L'inter pareggia dopo 17 vittorie
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

L'inter pareggia dopo 17 vittorie

La notizia della giornata è il pareggio dell'Inter. Dopo 17 vittorie consecutive i nerazzurri interrompono la serie di successi contro l'ultima..

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La notizia della giornata è il pareggio dell'Inter . Dopo 17 vittorie consecutive i nerazzurri interrompono l'incredibile serie proprio contro l'ultima squadra con cui avevano pareggiato. A livello di classifica non cambia nulla: nel pomeriggio la Roma aveva impattato a Verona contro il Chievo per 2-2. I gialloblu di Delneri si erano trovati meritatamente in vantaggio di 2 reti, ma la formazione di Spalletti ha trovato la forza di rimontare con il suo capitano, sempre più marcatore principe della massima serie.

Sempre 14 quindi i punti di vantaggio della squadra di Mancini nei confronti dei giallorossi, che a loro volta hanno un margine di 8 punti sul Palermo. Le ultime 2 esibizioni, contro Palermo ed Atalanta, sembrano indicare una ripresa dei rosanero. Quantomeno la difesa ha retto, avendo subito una sola rete, contro gli orobici. Ma il cammino dei siciliani è preoccupante in ottica Champions. I rosanero, che ad un certo punto della stagione erano affiancati a Inter e Roma, vedono il proprio posto a rischio.
Nelle ultime 7 giornate Lazio e Milan hanno ottenuto 14 punti , la Fiorentina 13 ed il Palermo solo 7. È da tenere in considerazione che il Palermo ha disputato una gara in più, il derby siciliano in cui ha perduto la vita l'ispettore Raciti. Il recupero delle 9 partite avverrà il 18 aprile. La Lazio affronterà in casa il Chievo, il Milan farà visita all'Ascoli, mentre la Fiorentina affronterà al Tardini il Parma. Considerando le forze in campo, è molto probabile che il Palermo veda ancora diminuito il vantaggio dagli inseguitori.

Al netto delle penalizzazioni, e con una partita in meno, la Fiorentina avrebbe 2 lunghezze di vantaggio sul Palermo, il Milan sarebbe a pari punti, e la Lazio avrebbe due lunghezze di distacco. A significare che la stagione del Palermo è a questo punto in linea o addirittura inferiore alle aspettative.
Straordinaria invece la stagione della Fiorentina. Prandelli ha confermato di essere un eccellente tecnico, ed oltre a giocare un calcio decisamente piacevole ed organizzato, improntato all'offesa, è riuscito ad ottenere un risultato impensabile: portare i viola nella lotta per la Champions, con 15 punti di penalizzazione. Favorito anche da un pubblico sempre caloroso e vicino alla squadra, che ha sposato in pieno il progetto Della Valle.

Cosa che non si può dire degli ultras Laziali , i cui capi sono ancora in regime di carcerazione preventiva per aver tentato di estorcere la Lazio al presidente Lotito. Il lavoro di Lotito ha dell'incredibile. La situazione della prima squadra della Capitale al momento del suo arrivo era disastrosa. Conti allo sbando e squadra tecnicamente depauperata. Nella terza stagione della sua guida la Lazio è in lotta per un posto in Champions, con i conti in ordine ed una squadra tecnicamente a ridosso delle prime per valore e prospettive. Merito anche di Delio Rossi , tecnico di assoluto livello, che è riuscito a tamponare le falle della difesa inserendo 3 mediani di contenimento a protezione della difesa. Il risultato è che i biancoazzurri hanno incassato solo 19 gol, ottenendo la palma di difesa meno battuta del campionato.

La sorpresa più grande del campionato è l'Empoli . La formazione di Gigi Cagni è quinta in solitaria, con 38 punti. Gioca un calcio decisamente divertente, palla a terra ed inserimenti da dietro. Il contrario del Torino, tornato nelle mani di De Biasi dopo l'allontanamento in favore di Zaccheroni a soli 3 giorni dall'inizio del campionato. Urbano Cairo è dovuto tornare sui suoi passi, facendo ammenda per la sciocchezza compiuta. Zaccheroni, tralaltro, pare un tecnico decisamente in declino. Dopo le splendide stagioni friulane con il pupillo Bierhoff ed il fortunoso scudetto con il Milan, il tecnico di Cesenatico ha infilato un fallimento dietro l'altro.