Regolamento del gioco del basket - seconda parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Regolamento del gioco del basket - seconda parte

Il regolamento del gioco del basket, articoli da 11 a 10 della Federazione Italiana Pallacanestro.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

ART. 11 - DOVERI DELL'ADDETTO ALL'APPARECCHIO DEI 30 SECONDI L'addetto all'apparecchio dei 30 secondi deve usare il dispositivo dei 30" (cronometro) come previsto dall'art. 18 del presente regolamento.

REGOLA 4: GIOCATORI, SOSTITUTI E ALLENATORI

ART. 12 - SQUADRECiascuna squadra è composta da:

  • Un numero di giocatori non superiore a dieci, per gare giocate su due tempi di 20 minuti ciascuno.
  • Un numero di giocatori non superiore a 12, per gare giocate su quattro periodi di 12 minuti ciascuno, o per tornei nei quali una squadra disputa più di tre incontri.
  • Un allenatore e, se la squadra lo desidera, un vice-allenatore.
  • Un capitano scelto tra i giocatori autorizzati a giocare.

ART. 13 - GIOCATORI E SOSTITUTI

  • Durante il tempo di gioco, devono stare sul terreno cinque giocatori per ciascuna squadra, che possono essere sostituiti secondo quanto previsto nel presente regolamento.
  • Un componente della squadra è un giocatore nel momento in cui entra in campo ed è autorizzato a giocare; altrimenti è sostituito.
  • Un sostituto diventa giocatore nel momento in cui l'arbitro lo autorizza a entrare in campo e un giocatore diventa sostituto nel momento in cui l'arbitro autorizza il cambio.
  • La divisa dei giocatori consiste in:
    • MAGLIE dello stesso unico colore, sia sul davanti che sul retro (NON sono consentite maglie a strisce)
      • Sono consentite bande laterali.
      • Esse devono essere centrate verticalmente sotto le ascelle e avere una larghezza massima di cm. 3 su ciascun lato della cucitura per un totale di cm. 6 di larghezza.
      • Il bordino intorno al collo o intorno all'apertura delle maniche non deve essere largo più di cm. 3.
      Durante una gara i giocatori di sesso maschile devono indossare le maglie dentro i pantaloncini.
    • SOTTOMAGLIE possono essere indossate sotto la maglia, a condizione che esse siano dello stesso, unico, colore della maglia.
    • PANTALONCINI dello stesso unico colore, sia sul davanti che sul retro, ma non necessariamente dello stesso colore delle maglie.
      • Sono permessi pantaloncini con la banda.
      • La banda lungo i lati dei pantaloncini deve essere al massimo di cm 3 su entrambi i lati della cucitura per una larghezza massima di cm. 6.
      • Il bordo intorno alle gambe dei pantaloncini deve essere il massimo di cm. 3 in larghezza.
    • Possono essere indossati SCALDAMUSCOLI (sotto-pantaloncini) che fuoriescano dai pantaloncini, a condizione che siano dello stesso, unico colore dei pantaloncini.
  • 5. Ciascun giocatore deve essere contrassegnato da un numero applicato sul davanti e sul retro della sua maglia, i numeri devono essere normali, di colore pieno che contrasti con quello della maglia. I numeri devono essere chiaramente visibili e:
    • Quelli sul retro della maglia devono essere di almeno cm 20 in altezza.
    • Quelli sul davanti della maglia devono essere di almeno cm 10 in altezza.
    • I numeri devono essere di almeno cm 2 in larghezza.
    • Le squadre devono usare i numeri da 4 a 15.
    • Giocatori di una stessa squadra non possono avere lo stesso numero di maglia.
    Nota: Se un giocatore cambia il numero della maglia durante la gara, deve comunicare il cambio al segnapunti e al primo arbitro.
  • Il primo arbitro non deve permettere a nessun giocatore di indossare qualsiasi oggetto che possa risultare pericoloso per gli altri giocatori. Non è possibile indossare:
    • Protezioni per dita, mano, polso o avambraccio; cinture o bretelle di pelle, plastica, plastica malleabile, metallo o altra sostanza dura anche se ricoperta da protezione morbida.
    • Oggetti che possano provocare tagli o abrasioni.
    • Decorazioni per la testa, cappelli e oggetti personali ornamentali.
    Sono permessi:
    • Oggetti di protezione delle spalle, del braccio, della coscia o della parte inferiore della gamba se costituiti di materiale imbottito in modo da non risultare pericolosi per gli altri giocatori.
    • Ginocchiere, se opportunamente rivestite.
    • Protezioni per naso rotto, anche se costruite con materiale duro.
    • Occhiali da vista, se non creano pericolo agli altri.
    • Fasce per la testa in misura massima di cm 5 in larghezza, costruite in materiale non abrasivo, in panno di colore unico, in plastica morbida o gomma.
    • Tutto l'equipaggiamento usato dai giocatori deve essere appropriato per il gioco della pallacanestro. Sono vietati equipaggiamenti tendenti ad aumentare l'altezza del giocatore, il suo stacco o, a procurargli, in qualsiasi maniera, un vantaggio sleale.
    • Ogni altro equipaggiamento non specificatamente contemplato dal presente regolamento, deve, prima di essere usato, essere approvato dalla Commissione Tecnica Mondiale della FIBA.

