Proposte operative - 1° obiettivo specifico
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Proposte operative - 1° obiettivo specifico

L'attività didattica per gli obiettivi specifici. Obiettivo specifico 1: combinazione degli schemi motori in relazione a delle variabili attraverso l’ausilio di giochi.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Attività didattica

1° OBIETTIVO SPECIFICO: combinazione degli schemi motori in relazione a delle variabili attraverso l'ausilio di giochi.

Premessa

Utilizzando esercizi-gioco basilari (riguardanti anche la vita quotidiana) vogliamo agevolare la combinazione degli schemi motori in relazione alle loro variabili e sinergie, al fine di migliorale l'equilibrio statico degli alunni. Al termine di ogni esercizio-gioco saranno evidenziati gli errori commessi mettendo in risalto come, il conseguimento di un miglior equilibrio, possa agevolare il successo in numerosi compiti motori.

Ambiente: palestra
Attrezzatura:  fogli, matite colorate, palloni, materassi morbidi alti almeno 20 cm.

Realizzazione:   

1° Proposta:    
I ragazzi camminano sparsi nel campo di basket, in base ai segnali devono arrestare il movimento e porsi in situazione di equilibrio su un solo arto con le braccia lungo i fianchi.

2° Proposta:    
Camminare lungo la linea bianca che delimita il campo di pallavolo, ad un segnale i ragazzi devono porsi in situazione di equilibrio sull'avampiede di un solo arto, con l'altra gamba posteriormente flessa e le braccia estese e perpendicolari rispetto alla linea bianca.

3° Proposta:   
Eseguire la proposta numero "2" camminando su dei cubi di legno posti a 20cm di distanza fra loro (fornire adeguata assistenza per evitare infortuni derivanti da cadute).
4°Proposta:
Divisi a coppie, posti uno di fronte all'altro, i ragazzi sollevano una gamba piegando posteriormente l'arto di 90° a livello del ginocchio, aiutandosi nel mantenere l'equilibrio stabilendo un contatto fra la mano opposta all'arto che tocca terra, e la spalla del compagno che gli sta di fronte. Il compagno eseguirà i movimenti in maniera speculare. Entrambi dovranno mantenere la posizione per 30'' e poi cambiare arto d'appoggio.

5°Proposta:
Come la proposta "4", ma chiedendo ai ragazzi di sollevare da terra lo stesso arto (ad esempio entrambi la gamba destra) agevolando il mantenimento dell'equilibrio mediante la mano sulla spalla del compagno. La posizione va mantenuta 30'' per poi cambiare l'arto d'appoggio.

6°Proposta:
Disegnare su un cartoncino sufficientemente grande (o su più cartoncini disposti insieme sino ad ottenerne uno che abbia i lati di almeno un metro), vari cerchietti del diametro di 5cm in ordine sparso. I ragazzi sono disposti in coppia o in tre per volta, al comando porteranno un arto per volta a contatto di un cerchio prestabilito, e manterranno l'equilibrio sino a che arti superiori ed inferiori di tutti i partecipanti (2 o 3 per volta) saranno a contatto con il cartoncino. (es.: ragazzo A metti la mano destra sul cerchio rosso, ragazzo B il piede sinistro sul cerchio blu, ragazzo A metti il piede destro sul cerchio verde ecc.)

7°Proposta:
Il ragazzo, seduto su un pallone e con le braccia estese, al comando alzerà da terra un piede e manterrà la situazione di equilibrio con un solo arto e il contatto dei glutei con il pallone. Mantenere la posizione 30" e poi cambiare piede (fornire adeguata assistenza per evitare infortuni derivanti da cadute).

8°Proposta :
Camminare su un materasso di spugna sufficientemente alto e morbido da consentire ai piedi di "affondare" al suo interno sotto il peso del corpo, ad un segnale arrestare la marcia e mantenere la posizione di equilibrio su un solo arto. Il gioco può essere fatto contemporaneamente con più ragazzi, la qual cosa consentirà di stimolarli ulteriormente per l'effetto movimento indotto al materasso dai compagni, che cercano anch'essi di trovare il giusto assetto.

9°Proposta:
Come la proposta "4" ma da eseguire sul materasso di spugna alto. Anche qui l'equilibrio diviene maggiormente precario ed aumentano le stimolazioni.

10°Proposta:
Ritagliare dei cerchi di cartoncino del diametro di 10cm e colorarli con tonalità differenti. Disporli in maniera casuale sul materassino e simulare la proposta "6". La base spugnosa complicherà il gioco ma lo renderà contemporaneamente più sicuro in caso di cadute, e fruibile a più ragazzi.