Di nuovo campionato
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Di nuovo campionato

Alla fine neanche il più grande scandalo nella storia del calcio italiano è riuscito a fermare i campionati. Il campionato di calcio divisione...

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Alla fine neanche il più grande scandalo nella storia del calcio italiano è riuscito a fermare i campionati. Il campionato di calcio divisione Serie A , come si diceva una volta per radio, parte quasi regolarmente, con una sola settimana di ritardo rispetto a quanto previsto.

Per la prima volta dall'istituzione del girone unico la Juventus non parteciperà al massimo campionato, e verrà relegata nella serie cadetta, in un campionato che la vedrà protagonista insieme ad altre nobili del calcio italiano: Napoli, Genoa, Bologna.

Le vicissitudini di Calciopoli hanno colpito altre tre squadre: Milan, Lazio e Fiorentina.

I punti di penalizzazione comminati alla squadra meneghina non sembrano tali da impedirgli di lottare per la vittoria finale, considerando anche lo "sconto" che si prospetta nell'ultima istanza di giudizio. I giornali parlano di una diminuzione della penalizzazione per ciascuna squadra che va dal 30 al 50%: il Milan si vedrebbe afflitto da 4 / 5 punti di penalizzazione.

Più che della giustizia sportiva la squadra di Ancelotti si dovrebbe preoccupare del depauperamento tecnico della squadra. Che ha perso il bomber ucraino Shevchenko in favore di un semi sconosciuto calciatore brasiliano, Oliveira. Semi sconosciuto al grande pubblico, perlomeno. È possibile che il Milan abbia fatto un affare, ma il mercato rossonero non è stato tale da fomentare sogni di gloria. Il patron, Silvio Berlusconi, pare aver chiuso i cordoni finora alquanto laschi della capiente borsa, per cui il fido Galliani si è dovuto arrangiare in una situazione completamente nuova per lui ed il suo staff.
Senza considerare che a tutt'oggi la difesa fa perno su Paolo Maldini , splendido calciatore che è arrivato agli sgoccioli della carriera, ed il primo ricambio è un tale Billy Costacurta, che mi pare giochi al calcio dai tempi del Kaiser Beckenbauer.
La lotta per il titolo sembra coinvolgere in maniera più concreta Inter e Roma . La milanese è la squadra che ha speso più di tutti nel calciomercato italiano, rafforzando la compagine con innesti del calibro di Ibrahimovic e Vieira , entrambi prelevati a suon di milioni da una Juventus in confusione ed in fase di smembramento. Calciatori di livello internazionale, con esperienza ed abitudine alla vittoria. Ibra, però, ha dimostrato nello scorso campionato di non essere un bomber prolifico, e la squadra di Moratti è parsa asfittica in fase di conclusione. L'innesto di Crespo potrebbe dare nuova linfa, ma qui è necessario vedere se il tecnico Mancini sarà sufficientemente coraggioso per tenere in panchina il triste Adriano . Che non segna con regolarità da almeno un anno e mezzo, mentre, così si mormora, con regolarità frequenta discoteche e luoghi di divertimento.

La Roma si giova di un allenatore che ha saputo darle un gioco efficace e spettacolare. L'innesto di un centrocampista con "fosforo" come il cileno Pizarro non può che rendere il centrocampo di Spalletti più geometrico, ma qualcosa toglierà in termini di dinamismo. Un'incognita è il ritorno in campo del capitano della squadra giallorossa, Francesco Totti , che al mondiale è sembrato giustamente timoroso per ogni contrasto, dopo il famoso incidente occorsogli in Roma - Empoli. Totti giocherà da prima punta , un ruolo che incide sul fisico in maniera negativa. In particolar modo se il gioco della Roma somiglierà a quello dell'anno passato, e Totti dovrà tener palla e far salire la squadra, favorendo i micidiali inserimenti dei centrocampisti. La Roma è certamente un gradino sotto ai nerazzurri di Milano in quanto a qualità e quantità di giocatori. Una deficienza a cui i giallorossi potrebbero sopperire con il gioco. Purtroppo il calcio di Spalletti richiede un grande dispendio fisico, e gli scorsi campionati ci hanno dimostrato che la scudetto si vince proprio nel momento in cui si riescono ad ottenere punti nei tempi di magra.

Sotto queste tre squadre si dipanano una serie di formazioni di minor spessore tecnico e possibili sorprese. In pole position per il quarto posto secondo tutti gli esperti è il Palermo di Guidolin e del vulcanico Zamparini . Vulcanico è un aggettivo che si usa spesso nel calcio per definire un presidente dai comportamenti schizoidi. Un esempio di queste azioni incomprensibili è la cacciata di Guidolin due campionati fa con strali, e la nuova chiamata fra sorrisi e pacche sulle spalle ora. La squadra affidata al tecnico veneto sembra di ottima qualità. Gli innesti dei parmensi Bresciano e Simplicio, di Diana e Pisano hanno rafforzato un tessuto già buono, che ha fornito diversi elementi alla nazionale campione del mondo.

L'impoverimento tecnico della Serie A ha portato ad avere un cospicuo numero di squadre di livello tecnico simile, che a seconda delle contingenze della stagione potrebbero lottare per l'ingresso in UEFA o per non retrocedere. Da questo "mischione" spiccano per il mercato più che buono la Lazio e la Fiorentina , gravate rispettivamente di 11 e 19 punti di penalizzazione. E proprio questa penalizzazione, e l'incertezza sull'eventuale sconto che la Camera di Conciliazione andrà ad applicare porta ad una sospensione del giudizio.
La Lazio ha fatto un eccellente mercato, pur mancando nel rafforzamento della linea difensiva al centro, dove ha due giocatori di livello piuttosto scadente. Gli innesti di Foggia e Ledesma hanno dato nuova linfa e dinamismo al centrocampo, mentre si attende in attacco l'esplosione definitiva di Pandev.
La Fiorentina ha cambiato molto in mezzo al campo, aggiudicandosi a parametro zero Fabio Liverani, perno lo scorso anno di una Lazio molto divertente. Ha aggiunto un uomo di peso come Blasi, ed in attacco un fantasista del calibro di Mutu . Ma dipende tutto dalla vena realizzativa di Luca Toni . Lo scorso anno ha realizzato la bellezza di 30 gol , una cifra probabilmente irripetibile. I Della Valle hanno rifiutato un'offerta di 25 milioni di Euro per il nazionale. Chissà se hanno fatto bene. Mi sbilancio: probabilmente no.

La lotta per la salvezza sarà asperrima . Sembra condannata la Reggina, con i 15 punti di penalizzazione che non dovrebbero essere scontati. Rischiano molto il Catania, l'Ascoli, il Siena, l'Empoli che ha perduto Tavano, il Messina … La maggior parte di queste squadre non è riuscita a fare quel mercato che in passato gli era stato concesso dall'amicizia con la Gea e Moggi .
Un mistero il Torino e la Sampdoria. Un mistero che verrà svelato a breve, a partire da oggi 9 settembre alle ore 18.00. Tutti davanti alla TV per Roma - Livorno.

Buon campionato a tutti!