Valutazione del cammino e ostacoli quotidiani
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Valutazione del cammino e ostacoli quotidiani

Questo testo è un'introduzione ad un innovativo approccio allo studio della GAIT ANALYSIS, o in italiano chiamata ANALISI DEL MOVIMENTO.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Valutazione del cammino e ostacoli quotidiani

L'innovazione tecnologica e l'uso di sistemi avanzati e si stanno dimostrando preziosi nell'arricchire ed integrare i tradizionali metodi di valutazione di funzionalità dei gesti motori quotidiani e, in molti casi, possono fornire informazioni ed indici di grande utilità nella scelta e nel controllo dei percorsi di allenamento al mantenimento dell'efficienza fisica.

Lo studio delle alterazioni posturali e motorie può dare informazioni molto importanti per conoscere il livello di limitazione funzionale conseguente a vizi o atteggiamenti posturali scorretti che possono evolversi nel tempo in patologie. Inoltre fornisce importanti elementi di valutazione dell'efficacia di interventi rieducativi nel recupero delle alterazioni conseguenti allo stato patologico.

Risulta quindi di fondamentale importanza soprattutto per questi soggetti potersi avvalere di tecniche innovative e strumentazioni all'avanguardia che permettano di descrivere, quantificare e valutare il movimento. Il cammino è un movimento molto complesso che vede coinvolte sinergicamente diverse articolazioni ed è risultato di interazioni estremamente raffinate tra diversi muscoli e articolazioni.

Il fine del progetto è studiare le problematiche relative al cammino e limitare le discronie e le distonie che possono prevenire le cadute soprattutto nei soggetti anziani. La ricerca prenderà avvio dall'analisi dei dati comportamentali e fisiologici raccolti con smartphone e sensori indossabili durante le attività della vita quotidiana.

La vera innovazione è proprio nella semplicità in cui qualsiasi operatore e utente sarà in grado di compiere una valutazione funzionale completa, semplicemente utilizzando un'applicazione specifica con uno strumento "low-cost" e "user-friendly".

Questa tesi è un'introduzione ad un innovativo approccio allo studio della GAIT ANALYSIS, o in italiano chiamata ANALISI DEL MOVIMENTO.

Andremo ad affrontare un indagine pilota che ha come obiettivo quello di trasformare lo smartphone in un valido strumento, per monitorare i movimenti del corpo umano o misurare il rischio di cadute. A sviluppare questa idea sono stati un gruppo di ricercatori dell'Alma Mater di Bologna.

Grazie ad essa sarà possibile rilevare eventuali pattern attribuibili a probabili cadute e ricavare indicazioni utili per prevenirle, assicurando agli anziani una maggiore autonomia e fornendo all'operatore un'arma in più per indirizzare i soggetti a comportamenti motori corretti e preventivi.

Saranno sviluppati nuovi programmi di allenamento allo scopo di ristabilire, mantenere, o migliorare, le capacità di adattamento e di risposta proprie di un organismo sano. Tramite la gestione di condizioni e situazioni complesse, si andranno a stimolare sia la sfera motoria che quella cognitiva e comportamentale. L'accettazione di queste nuove soluzioni tecnologiche è un elemento fondamentale ed è per questo che saranno proprio gli utenti finali a ricoprire un ruolo centrale nella fase di sviluppo.

Si è pensato a questo progetto, perché al giorno d'oggi l'anziano è una figura attiva all'interno della società moderna. Un progetto che può potenzialmente riguardare unagrossa fetta della popolazione se si pensa che in Europa ci sono attualmente più di 70 milioni di ultra sessantenni e che secondo una indagine Eurispes nel 2030 in Italia un cittadino su tre sarà un anziano.

I problemi di mobilità, dalle cadute accidentali alla difficoltà a camminare o stare in piedi, colpiscono milioni di europei di tutte le età. Ma diventano vere e proprie emergenze con l'avanzare dell'età a causa della diminuzione della vista, problemi di equilibrio o l'insorgenza di patologie quali il Parkinson o l'Alzheimer. Le cadute negli anziani arrivano a costituire anche il 40% degli eventi accidentali in pronto soccorso, oltre ad essere una delle prime cause di morte correlabile a lesioni fortuite. Circa un anziano su tre cade accidentalmente ogni anno. Questo provoca non solo enorme stress e la perdita di indipendenza, ma anche enormi costi sociali e costi indiretti per le famiglie. I costi sanitari relativi a cadute rappresentano infatti tra lo 0,85 e l'1,5 percento della spesa sanitaria totale di Stati Uniti, Australia ed Europa a 15. Costi che sono destinati ad aumentare visto il progressivo l'invecchiamento della popolazione.

Per questo motivo è importante studiare a fondo il passo e l'approccio ai più comuni "ostacoli" quotidiani, come il gradino. Abbiamo deciso di studiare l'approccio al gradino oltre che al passo perché la maggior parte degli anziani quotidianamente deve affrontare le scale o in ambienti casalinghi o in ambienti esterni.

Perché l'analisi di movimento?

I sistemi di analisi del movimento permettono lo studio quantitativo del movimento umano; si possono calcolare ad esempio, l'angolo tra due segmenti corporei, la posizione del baricentro del corpo, la distribuzione delle forze negli arti, etc.

Già negli ultimi anni del XIX secolo, Muybridge studiava il movimento umano e animale utilizzando una serie di fotografie.

analisi movimento

All'inizio l'analisi del movimento veniva utilizzata solamente in ambito medicale, per lo studio della fisiopatologia dell'apparato muscolo scheletrico; oggi ha trovato applicazione in svariati campi:

  • Medicina: analisi della fisiopatologia dell'apparato scheletrico, locomotore e del sistema nervoso, progettazione di protesi;
  • Ergonomia: progettazione di attrezzi secondo i principi della biomeccanica;
  • Sport: analisi quantitativa del gesto atletico, miglioramento delle prestazioni, prevenzione degli infortuni.
  • Altro: animazione digitale, videogames, realtà virtuale…