Il ruolo del feedback - terza parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Il ruolo del feedback - terza parte

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Il feedback estrinseco viene agevolato se si eseguono le esercitazioni in condizioni tali che consentono all'allievo di conoscere immediatamente i propri risultati, il che non significa fornire un feedback istantaneo, poiché questo bloccherebbe l'analisi da parte dell'allievo e ne ritarderebbe il processo di apprendimento. Il feedback è maggiormente produttivo quando è indirizzato su aspetti di superficie, sulla direzione, l'ampiezza e la precisione del gesto. Al contrario numerosi e simultanei feedback sono inutilizzabili.

Il feedback fornisce delle informazioni, e produce degli effetti su chi lo riceve. In particolare tali effetti possono variare in virtù di come il feedback viene fornito. Abbiamo già detto che l'effetto del feedback è anche quello di produrre un rinforzo. In tal senso possiamo individuare due differenti tipi di rinforzo: positivo e negativo.
Il rinforzo positivo genera una condizione di appagamento, per via della sua natura piacevole, aumenta la probabilità che la persona in futuro ripeta tale comportamento in circostanze simili.
Il rinforzo negativo invece consiste nella rimozione di uno stimolo spiacevole (e non nella somministrazione di uno stimolo spiacevole), sperando sempre di incrementare  le probabilità che venga fornita la stessa risposta in circostanze simili. Quindi il rinforzo negativo non è da confondere con la punizione.
Abbiamo sin qui risposto a "come" e "quando" fornire un feedback. Ma ci si potrebbe domandare anche "quanto" feedback fornire.
Il feedback infatti non necessariamente deve essere completo. L'allenatore può valutare di fornire un'informazione solo parziale sull'esito della performance, sia per stimolare i processi intrinseci sia per non confondere l'allievo, soprattutto se si opera con soggetti particolarmente giovani o se si stanno affrontando compiti particolarmente complessi. Avere troppe informazioni genererebbe più confusione che altro.