COMMENTO

  • Le prescrizioni contenute in questo articolo relative alle dimensioni, al colore e alla posizione dei numeri sulle maglie indossate dagli atleti designati a giocare, devono essere severamente rispettate. I numeri sulle maglie devono essere chiaramente visibili e facilmente identificabili dagli arbitri e dal segnapunti.
  • Scritte pubblicitarie, ove autorizzate, non devono interferire con la visibilità dei numeri, sia sul davanti che sul retro delle maglie. In nessun caso i numero sulle maglie possono essere ridotti rispetto alle loro dimensioni standard.
  • Le squadre devono avere almeno due multe di maglie; una di colore chiaro (preferibilmente bianco) e una di colore scuro.
  • Per TUTTE le gare
    • La prima squadra riportata nel programma (squadra ospitante) deve indossare le maglie di colore chiaro (preferibilmente bianco), e
    • la seconda squadra riportata nel programma (squadra ospitata) deve indossare le maglie di colore scuro.
    • Tuttavia, le due squadre possono scambiarsi il colore delle maglie se raggiungono un accordo, in tal senso.
  • Per le principali manifestazioni della FIBA, i giocatori della stessa squadra devono:
    • Indossare scarpe che siano dello stesso (i) colore (i).
    • Indossare calzettoni che siano dello stesso (i) colore (i).
    ART.14 - CAPITANO: DOVERI E DIRITTI
    • Quando necessario, il capitano agisce da rappresentante della propria squadra sul campo di gioco. Il capitano può colloquiare con gli arbitri per avere dagli stessi eventuali informazioni essenziali. Ciò deve essere fatto, con la dovuta cortesia e rispetto. SOLO nelle fasi di palla morta e cronometro fermo.
    • Prima di lasciare il campo di gioco per un qualsiasi valido motivo, il capitano deve comunicare al primo arbitro il numero del giocatore che lo sostituirà come capitano durante la sua assenza.
    ART.15 - ALLENATORI: DOVERI E DIRITTI
    • Almeno 20 minuti prima dell'inizio previsto per la gara, ciascun allenatore deve fornire al segnapunti una lista con i nomi e i numeri degli atleti designati a prendere parte alla gara, il nome del capitano della squadra, quello dell'allenatore e del vice-allenatore.
    • Almeno 10 minuti prima dell'inizio della gara, entrambi gli allenatori devono confermare i numeri e i nomi dei rispettivi atleti e degli allenatori firmando il referto ufficiale di gara. Nello stesso tempo entrambi gli allenatori indicheranno i cinque atleti che inizieranno la gara. L'allenatore della squadra "A" (indicata sul referto) deve essere il primo a fornire questa informazione.
    • Le sospensioni devono essere richieste solo dall'allenatore o dal vice-allenatore.
    • Quando un allenatore o un vice-allenatore richiede una sostituzione, il sostituto si deve recare al tavolo del segnapunti per comunicargli la richiesta di sostituzione e la sua pronta disponibilità a entrare in campo.
    • Se c'è un vice-allenatore, il suo nome deve essere iscritto sul referto ufficiale di gara prima dell'inizio della gara (la firma del vice-allenatore non è necessaria). Egli assume la responsabilità dell'allenatore se questi, per un qualsiasi motivo, non è in grado di continuare a espletare le sue funzioni.
    • Il capitano della squadra può assumere le funzioni di allenatore, se questi non è in grado di continuare e se non è stato iscritto sul referto ufficiale di gara un vice-allenatore (o anche quest'ultimo non è in grado di continuare a espletare tali funzioni). Se il capitano, per un qualsiasi valido motivo, deve lasciare il campo di gioco, può comunque continuare a svolgere le funzioni di allenatore. Tuttavia, in caso debba lasciare il campo a causa di un fallo squalificante, o a causa di un infortunio, il suo sostituto come capitano assumerà anche le funzioni di allenatore.
    • SOLO ALL'ALLENATORE il cui nome è stato regolarmente iscritto sul referto ufficiale di gara, È PERMESSO RIMANERE IN PIEDI DURANTE LA GARA.

