Storia dello sport
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Storia dello sport

La storia dello sport nel mondo ed in Italia. Dai Romani allo sport nel periodo fascista. Approfondimenti sulla percezione e sul ruolo sociale dello sport ed indagine dell'evoluzione linguistica e legislativa dell'educazione fisica

Cerca tra i nostri articoli

Storia dello sport

Introduzione Le fonti dalle quali attingere per lo studio della storia dell'educazione fisica sono molto scarse. Ci si può aiutare ricorrendo a frammenti di poesie, come ad esempio ai componimenti di Omero , che descrive le abitudini degli abitanti del mondo greco in numerosi capitoli. Anche le opere d'arte, vasi, statue e quadri, forniscono importanti elemen

Lo sport nel mondo greco

La storia dello sport nel mondo greco ci è narrata in larga misura dalle due opere ascrivibili ad Omero: L'Iliade e L'Odissea nelle quali si raccontano le vicende legate alla città di Troia, colonia greca. Nell'Iliade troviamo la narrazione del funerale di Paco , amico e fratello di Achille, durante il quale si inducono delle competizioni sportive in onore del

Lo sport nel mondo greco - seconda parte

Ad Olimpia la tipologia di gare rimase sempre uguale da quando fu fissata intorno al 500 a.c., al contrario di ciò che avvenne per gli altri posti dove si disputavano delle competizioni. Gli atleti si recavano ad Olimpia un mese prima delle gare per uniformare le tecniche di esecuzione delle prove nelle quali dovevano cimentarsi e per verificare la loro competitività.

Lo sport a Sparta e Atene

Sparta era una città Stato dominata da una aristocrazia guerriera, vi si conduceva uno stile di vita molto duro e severo che spingeva ad una selezione degli individui sin dalla nascita. Una delle prove iniziatorie con le quali dimostrare di essere divenuto un vero soldato consisteva nell'andarsene per un mese dalla città, tornando con un uomo morto, ucciso dal soldato. I

Lo sport per gli Etruschi

Diverse sono le ipotesi sulla loro origine, tra queste 3 sono le più accreditate: venuti dall'Oriente verso l'Italia approdando sulle coste toscane; Origine nordica (ex Jugoslavia); Origine italica, considerabili i progenitori dei toscani, ma anche delle popolazioni dell'alto Lazio, Bologna, Ravenna. Erano una popolazione Italica di naviganti. Un popolo gaudente,

I giochi per gli Etruschi

Anche gli Etruschi erano dei professionisti che si dedicavano alle pratiche sportive, le più in uso erano: Salto con l'asta Corsa con le maschere (fersi); Dalla maschera del Phersu deriva anche la maschera di Pulcinella Corsa con bastoni (che venivano passati fra di loro) Gioco della Truia, ancora sconosciute le regole anche se aveva a che v

Lo sport per i Romani

Panem et circenses , pane e giochi del circo, erano i due indispensabili elementi che tenevano quieta la folla anzi, la plebe romana. Il pane veniva richiesto solo dai poveri, ma gli spettacoli del circo, i ludi circenses, piacevano a tutti. Se qualche Romano protestava era più per una questione di gusto che di morale. I ludi circenses erano di diverso tipo: c'erano le g

Ludi gladiatori e ludi circensi

I ludi gladiatori I ludi gladiatori venivano anche chiamati munera gladiatori, poiché, nei primi tempi venivano remunerati (munera) i gladiatori professionisti che prendevano parte a questi spettacoli. All'inizio venivano utilizzati solo degli schiavi Etruschi che prendevano parte, loro malgrado, a questi spettacoli per onorare i defunti. In seguito assunsero forma di spet

Collegia Juvenum

Nel mondo romano l'addestramento fisico dei soldati fu strettamente legato alle pratiche sportive. Mario è degno di rilievo nella storia dell'esercizio fisico a Roma, perché la sua riforma dell'esercito romano del 102 a.C. determinò la formazione di una milizia professionale, con notevoli conseguenze sull'addestramento fisico dei soldati. La riforma del reclutamento ebbe come

