Staffetta
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Staffetta

Corse veloci: descrizione, aspetti tecnici e didattica della corsa a staffetta.staffetta, testimone, zona di cambio

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Queste gare hanno la caratteristica d'essere veloci e di dover essere disputate con uno sprint dalla partenza all'arrivo. La particolarità delle gare di staffetta è determinata dal "testimone", così è chiamato il bastoncino che ogni concorrente deve portare. Ogni squadra, si posiziona sulla propria corsia, e ciascun atleta delle squadre partecipanti deve percorrere un tratto fino ad arrivare al concorrente successivo consegnandogli in mano il testimone, che non può essere né lanciato, né preso al volo, ma solo passato di mano in mano.

La staffetta viene indicata con due numeri: il primo identifica il numero dei concorrenti per squadra mentre il secondo la distanza che deve percorrere ciascun atleta. Tutte queste gare sono disputate su pista all'interno dello stadio; la pista è realizzata in Tartan, un particolare materiale, che consente una maggiore aderenza con il suolo, maggiore elasticità e soprattutto resistenza agli agenti atmosferici.

Nella staffetta, la zona di cambio lunga 20 metri,è lo spazio entro il quale deve esserci il passaggio del testimone. Il ricevente può posizionarsi e partire anche 10 metri prima della zona di cambio, al fine di raggiungere un'accelerazione ottimale. Questa zona è definita di precambio. Il ricevente, nella 4x100, si pone all'interno della corsia.
Dato che il primo frazionista corre solo entro il suo spazio, il secondo ed il terzo, oltre ad i 100 metri di loro competenza corrono nella zona di precambio e di cambio, il quarto corre nella zona di cambio e precambio ma senza dare ulteriormente il testimone, ne consegue che ognuno di questi atleti si troverà a correre distanze differenti.

Per l'esattezza:


  • 1° frazionista circa 107/108 metri
  • 2° frazionista circa 127/128 metri
  • 3° frazionista circa 127/128 metri
  • 4° frazionista circa 120 metri

Le caratteristiche più simili si riscontrano tra il 2° ed il 3° frazionista, aventi un maggior allenamento alla resistenza veloce. Il primo ed il quarto sono degli sprinter.

Le staffette sono sostenute sulle 4 x 100 e 4 x 400. Un tempo venivano disputate anche le 4 x 100 x 200 x 400 x 800, nelle quali ogni concorrente percorreva una distanza diversa.