Qualità psichiche
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Qualità psichiche

L'importanza delle qualità psichiche nella pratica sportiva ed il ruolo dell'incoraggiamento e del rimprovero per un atleta.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Nello sport é importante tenere in gran considerazione anche il profilo psicologico e, compito dell'allenatore, é quello di curare anche questo aspetto. I mezzi a sua disposizione sono numerosi ma, in questo ambito, ci preoccuperemo di prendere in esame solo due sistemi: quello di incoraggiamento e quello di rimprovero. Nello sport, i mezzi principalmente usati per l'azione educativa sono: premi per i progressi ed i buoni risultati e squalifiche per le infrazioni commesse.

Da un punto di vista maggiormente pedagogico, fra i mezzi di incoraggiamento figurano l'approvazione dell'atleta e la sua citazione in pubblico per elogiarne l'operato, sino ad arrivare anche a riconoscimenti materiali che possono essere un libro, un distintivo, una coppa o altro.
Lo stesso avviene per gli ammonimenti che, a seconda della gravità dell'infrazione o dell'errore, devo essere biasimati (in pubblico o in privato) o, eventualmente, sanzionati. Prima di procedere con elogi o punizioni, l'allenatore dovrà obiettivamente valutare i meriti o gli errori dell'atleta. È compito di ogni tecnico, esaltare e far crescere la forza di volontà e di sacrificio nei suoi atleti, al fine di raggiungere il risultato previsto.
Altresì importante sarà far crescere la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, senza dimenticare l'obbligo della disciplina. L'importanza di questi presupposti e facilmente misurabile se si pensa che, anche avversari tecnicamente meno preparati, possono battere atleti meno allenati dal punto di vista psichico. Gli atleti psichicamente ben preparati sono in grado di riconoscere più facilmente le intenzioni dell'avversario, possiedono grandi doti di concentrazione e della sua distribuzione. Le doti psichiche devono essere allenate di pari passo con quelle fisiche, fornendo sempre degli stimoli e delle motivazioni a fare del proprio meglio (ad esempio confrontandosi con avversari più forti).

Un altro punto cruciale sarà l'esatta determinazione dei carichi di lavoro, difficoltà troppo semplici o eccessive da superare, provocheranno un sentimento di avversione e non di stimolo al miglioramento. Allenarsi da soli o in situazioni precarie rispetto alla norma, favorisce lo sviluppo della concentrazione. Al pari, la distanza dell'allenatore durante una competizione, svilupperà negli atleti la capacità di prendere autonomamente le proprie decisioni. Possiamo concludere che, per sviluppare le qualità psichiche, é necessario introdurre dei compiti speciali in forma di un allenamento adeguato.