Storia dello sport moderno in Italia

Per avere i primi campioni sportivi Italiani bisognerà attendere il periodo precedente la prima guerra mondiale. Anche se si tratterà ancora i personaggi umili che rivendicano la loro posizione grazie allo sport, pur tuttavia restando ben distanti dagli attuali campioni (per quel che riguarda la situazione socio-economica) Primo fra tutti fu Dorando Pietri (nella foto), di

Storia dello sport in Italia, i personaggi simbolo

Il compito principale dello sport in questo periodo storico era di dare una buona immagine del Belpaese fuori confine, distogliendo nel contempo la gente dal pensiero di altri problemi. Sport e fascismo miravano a creare un uomo nuovo, favorendo l'azione rispetto al pensiero. Le cronache del tempo non apprezzano mai il gesto sportivo fine a se stesso e, del resto, il fascismo

Medioevo e sport in Italia

Il periodo medioevale va dalla caduta dell'impero romano alla scoperta dell'America. In questo periodo si assiste ad una grande dominazione su tutto il territorio italiano che fa precipitare le condizioni di vita della popolazione. L' attacco dei Barbari e dei Vandali fa registrare un alto tasso di mortalità contro un basso tasso di natalità. Intorno all'800 d.c. si assist

Sport e umanesimo

Verso la metà del XIV secolo, e sino al XVI, prende piede in Italia l'umanesimo. Si ricomincia a dare importanza alla vita terrena e non solo a quella ultraterrena. Si ritrova quindi interesse per i giochi del mondo antico, come attività di svago e ludica. Si ripropongono queste attività anche come strumento per migliorare le prestazioni e le capacità fisiche. Un grande rivo

Riforme legislative

In origine, come abbiamo già ampiamente detto, l'attività ginnastica era riservata ai militari, ed era per questo ritenuta valida ai soli fini addestrativi. Solo successivamente il legislatore volle intendere la pratica dell'ed. fisica come strumento per il miglioramento psicofisico del giovane e, per questo, venne denominata ginnastica educativa. Naturalmente occorre metodo

Disposizioni ministeriali e ginnastica femminile

Disposizioni ministeriali del 1861/62 e ginnastica femminile Con la circolare ministeriale del De Sanctis si erano fissati i punti chiave del nuovo insegnamento, cercando di rimuovere la tendenza dei singoli insegnanti di personalizzare, stravolgendoli, i programmi, viene dunque approntata una discriminazione nei confronti della ginnastica militare utilizzata a scopi ped

John Locke e Jean Jaques Rousseau

Nel processo evolutivo della disciplina dell'educazione fisica altri due personaggi segnarono un momento importante. John Locke è inglese, visse nella seconda metà del 17° secolo, in un periodo turbolento della storia di Inghilterra. Studiò all'università di Oxford, dove, una volta terminati gli studi insegnò egli stesso con il grado di "maestro delle arti". Si dedicò anc

Jean Jaques Rousseau

Le opere di Jean Jaques Rousseau Nel libro " Emilio ", Jean Jaques Rousseau descrive le metodologie educative da attuare con i bambini, secondo le quali, questi devono essere lasciati liberi di essere guidati dalla natura. Egli osserva le stagioni, i fenomeni atmosferici, può giocare con i sassi, muoversi, correre, apprendendo l'educazione del corpo in maniera molto sponta

L'educazione fisica in Europa

La storia contemporanea vede l'affermarsi dell'educazione fisica. Nascono in tutta Europa scuole e strutture. Gli scopi dell'allora educazione fisica sono 3: Carattere militare Carattere sportivo (pedagogico) Carattere igienico (medico) Questi principi non appartengono ad una concezione Italiana ma sono il frutto di tre capiscuola:

La scuola Svedese di Ling

Nella sua scuola si impartivano insegnamenti pratici ma anche teorici, di anatomia e fisiologia. Ling suddivise gli esercizi in 4 gruppi: Esercizi di base o preparatori (per i muscoli del capo degli arti e del tronco Esercizi propriamente detti divisi in 5 prese (in piedi, in ginocchio, supina, sospesa, prona) Esercizi di defaticamento Eserc

