Fondamentali di squadra nel basket, i giochi a tre
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Fondamentali di squadra nel basket, i giochi a tre

I fondamentali di squadra nel gioco del basket, i giochi a tre: dai e cambia, dai e vai lontano, split, contropiede.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Giochi a tre

Rappresentano gli ultimi elementi costitutivi dell'attacco. Sono:

  • Dai e cambia: il giocatore in possesso di palla, dopo aver effettuato il passaggio, si allontana portando un blocco al compagno posto sul lato opposto e lo sostituisce. Le soluzioni offerte dal dai e cambia sono 3: l'entrata a canestro, il tiro o il gioco a due. La difesa sul dai e cambia è simile alla difesa sull'uno contro uno con palla
  • Dai e vai lontano: è la versione del dai e cambia attuata nell'attività giovanile di prima fascia dove si evita di utilizzare il blocco. Consiste nell'allontanarsi dal compagno al quale si è data la palla andando ad occupare una nuova posizione utile
  • Split: consiste nel passare la palla ad un giocatore in posizione di post da parte di un giocatore dello stesso lato del post il quale effettuerà un incrocio assieme ad un altro giocatore intorno al nuovo possessore di palla. Durante l'incrocio, il giocatore che ha passato la palla, creerà un blocco per il compagno. La difesa sullo split è quella tipica di un blocco tra uomini senza palla

Il contropiede

Il contropiede, nel basket, è sicuramente una delle azioni più spettacolari per andare a canestro. Un contropiede può nascere da diverse situazioni di gioco, ad esempio da una palla rubata o intercettata in anticipo difensivo, da un canestro subito, da un tiro libero o da una palla recuperata.
Al fine di ottenere un valido ed efficace contropiede bisognerà coinvolgere tutti e 5 i giocatori in campo, sottolineare l'importanza del rimbalzo difensivo e del successivo passaggio, non ricevere l'apertura negli angoli, occupare tutte le fasce del campo, usare i rimorchi, giocarlo ogni volta che se ne presenta la possibilità, sapere cosa fare se non si riesce a concluderlo e provare a farlo anche ed eventualmente con uno sviluppo secondario (utilizzando i giocatori arretrati, detti rimorchi, aumentando quindi il numero di passaggi).

L'uso del contropiede offre numerosi vantaggi, permette l'esecuzione di molteplici tiri potenzialmente efficaci (da sotto canestro o vicino ad esso); consente un rapido recupero di punti; ottimizza l'inizio del gioco d'attacco; aumenta la probabilità di prendere rimbalzi offensivi; stimola l'aggressività difensiva; abitua i giocatori a prendere rapidamente delle decisioni; migliora l'utilizzo dei fondamentali negli atleti. Per contro, l'elevata velocità d'esecuzione, porta ad un alto rischio d'errore, il rischio di subire un rovesciamento di fronte; e un alto dispendio energetico.

Effettuare un buon contropiede richiede molte qualità, di ordine mentale (capacità di adattamento al gioco), fisico (reattività, rapidità, velocità), tecnico (capacità difensiva, buona visione di gioco ecc.)