Fondamentali individuali di difesa - terza parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Fondamentali individuali di difesa - terza parte

I fondamentali individuali di difesa nel basket: rimbalzo difensivo, uno contro uno e sue varianti (lontano da canestro, vicino al canestro ecc.).

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Rimbalzo difensivo

È l'azione difensiva successiva al tagliafuori per entrare in possesso di palla, ed è quindi l'ultima mossa del difensore per recuperarla.
Il rimbalzo, frutto di una conclusione a canestro errata, può trasformarsi in un'azione d'attacco da parte della difesa avversaria, partendo dal tagliafuori. Si effettua saltando con la massima elevazione possibile e utilizzando le mani per il recupero.

Uno contro uno

Scopo dell'uno contro uno è quello di superare l'avversario mantenendo una posizione di triplice minaccia che permette di scegliere fra passaggio, palleggio, e tiro. Per giocare un buon uno contro uno è indispensabile l'acquisizione e la capacità di utilizzo di tutti i fondamentali di squadra e, in particolare dello marcamento, della ricezione, del tiro, del palleggio e del passaggio. LA gestione dell'uno contro uno dipenderà in larga misura dalla distanza del difensore. In caso di breve distanza, la soluzione migliore potrebbe essere quella di fare un'entrata, se la distanza è maggiore un buon compromesso è dato da un tiro, se la distanza è media sarà bene optare per una finta.
Esaminiamo meglio le diverse potenziali situazioni:

  • Uno conto uno senza palla lontano da canestro: in attacco il giocatore deve liberarsi dal suo avversario per ricevere palla dal compagno in modo sicuro. Userà a tale scopo movimenti lunghi (tagli) anziché propendere per marcamenti individuali, tipici degli spazi minori. In difesa, il difensore cercherà di controllare attaccante e palla
  • Uno contro uno con palla lontano da canestro: in attacco, prima di iniziare il palleggio, bisognerà individuare un compagno smarcato a cui poter passare la palla, nel caso in cui non ve ne siano il possessore avanzerà in palleggio. In difesa, bisognerà contrastare il palleggiatore rendendo meno sicuro il suo possesso di palla
  • Uno contro uno senza palla vicino a canestro: in attacco il primo pensiero dell'attaccante sarà di liberarsi dal proprio difensore smarcandolo individualmente, e impedendo al suo difensore di accorrere in aiuto dei compagni in difficoltà. In difesa vale sempre il concetto del controllo di uomo e palla precedentemente descritto
  • Uno contro uno con palla vicino a canestro: in attacco si può tirare, passare o partire in palleggio per una penetrazione. La scelta sarà in relazione alle esigenze del momento ed alle sue capacità personali. In difesa è importante che il difensore non si faccia sorprendere dalle finte avversarie, mettendo in difficoltà il suo avversario