Lo scoutismo

In Inghilterra comincia a sentirsi parlare dello scoutismo, nascente dall'esperienza del generale Lord Baden Powell che, tornato in Inghilterra dopo una campagna bellica, fondò i corpi educativi dei Boy Scout. Durante la guerra in sud Africa fra l'Inghilterra e i Boeri (discendenti di antichi coloni olandesi), Baden Powell si trovò assediato da preponderanti forze avversari

Sport e fascismo

Il nome fascismo deriva dai fasci littori (in latino fasces lictoriae ), un fascio di verghe di betulla bianca portato da speciali servitori chiamati Littori che accompagnavano e proteggevano i magistrati dotati di imperium . Il nome non è certo casuale: il movimento di Benito Mussolini trasse larga ispirazione dall'Antica Roma e dai sui simboli. Lo stesso dittatore prese a

Opera Nazionale Dopolavoro

Opera Nazionale Dopolavoro Venne istituita nel 1925 col compito di occuparsi del tempo libero dei lavoratori, ebbe notevole successo anche grazie alla capillare presenza sul territorio. Gli iscritti ricevono numerosi vantaggi, tra i quali anche il poter viaggiare su treni popolari a tariffe più convenienti, la possibilità di effettuare degli acquisti rateali, riduzioni per

Le colonie termali

Verso la fine del diciottesimo secolo i bambini bisognosi venivano portati al mare per essere curati poiché l'aria di città, in Inghilterra, era irrespirabile a causa della rivoluzione industriale. Le strutture nate per tale fine si chiamavano "Ospizi Marini". Qui venivano portati i bambini bisognosi per soggiornarvi e fare dei bagni di sole ed in acqua, per migliorare la cir

Cronologia generale

Riferimento cronologico degli eventi organizzativo-legislativi dal 1790 al 1897 Questa breve cronologia degli eventi di carattere organizzativo e di natura legislativa dal 1790 (la riscoperta dell'educazione fisica da parte di Filangeri) al 1897 (istituzione del Comitato Centrale Nazionale per l'educazione fisica), non ha pretese di completezza, ma può aiutare a focalizza

Cronologia generale - seconda parte

Riferimento cronologico degli eventi organizzativo-legislativi dal 1900 al 1975 Questa breve cronologia degli eventi di carattere organizzativo e di natura legislativa dal 1900 (anno del Congresso Internazionale di Parigi) al 1975 (ingresso nelle scuole dei giochi della gioventù), non ha pretese di completezza, ma può aiutare a focalizzare quali siano stati gli avvenimenti

Storia della pallavolo

Il gioco della pallavolo fu ideato nel 1895 da William G. Morgan insegnante di educazione fisica all'YMCA (Young Men's Christian Association) nel Massachussetts. Morgan gli diede il nome di "minonette" e lo ideò per tenere in forma, durante la lunga pausa invernale, i giocatori di baseball e rugby. Il gioco era già conosciuto in Italia, Francia ai tempi del medioevo in quanto era

Parkour

L'Art du Déplacement, o più comunemente conosciuta come Parkour , è una disciplina nata in Francia a fine degli anni'80 da un gruppo di ragazzi chiamato Yamakasi. Questo nome deriva da Ya Makàsi, un termine in lingua Lingala (e non giapponese) che unisce i concetti di: spirito forte, corpo forte, persona forte. Essa è definita come una: "disciplina artistica-sportiva, il cui scop

Storia del balletto

La danza è la prima espressione artistica del genere umano perché ha utilizza semplicemente il corpo. Tutte le altre arti infatti prevedono l'uso di oggetti che fungono da strumenti, ad eccezione del canto. La danza è parte integrante dei rituali, è forma di preghiera, è momento di aggregazione della collettività nelle feste popolari e occasione di aggregazione tra le persone in