Valutazione della postura
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Valutazione della postura

La valutazione della postura è la base di partenza per un intervento di tipo gerarchico. Le egemonie: mantenimento della respirazione, orizzontalità dello sguardo, assenza di dolore. I test posturali

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Valutazione della postura

La valutazione dello stato del tono muscolare e i rapporti biomeccanici dei distretti osteo-articolari ci permette di venire a conoscenza di numerose informazioni in merito a come il nostro sistema posturale si organizza nello spazio.

L'analisi della biomeccanica posturale deve essere la prima pratica di intervento in qualsiasi programma di allenamento sia ai fini delle rieducazione motoria che in direzione del miglioramento dello stato di performance atletica.

Le informazioni raccolte attraverso la Valutazione della Postura, ci permettono di definire l'intervento, venendo a conoscenza dello stato di forma fisica presente e valutando quali siano i punti deboli e di forza.

Definendo quali siano i parametri che devono essere trattati principalmente possiamo elaborare l'intervento in maniera gerarchica, diminuendo i tempi di realizzazione degli obiettivi prefissati ed eliminando l'eventualità di rincorrere in errori.

Semplificando, risulta di notevole importanza, per esempio, venire a conoscenza dello stato dei muscoli antagonisti qualora vogliamo programmare un allenamento per aumentare la performance di un dato distretto anatomico. Se per esempio il nostro obiettivo è quello di allenare l'addome, risulta fondamentale sapere se i muscoli diretti antagonisti (flessori dell'anca) siano ipertonici o meno. In questa direzione modulando il tono di quei muscoli, che attraverso la valutazione scopriamo che hanno un tono alterato, riusciamo a raggiungere l'obiettivo semplicemente e nel più breve tempo possibile.

Numerosi altri esempi potrebbero arricchire e delucidare l'argomento. Mi limito in questa sede a discernere delle problematiche che più comunemente si riscontrano nella pratica motoria.

Valutare la funzionalità della Dinamica Respiratoria, per esempio, deve imperativamente essere la prima pratica di qualsiasi tipo di intervento finalizzato al miglioramento di qualsiasi prestazione atletica.

Il nostro Sistema Posturale, si organizza per Egemonie!

Alcuni processi e funzioni vengono egemonicamente organizzati a priori e a prescindere del funzionamento di tutto il resto, anche a discapito di compromettere la fisiologia di apparati fondamentali.

Le tre principali Egemonie sono:

  • Mantenimento della Respirazione
  • Orizzontalità dello sguardo
  • Assenza di dolore (organizzazione della postura in condizioni di comfort)

Qualora una di queste tre funzioni venga meno, il sistema tonico posturale riorganizza le tensioni oste-muscolari anche a discapito di compromettere la struttura di diversi distretti anatomici (colonna vertebrale, arti inferiori, organi interni ecc).

Se il soggetto in esame, risulta avere una deficienza della Dinamica Respiratoria (come nell'esempio fatto in precedenza), che valuteremo attraverso la somministrazione di Test Posturali, risulta inutile e inefficace procedere nell'intervenire con programmi di allenamento per migliorare la performance o ristabilire l'equilibrio funzionale di un dato distretto anatomico.

Risulta alquanto ovvio, dopo quanto descritto, comprendere quanto la valutazione dello stato delle ulteriori egemonie sia di fondamentale importanza sin dalle prime fasi.

Urgono a questo punto degli strumenti che ci permettono di svolgere una Valutazione Biomeccanica e un'Analisi della Postura più precisa possibile tale da raccogliere oggettivamente tutte le informazioni che servono.

I Test Posturali risultano essere la migliore modalità di approccio per intervenire i questa direzione, diventando il bagaglio di strumenti che il Trainer quotidianamente applicherà per definire il programma di allenamento che vuole intraprendere.

Fra i numerosissimi Test Posturali che arricchiscono la letteratura scientifica, preferisco citare quelli che più semplicemente possono essere eseguiti dagli operatori del settore, senza nessun rischio di somministrazione, e che ci permettono un'indagine completa.

  • Valutazione morfologica della postura in 3D (Piano Frontale, Sagittale, Trasvesro)
  • Esame della deambulazione
  • Esame della dinamica respiratoria
  • Esame generale dello stato miotensivo generale e specifico
  • Valutazione della colonna vertebrale
  • Valutazione dei muscoli flessori dell'anca
  • Valutazione dei muscoli estensori dell'anca
  • Valutazione della mobilità pelvica
  • Valutazione funzionale dell'arto superiore ed inferiore
  • Verticale di Barré – (Valutazione della sindrome Ascendente o Discendente)
  • Test rotazione capo
  • Forward Bending Test
  • Esame al Podoscopio
  • Test Romberg
  • Test Fukuda-Unterberger
  • Test Rotatori o del Piriforme