5° giornata - commenti prepartita
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

5° giornata - commenti prepartita

Giornata senza un vero e proprio match clou, ma non per questo priva di interesse. Le più importanti candidate alla vittoria del tricolore..

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Giornata senza un vero e proprio match – clou, ma non per questo priva di interesse. Le più importanti candidate alla vittoria del tricolore, Inter , Roma e Milan , in rigoroso ordine di punti, affrontano tre formazioni di caratura decisamente inferiore.
A rischiare sono solo i nerazzurri di Mancini, che si giocano la testa solitaria del campionato al Sant'Elia. Il Cagliari, solo due punti e gioco deludente, ha bisogno di punti. A casa Moratti nervosismo alle stelle, non solo tra i giocatori. I meneghini potrebbero essere deferiti per violazione dell'articolo 1: l'accusa è quella di aver fatto seguire l'arbitro De Sanctis ed esser quindi venuti meno alla lealtà sportiva. Probabile che finisca tutto in una bolla di sapone, ma qualche schizzo di fango raggiunge anche Appiano Gentile.

Il clima non è molto più sereno in seno all'altra squadra di Milano. Il litigio in diretta TV con Seedorf e le lamentele tattiche di Kaka paiono indice di un discreto nervosismo nello spogliatoio di Milanello . Il grande vantaggio dei rossoneri rispetto all'Inter è la calma con cui la società si sta occupando della questione: mentre da Via Durini comincia a trasparire irritazione nei confronti di Mancini, da Via Turati arrivano solo segnali distensivi verso la squadra e grande convinzione nei mezzi dell'allenatore. Tornando al campo, il Siena, forte di sette punti, andrà a S. Siro senza patemi legati alla classifica. Può essere un vantaggio ma anche un handicap per una squadra che solo giocando con il coltello fra i denti può fare risultato a Milano.

Sulla sponda giallorossa del Tevere, il tecnico Spalletti deve fronteggiare l'emergenza esterni per il contemporaneo forfait di Mancini e Taddei. Probabile l'ingresso dal primo minuto di Montella, tornato finalmente a grandi livelli. La Roma è reduce da una cocente sconfitta al Mestalla contro il Valencia. I valenciani sono a grandi livelli anche in campo europeo da anni, ed il compito si presentava improbo. Ma la sconfitta ha aperto la querelle se la Roma sia o meno squadra di motivate ambizioni o solo una splendida outsider, tenendo presente anche la sconfitta contro l'Inter. È troppo presto per tirare le somme. Certo è che la squadra di capitan Totti non è stata costruita dai Sensi per dominare in Italia ed in Europa. Particolarmente in Europa, dove abbondano squadre di eccezionale caratura tecnica e dal peso economico formidabile. La verve che i giallorossi mostrano contro le squadre considerate minori, però, potrebbe portare Spalletti a lottare per il titolo fino alla fine.
Questa sera la Lazio fronteggia un Torino in forte crisi tecnica. Dalle parti del Comunale serpeggia un certo malumore per la conduzione di Zaccheroni, ma va anche detto che la mossa di Cairo di cambiare conduzione a tre giorni dall'inizio del campionato non pare di quelle destinate a rimanere nella storia dei colpi di genio. Il gruppo allenato da Delio Rossi è reduce da due vittorie consecutive. Strano il calcio: zero punti per i biancazzurri nei primi due incontri giocati ottimamente, sei punti a seguito di due prestazioni opache.

L'altra grande penalizzata del campionato, la Fiorentina , ha l'occasione di limare i punti di penalizzazione. Salgono a Firenze i catanesi di Marino. Squadra ostica e con un bomber in decisa vena, ma se i ragazzi di Prandelli vogliono salvarsi, devono farlo proprio in occasioni come queste.

Il Palermo , reduce da una brutta sconfitta con l'Empoli, va in casa del Chievo, che pare rigenerato dagli impegni europei. Gli stessi uomini di Guidolin, comunque, hanno preso nuova linfa dalla Coppa Uefa, avendo strapazzato il West Ham di Tevez e Mascherano per tre reti a zero. La Samp cerca finalmente la vittoria in casa contro il Parma di Pioli, umiliato tra le mura amiche dalla Roma nello scorso turno di campionato. Si cercano conferme allo stadio Friuli. L'Udinese, sette punti che avrebbero potuto essere nove senza la clamorosa rimonta da 0-3 al Marassi, affronta l'Ascoli. Una vittoria riproporrebbe con forza la candidatura dei friulani per la quarta piazza.
Il Livorno fa visita al sorprendente Messina di Giordano senza il bomber Lucarelli, mentre la Reggina cerca il colpaccio contro l'ottima Atalanta di Colantuono.