    Commento

    • Un giocatore che era stato designato dall'allenatore nel quintetto iniziale può essere sostituito in caso di infortunio, riconosciuto tale dal primo arbitro.
    • I sostituti che arrivano in ritardo possono giocare a condizione che i loro nomi siano stati inclusi dall'allenatore nella lista degli atleti fornita al segnapunti prima dell'inizio della gara.
    • L'allenatore (o il vice-allenatore) è il SOLO rappresentante della squadra che può conferire con gli ufficiali di campo durante la gara. Egli può conferire ogni qualvolta viene fermato il cronometro e ritiene necessario chiedere chiarimenti sl punteggio, sul tempo di gioco, sul tabellone indicatore del punteggio o sul numero dei falli.
    Il suo comportamento verso gli ufficiali di campo deve essere sempre improntato alla massima calma, cortesia e rispetto; non deve interferire con il normale svolgimento della gara.

    REGOLA 5: REGOLE RELATIVE AL CRONOMETRAGGIO

    ART. 16 - TEMPO DI GIOCOLa gara consiste di

    • Due tempi di 20 minuti, OPPURE
    • quattro periodi (quarti) di 12 minuti ciascuno, con intervalli di 2 minuti l'uno tra il primo e il secondo periodo e tra il terzo e quarto periodo.
    • L'intervallo di metà gara è di 10 o di 15 minuti e:
      • La decisione viene lasciata all'organizzazione locale ma deve essere comunicata a tutti gli interessati, almeno un giorno prima dell'inizio della competizione (o manifestazione).
      • Per singole gare, la decisione deve essere presa prima dell'inizio della gara.
    • La durata di una gara è decisa dall'apposito organo della FIBA:
      • Per le manifestazioni mondiali: dalla Commissione centrale della FIBA.
      • Per le manifestazioni di zona o continentali: dalla Commissione Esecutiva continentale o di zona.
      • Per le competizioni nazionali o locali: dall'Organizzazione locale o nazionale.

    ART. 18 - REGOLA DEI 30 SECONDI

    • Quando un giocatore acquisisce il controllo della palla viva sul campo, la sua squadra deve effettuare un tiro a canestro entro il tempo di 30 secondi.
    • Se la squadra con il controllo della palla non riesce a tirare a canestro entro 30 secondi verrà emesso il segnale acustico dell'apparecchio dei 30 secondi. Una infrazione a questa regola è una violazione.
    • L'apparecchio dei 30 secondi deve essere azionato come segue:

      • L'apparecchio dei 30 secondi deve essere ATTIVATO non appena un giocatore acquisisce il controllo della palla viva sul campo.
      • L'apparecchio dei 30 secondi deve essere ARRESTATO non appena una squadra perde il controllo della palla (v. art. 28).
      • L'apparecchio dei 30 secondi deve essere RIPORTATO a 30" e RIATTIVATO SOLTANTO quando inizia un nuovo periodo di 30 secondi causato da un giocatore che conquista il nuovo controllo della palla sul campo.
        • Un nuovo periodo di 30 secondi deve essere accordato se il gioco viene fermato su richiesta di un avversario (i) della squadra che ha controllo della palla.
        • Il solo toccare la palla da parte di un giocatore avversario NON ripristina un nuovo periodo di 30 secondi, se la stessa squadra resta ancora in controllo di palla.
      • L'apparecchio dei 30 secondi deve essere FERMATO, ma NON RIPORTATO A 30" quando:

