Le capacità coordinative speciali
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Le capacità coordinative speciali

Le capacità coordinative speciali, destrezza fine, combinazione motoria, capacità di orientamento, capacità di ritmo, capacità di memorizzazione.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Le capacità coordinative speciali

Più che identificarle come una sottoarea delle capacità coordinative generali, possiamo riferirci alle capacità coordinative speciali come alle componenti elementari delle capacità coordinative generali, delle quali sarà necessario "dosare" il quantitativo a seconda del compito  motorio richiesto. Allo stesso tempo esse sono e restano dipendenti dalle capacità coordinative generali.

Possiamo identificare:

Destrezza fine

Consistente nella capacità di svolgere in modo adeguato allo scopo, e rapidamente, compiti motori fini, ovvero risolvere problemi motori in spazi, tempi e con dispendi energetici limitati. Quindi movimenti veloci e precisi, generalmente a carico del tratto distale degli arti. Indispensabile al fine di questa capacità è l'esperienza motoria, le informazioni sensoriali, l'intelligenza pratica.

Combinazione motoria

Vale a dire la capacità di unire in modo armonico, in un unico compito motorio, le singole parti delle quali si compone. Si sviluppa ottimamente per mezzo di esercizi di coordinazione segmentaria che coinvolgano contemporaneamente arti superiori ed inferiori in contesti ambientali variabili.

Capacità di orientamento

Si esprime con la capacità di modificare i movimenti del corpo in uno spazio determinato rispetto ad oggetti o persone. Importante, al fine di un buon funzionamento di questa capacità, è il ruolo dei recettori muscolo-tendinei e dell'apparato visivo. È una capacità fondamentale negli sport di squadra e di contatto, dove è necessario avere molti punti di riferimento. I metodi per sviluppare questa capacità sono diversi, ma hanno in comune la variazione delle condizioni in cui si svolge un dato allenamento. Variazioni che possono interessare gli attrezzi utilizzati, il numero di componenti della propria squadra o della squadra avversaria, le dimensioni dell'area di gioco ecc.

Capacità di ritmo

Ossia di operare un movimento, un gesto, un'azione rispettando dei precisi intervalli di tempo, adattandosi ad un ritmo percepito,  mantenendo un'elevata capacità di controllo rispetto ad eventuali repentini cambiamenti del ritmo stesso. La capacità di ritmo consente al soggetto di operare armonicamente nello spazio a sua disposizione. Per esercitarla sarà utile provare ad adattarsi a ritmi esterni o acusticamente percepiti, così come provare ad adeguarsi al ritmo di un compagno.

Capacità di memorizzazione

Consiste in un'esercitazione mentale del gesto atletico, volta a reiterare idealmente un'azione o una serie di azioni con lo scopo di percepire, anticipare e correggere, prima ancora dell'esecuzione vera e propria, possibili errori. Svolge un ruolo cardine nel conservare le capacità motorie allo stato raggiunto nell'eventualità di interruzione dell'allenamento, ma è anche un modo di continuare ad esercitarsi quando si è fisicamente stanchi o in contesti che non consentono l'allenamento fisico.