Aree valoriali
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Aree valoriali

Aree valoriali investite nella giovane età adulta: senso di Sé, amore, creatività, ricerca del significato, libertà, responsabilità, cura, valori autorealizzativi

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Aree valoriali

La parola "valore" deriva dal linguaggio economico, rimanda al latino valor, termine connesso con il verbo valere, ossia "essere forte", "sano", "star bene", "essere rilevante", "avere potere e autorità per imporsi e farsi seguire".

Partiamo dal presupposto che non esiste una definizione, un'essenza che possa spiegare il suo significato, il valore infatti prende forma per mezzo della persona che lo sviluppa, accrescendolo attraverso la sua esperienza personale. Da qui capiamo che la domanda è casomai come i valori sono vissuti e quale significato rivestono per ogni essere umano.
La persona, attraverso la sua esperienza, seleziona e fa suo un sistema di valori che l'aiuta a sviluppare una coscienza morale e il suo comportamento, mettendo in pratica i valori che ha interiorizzato. Dal punto di vista sociologico, possiamo affermare che i valori sono elementi che: da un lato rendono possibile la vita sociale dell'uomo evitando il suo isolamento, e dall'altro rendono possibile la vita stessa della comunità e della società scongiurandone la distruzione.

Le aree valoriali investite nella giovane età adulta possono essere considerate:

Il senso di Sé

Come descritto in precedenza, il giovane adulto si ritrova in questa fase a dover trovare un equilibrio tra una direzione di espansione instabile e una direzione di stabilità produttiva a discapito di altri talenti. Tutto questo porta in realtà, alla realizzazione di un senso di Sé che rappresenta la nostra inclinazione spirituale, la nostra totalità, il nostro essere più vero e profondo. Inoltre il Sé può essere vissuto solo dinamicamente come processo di evoluzione e come punto di unione tra il Me (piano psico-fisiologico), l'Io (piano psico-sociale) e il Sé (piano etico-razionale-spirituale).

Ma il Sé è anche multidimensionalità ovvero uno spazio estremamente articolato all'interno del quale alcune esperienze soggettive emergono più di altre perché si rivelano utili all'economia psichica generale dell'individuo, il quale a seconda delle situazione deciderà di utilizzare una data dimensione oppure mostrerà di sé una specifica immagine. Il Sé è quindi la rappresentazione del "nucleo coscienziale", è ciò che ci guida verso un obiettivo pur non essendone consapevoli, ciò che fa si che nei continui cambiamenti vi sia un senso di stabilità, di continuità, di identità coesa.

L'amore

Oltre ad essere un compito esistenziale per il giovane adulto, risulta essere anche un valore fondamentale che, come precedentemente descritto comprende le virtù della speranza e della fedeltà, dell'identità e della fiducia. Ma l'amore fa parte anche delle apicalità pedagogiche esistenziali, insieme al lavoro, al gioco e alla morte. Essi rappresentano delle dimensioni della persona che si ripresentano continuamente in ambito morale, politico, artistico, valoriale della stessa.

La creatività

Viene intesa come ricerca e concretizzazione lavorativa, ma anche nella strutturazione dei legami personali e nell'amplificazione dei talenti. Questo valore comprende anche il concetto di proiettività concreta nel futuro, intesa non solo come ricerca del domani o di nuove esperienze che possano rigenerare il Sé, ma anche come pratica di auto riflessione e meditazione riguardo le risorse accumulate. Si tratta di una circolarità continua tra passato, presente e futuro. Proiettandomi nel futuro, ho elementi nuovi per comprendere il passato, quest'ultimo illumina di altri significati il presente e il futuro, un futuro caratterizzato da un'utopica perfezione umana.

La ricerca del significato

La persona è identificata come "misteriosa" ed è caratterizzata dal proiettarsi sempre oltre se stessa verso la conoscenza, verso la ricerca del significato. Questo valore perdura in tutti i cicli di vita, ma nella giovane adulta rappresenta la ricerca dell'equilibrio tra pazienza, capacità di gestire le proprie forze per realizzare scopi socialmente degni, la conquista dell'Io e della stabilità interiore. La persona è in rapporto con qualcosa che è al di sopra della sua comprensione e cerca di capirne il senso e di realizzarlo, il giovane adulto che non ricerca tale consapevolezza, non ne prenderà mai coscienza e non avrà la minima idea di cosa possa solamente significare la vita in senso trascendente.

La libertà, la responsabilità e la cura

La libertà comprende le apicalità pedagogiche della ludicità e dell'avventura. La prima è fondamentale per lo psichismo maturo e va mantenuta e nutrita per tutta la vita. Il Gioco infatti racchiude molte dimensioni e valori importanti oltre la libertà, che possono essere acquisiti nel giovane adulto. Si esprime soprattutto nel tempo libero sottoforma di sport, viaggio, vacanza, festa ecc.

Particolare del gioco riguarda la sua natura intrinsecamente appagante soddisfacendo il bisogno di gioia, di ricarica interiore e di incontro con il prossimo. Per quanto riguarda l'avventura, essa viene intesa come sfida. Sfida nella tensione per ciò che potrebbe o potrà accadere, smontando il nostro intermo modo di vedere le cose. La sfida è rivolta quindi contro se stessi. Questo spesso viene realizzato attraverso la ricerca volontaria o inconscia di compiti,sfide e crisi, le quali mettono in atto una propensione ad agire. La risoluzione di tali sfide rafforza le proprierisorse e di conseguenza facilita lo sviluppo.

L'apicalità pedagogica riguardo la responsabilità si realizza attraverso la decisionalità. Essa si riferisce all'esperienza decisionale del mondo adulto, che comincia ad affiorare nella giovane età adulta. Ci si sente adulti quando si possono prendere decisioni importanti e quando si è messi nella condizione di poterlo fare.

Il valore di cura prende origine dalla reciprocazione intesa come pratica di scambio. La consultazione, la negoziazione, la conflittualità, la contrattazione sono fenomeni insiti, e non eliminabili, nell'interazione sociale. In questo contesto rientra anche il concetto di relazione, che è dimensione fondamentale della persona in senso educativo, familiare e pedagogico.

Valori autorealizzativi

Cercare valori autorealizzativi è importante soprattutto in questa età in cui si cerca una formazione professionale. Riflettendo sulle prospettive della formazione dei giovani adulti, per agevolare il processo di espansione nel mondo possiamo notare che, oggi, è impossibile attendersi equilibrio, sicurezza, maturità, stabilità, in soggetti costretti a crescere in condizioni,
quelle odierne le quali risultano essere irrispettose delle più elementari leggi educative.