in mostra e presentare agli altri su un piatto d'argento il fianco alle critiche.

Credetemi: a nessuno interessa davvero se quando vi vestite al mattino scegliete un capo 52 o 38: interessa solo a voi. Smettetela di concentrarvi sui vostri aspetti negativi: tutti li abbiamo. Cominciate a coltivare quelli positivi, da adesso. Questo atteggiamento di autopunizione che vi state infliggendo vi fa soffrire ed allontana le persone. State diventando o siete già diventati una persona brutta perché non vi apprezzate e quindi andate in giro trasandati, non vi curate più come prima, vi sentite goffi e vi comportate come tali. E chi l'ha detto che non meritiate un bel vestito? Ci sono migliaia di negozi specializzati in taglie forti. Chi l'ha detto che il nero o il grigio vomito siano gli unici colori che meritate? Purtroppo lo avete stabilito voi. E solo voi potete decidere di dire basta. Finché vi vedrete una persona brutta e non meritevole di apprezzamento, darete quest'immagine di voi agli altri. Gli altri vi vedranno così come vi vedete voi. Ora uscite a fare una passeggiata tenendo le spalle ben dritte e gli occhi fieri. Dovete fare ogni passo sentendovi voi stessi, riappropriandovi di voi stessi. Mentre camminate pensate alle vostre qualità, immaginate che ogni persona che incrociate veda in voi le vostre buone maniere, la vostra personalità, le vostre idee chiare. E le vedrà.