        • La palla è uscita dal campo e la rimessa in gioco viene effettuata da un giocatore della stessa squadra che era precedentemente in controllo della palla.
        • Gli arbitri, hanno sospeso il gioco per soccorrere un giocatore infortunato della squadra in controllo della palla.
        • Il gioco viene fermato su richiesta della squadra in controllo della palla.
        L'operatore dell'apparecchio dei 30 secondi deve riprendere il conteggio del tempo dal punto in cui era stato fermato, non appena un giocatore della stessa squadra acquisisce il controllo della palla sul campo dopo la rimessa in gioco.
      • Per ogni altro motivo (i), deve venire accordato un NUOVO periodo di 30 secondi alla squadra che ha il controllo della palla, A MENO CHE, a giudizio degli Arbitri una delle due squadre venga svantaggiata. In questo caso, alla squadra con il controllo della palla, NON deve essere accordato un nuovo periodo di 30 secondi.

    Commento Se l'apparecchio dei 30 secondi suona per ERRORE mentre la palla è in aria a seguito di un tiro a canestro:

    • Il canestro viene convalidato se la palla entra nel canestro senza essere stata toccata da un giocatore dell'una o dell'altra squadra.
    • Se la palla viene legalmente toccata da un giocatore dell'una o dell'altra squadra, oppure risulta evidente che il tiro non avrà successo, la palla diventa morta e il gioco viene ripreso con una rimessa a due.
    • Tutte le restrizioni descritte dall'art. 44 verranno applicate se la palla (dopo un tiro a canestro) ha la possibilità di entrare nel canestro e viene toccata prima che tocchi l'anello.

    ARTICOLO 19 - RICHIESTA DI SOSPENSIONE

    A. DESCRIZIONE Deve essere addebitata una sospensione della durata di 1 minuto alla squadra che la richiede secondo le seguenti disposizioni:

    • Per le gare di due tempi da 20 minuti ciascuno, possono essere concesse due (2) sospensioni per ciascuna squadra durante ciascun tempo di gioco, e una sospensione durante ciascun tempo supplementare.
    • Per le gare di quattro periodi da 12 minuti ciascuno, possono essere concesse tre (3) sospensioni per ciascuna squadra durante ciascun tempo (2 periodi) di gioco e una sospensione durante ciascun tempo supplementare.
    • Se la squadra che ha richiesto la sospensione è pronta a giocare prima del termine della stessa, il primo arbitro deve far riprendere il gioco il più presto possibile.
    • Durante la sospensione, i giocatori possono lasciare il campo di gioco e sedersi sulla panchina della squadra.

    B. Procedura

    • L'allenatore o il vice-allenatore ha il diritto di richiedere una sospensione. A tale scopo egli deve recarsi personalmente dal segnapunti e chiedere chiaramente una "sospensione", effettuando l'apposita segnalazione convenzionale con le mani.
    • Il segnapunti deve comunicare agli arbitri che è stata richiesta una sospensione attivando il relativo segnale acustico non appena la palla è morta e il cronometro di gioco è fermo.

      • La richiesta di sospensione da parte del segnapunti all'arbitro deve essere effettuata prima che la palla sia di nuovo in gioco e
      • se l'arbitro ha fischiato un fallo, il segnapunti comunicherà la richiesta di sospensione dopo che l'arbitro ha completato la segnalazione del fallo al tavolo del segnapunti.
    • Una sospensione può essere accordata all'allenatore o il vice-allenatore anche nei seguenti casi:

      • Se viene realizzato un canestro su azione da parte della squadra avversaria dopo una sua richiesta di sospensione, e
      • A condizione che la prima richiesta di sospensione sia stata effettuata prima che la palla abbia lasciato la mano (i) del tiratore.
        In questo caso, il cronometrista deve immediatamente fermare il cronometro di gioco. Il segnapunti deve quindi attivare il segnale acustico e riferire agli arbitri che è stata richiesta una sospensione.

