La modella e la star hollywoodiana
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

La modella e la star hollywoodiana

Primi passi nel metodo corretto per il dimagrimento: porsi obiettivi realistici e ragionevoli, senza pretendere di stravolgere il proprio fisico. La regola del set point: perché non possiamo dimagrire in fretta in modo duraturo.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Come prima cosa, mettetevi davanti allo specchio e formulate l'obiettivo che volete raggiungere. Perché davanti allo specchio e non sulla bilancia? Perché dovete partire assolutamente da voi, dal vostro corpo, dalle vostre forme e non dal modello che avete in testa. Cioè non dovete cominciare un programma fitness, alimentare o qualsiasi altro buon proposito con l'idea che volete diventare come la vostra compagna di classe, la modella del momento o l'attore palestrato.

Questi "divi" che rappresentano tra l'altro una percentuale irrisoria rispetto al totale dell'umanità, hanno probabilmente una costituzione diversa dalla vostra: ecco perché sono in televisione! Inoltre questa ristretta elite di persone vive della propria immagine e per questo dedica un tempo considerevole a cure e mantenimento. Ne fanno la propria professione. Sarebbe come dire che voi, anziché andare al lavoro ogni mattina andaste invece in palestra, a fare i massaggi, a sottoporvi alle cure di bellezza… una bella vita vuota, non vi pare?

Se il vostro modello non sarete voi stessi, avrete sempre frustrazioni perché non raggiungerete mai e davvero mai il vostro scopo. Vi sentirete sempre tristi ed arrabbiati. Se il vostro modello non sarete voi ma qualcun altro, non starete applicando il metodo perché starete ancora una volta cercando di estraniarvi da voi, di essere qualcun altro. Starete rigettando voi stessi, non vi considerate degni, non pensate veramente di poter cambiare. In sostanza state pensando che gli altri vi accetteranno solo se assomiglierete a qualche attricetta del momento.

Non riuscite a cambiare prospettiva? Fate e rifate questi esercizi di fantasia e soprattutto usateli in tutti i momenti in cui una vocina dentro di voi vi dirà: "Magari fossi come lei / lui"; "Voglio assolutamente essere come lei / lui".

  • Provate ad immaginare che il vostro cane bassotto si danni la vita perché a tutti i costi vuole essere un alano! A parte il fatto che per quanto si sforzi non ci riuscirà mai, ma che vita terribile sarebbe la sua?
  • Adesso immaginate che il vostro partner faccia quotidianamente degli sforzi sovrumani per assomigliare ad Antonio Banderas o a qualsiasi altro sex symbol di Hollywood. Come sarebbe la sua esistenza? Come sarebbe stargli accanto? Cosa pensereste di una persona che cerca di emularne un'altra? Non lo considerereste forse infantile e privo di personalità? Non pensereste che sia sciocco e che si sta rovinando la vita per una scemenza? E se pure riuscisse ad assomigliargli, non sarebbe sempre la brutta copia di qualcun altro? L'ombra di se stesso? Inoltre voi l'avete scelto proprio perché è lui, non perché un giorno sarebbe assomigliato a Banderas!
  • E ora pensate a voi, guardate tutto quello che avete fatto in passato, i modelli di bellezza che avete scelto. Quanto avete sofferto per rincorrere qualcosa che non potete raggiungere? Quanto tempo avete perso quando avreste potuto da subito diventare semplicemente la bella copia di voi stessi? Solare, sorridente e curata?

Dovete confrontarvi unicamente con voi stessi in un percorso teso al miglioramento. E questo non vuol dire aspettarsi dei risultati mediocri. Pensate alle fotografie "prima e dopo" che spesso appaiono sui giornali di moda ed ora riguardate voi stessi allo specchio. Migliorare non significa solo perdere peso, ma anche curarsi di più dentro e fuori. Ogni volta che fate un progresso, dovreste premiarvi con una seduta dal parrucchiere per un rinnovamento del taglio o con un capo d'abbigliamento che ben si accordi ai vostri colori di base e persino con un cioccolatino. Spesso le persone in sovrappeso si trascurano quasi per punirsi dei loro chili in più. Cominciare a curarsi significa vedersi più belli, più attraenti e quindi trarre nuova linfa e motivazione per impegnarsi di più. Tutto ciò può essere realizzato solo se riuscirete a ritrovare la stima in voi stessi perché, come dice un famoso slogan pubblicitario, voi valete. E valete indipendentemente dai chili in più, avete diritto di dire la vostra e a non estraniarvi dal gruppo di amici, dalle attività sociali perché voi possedete pari dignità sia se pesate 80 chili che se ne pesate 50!

La regola del set point

Un altro motivo per il quale dobbiamo imporci di assomigliare a noi stessi e non ad un'altra persona, risiede nella regola del set point. Si tratta di un ostacolo biologico, a causa del quale non possiamo pretendere di stravolgere completamente il nostro fisico perché è semplicemente impossibile farlo.
Il set point è il rapporto tra la massa magra, i nostri muscoli, e la massa grassa, cioè i grassi presenti nel nostro corpo.

Il nostro fisico ritiene che questo rapporto stia in equilibrio qualunque sia il nostro peso e in particolare se è già da alcuni mesi o anni che ci siamo stabilizzati su questi chili. Per tale ragione tenta in tutti i modi di mantenerci in questo stato, cioè di mantenere il peso così com'è. Più, attraverso sport e alimentazione, tentiamo di abbassare la percentuale di questo rapporto, più il cammino si farà difficile fino a diventare impossibile. Senza scendere in dettagli medici, la morale di questa regola è che, dato il nostro peso e la nostra quantità di muscoli in relazione al grasso corporeo, è inutile prefiggerci di perdere troppi chili in una sola volta perché il corpo si opporrebbe. Quello che possiamo fare è abbassare questo rapporto lentamente e poco alla volta, facendo delle pause tra una dieta e l'altra con diete di mantenimento e sport costante.

Quindi, ancora una volta, voler assomigliare a qualcun altro ci porta solo delusioni e sconfitte. Cercare di migliorare se stessi è invece la chiave per riuscire ed essere soddisfatti.