L'Inter dimentica i dispiaceri
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

L'Inter dimentica i dispiaceri

L'inter vince il derby dei numeri. Prima stracittadina in pomeridiana da 14 anni a questa parte, prima duplice vittoria in campionato dopo 25 ..

Autore:
Ultimo aggiornamento:

L'Inter vince il derby dei numeri. Prima stracittadina in pomeridiana da 14 anni a questa parte, prima duplice vittoria in campionato dopo 25 anni, gol di Cruz dopo soli 12 secondi dall'ingresso in campo, primo gol di Ronaldo contro i nerazzurri.

Al di là dei numeri, la squadra di Mancini vince la gara con merito , avendo creato un numero maggiore di occasioni da gol e praticato un gioco più propositivo. L'Inter ha adesso 73 punti, 3 in più della Juventus lo scorso anno, 15 punti in più dell'anno passato, punti di vantaggio sulla Roma. Solo la sfortuna ha impedito agli uomini del patron Moratti di andare avanti nella Champions League, ma lo scudetto è assicurato.

Ad andare avanti in Champions è stata invece la Roma, autrice di una prestazione maiuscola a Lione. Gli uomini di Spalletti non indulgono in festeggiamenti e vincono alla grande anche contro la modesta Udinese, che ha retto con difficoltà per i primi 30 minuti ma ha dovuto soccombere dopo la trasformazione del giusto, seppur comico, rigore provocato da Siqueira. Totti supera il momento di difficoltà dal dischetto e trasforma il primo dei suoi due gol di giornata. Il capitano romanista è entrato nel pieno della forma nel momento decisivo della stagione, alle porte del delicato match contro il Manchester. È primo nella classifica dei marcatori con 18 gol al suo attivo. Avesse segnato anche i calci di rigore adesso sarebbe praticamente certo dello scettro di capocannoniere.

La lotta per la Champions si arricchisce di un nuovo capitolo. La Lazio aggancia il Palermo , e tecnicamente è terza in virtù degli scontri diretti. In una giornata in cui Delio Rossi perde 4 giocatori titolari (Siviglia, Cribari, Mutarelli, Mauri) e deve schierare il febbricitante Behrami i biancazzurri vincono a Reggio Calabria, contro la Reggina affamata di punti salvezza. La Lazio è reduce da 5 vittorie consecutive, ottenute alle volte in scioltezza ed alle volte con difficoltà, tenacia e ardore agonistico.
Sono ben 11 i punti che la Lazio ha incamerato più della scorsa stagione, dove pure aveva ottenuto un lusinghiero 6° posto poi annullato dalle sentenze di calciopoli. I punti di vantaggio sull'Empoli, 5° in classifica, sono 4, e domenica c'è lo scontro diretto all'Olimpico. I capitolini però devono guardarsi principalmente da Milan e Fiorentina, su cui i punti di vantaggio sono rispettivamente 6 e 10.
La giornata di ieri è stata particolarmente vantaggiosa per la Lazio proprio in virtù dei risultati delle dirette concorrenti. Il Milan ha perduto la stracittadina, Palermo e Fiorentina si sono annullate a vicenda, con molte polemiche, l'Empoli si è fatto raggiungere dal Livorno, in vantaggio di un uomo e di 2 reti.
La Fiorentina è andata in vantaggio a Palermo grazie ad un gol di Mutu che non ha messo in fallo laterale il pallone, seppure Guana del Palermo fosse accasciato a terra. Bisogna accordarsi: se è l'arbitro a dover decidere se interrompere il gioco, allora è necessario che tutti rispettino la decisione. Guidolin ha messo in piedi un incredibile baraccone di accuse, del quale si dovrebbe vergognare. Ha forse dimenticato quello che è accaduto poche giornate fa, a Catania, quando la squadra locale giocava proprio con il Palermo? Si può, e si deve, opporsi quando si ritiene di aver subito un torto. Ma esacerbare gli animi, soprattutto in questo periodo, è sempre il comportamento sbagliato.

Ad eccezione dell'Empoli , tutte le sorprese del campionato stanno tornando nei ranghi. Atalanta e Catania non vincono rispettivamente da 7 e 10 giornate, ma per loro fortuna lo strepitoso inizio di campionato le preserva da qualsiasi brutta sorpresa in relazione alla salvezza. Se non fosse afflitta da 11 punti di penalizzazione la Reggina stessa sarebbe in una situazione tranquilla.
Adesso invece è terz'ultima, a 2 punti dalla coppia Chievo-Messina, che si sono annullate nello scontro diretto di giornata. Inaspettatamente l'Ascoli torna in pista, avendo raggiunto il Parma ed essendosi così portato a 5 lunghezze dalla permanenza nella massima divisione. Ottimo il lavoro di Nedo Sonetti, unico allenatore subentrato ad aver dato un valore aggiunto alla squadra.