    C. Restrizioni

    • Una sospensione non può essere accordata dal momento in cui la palla è in gioco per il primo o unico tiro libero, fino al momento in cui la palla diventa nuovamente morta a seguito di una fase completa di gioco, tranne che:

      • Quando si verifica un fallo tra i tiri liberi. In questo caso saranno completati i tiri liberi rimasti e la sospensione viene accordata prima che la palla sia di nuovo in gioco per la nuova sanzione relativa al fallo verificatosi.
      • Quando si verifica un fallo prima che la palla sia di nuovo in gioco a seguito dell'ultimo tiro libero. In questo caso la sospensione verrà accordata prima che la palla sia di nuovo in gioco per la nuova sanzione relativa al fallo verificatosi.
      • Venga fischiata una violazione, la cui penalità sia una palla a 2 o una rimessa, prima che la palla sia in gioco dopo l'ultimo tiro libero.
    • Non viene addebitata nessuna sospensione se:

      • Un giocatore infortunato è pronto a riprendere il gioco immediatamente (approssimativamente in 15 secondi) senza essere stato soccorso.
      • Un giocatore infortunato viene sostituito il più presto possibile.
      • Un giocatore che ha commesso il suo quinto fallo (sesto fallo se trattasi di gara da 4 periodi di 12 minuti ciascuno) o è stato espulso viene sostituito entro 30 secondi.
      • Un arbitro accorda un ritardo.
    • Le sospensioni non utilizzate non possono essere riportate al successivo tempo o tempo supplementare.

    Commento Vengono portati all'attenzione degli allenatori e dei segnapunti, i seguenti punti riguardanti l'amministrazione delle sospensioni:

    • Una sospensione viene addebitata all'allenatore della squadra che ne ha fatto richiesta per primo, a meno che la sospensione venga accordata a seguito di un canestro su azione realizzato dagli avversari senza che sia stato fischiato un fallo.
    • Una richiesta di sospensione effettuata da parte di una squadra può essere ritirata solo prima che il segnapunti la segnali agli arbitri.

    ART.20 - INFORTUNIO AI GIOCATORI O AGLI ARBITRI
    A. Infortunio a un giocatore

    • In caso di infortunio ai giocatori, gli arbitri possono fermare il gioco.
    • Se si verifica un infortunio quando la palla è viva, gli arbitri devono astenersi dal fermare il gioco fino a che l'azione termina; cioè quando la squadra con il controllo della palla ha tirato a canestro, ha perso il controllo della palla, ha trattenuto la palla senza giocarla, oppure la palla è divenuta morta.
      Tuttavia, quando si rende necessario proteggere un giocatore infortunato, gli arbitri possono fermare immediatamente il gioco.
      • Se il giocatore infortunato non può immediatamente continuare a giocare (approssimativamente entro 15 secondi) oppure se il giocatore viene soccorso, deve essere sostituito entro 1 minuto o non appena la gravità dell'infortunio lo consenta.
      • Un giocatore infortunato che è stato soccorso o che recupera la sua efficienza in 1 minuto, può rimanere in gioco, ma:
        • Deve essere addebitata alla sua squadra una sospensione, a meno che la squadra debba continuare il gioco con meno di 5 giocatori.
        • La squadra non usufruirà completamente del tempo normale di sospensione (60 secondi) e il gioco deve essere ripreso il più presto possibile.
      • Un giocatore infortunato non può rimanere sul terreno di gioco e deve essere sostituito se:
      • Il suo infortunio è tale da non consentirgli di riprendere il gioco entro 1 minuto.
      • La sua squadra ha esaurito le sospensioni, eccetto il caso in cui la squadra debba continuare il gioco con meno di 5 giocatori.
    • Se sono stati assegnati al giocatore infortunato dei tiri liberi, gli stessi devono essere effettuati dal suo sostituto. Il giocatore entrato al posto di quello infortunato non può essere sostituito fino alla successiva opportunità di sostituzione offerta alla sua squadra.
    • Se durante il gioco un giocatore viene ferito o sanguina, l'arbitro deve farlo sostituire. Il giocatore può rientrare sul terreno di gioco solo dopo che la perdita di sangue sia stata fermata e la ferita sia stata curata adeguatamente e completamente protetta.

    B. Infortunio a un arbitro Se un arbitro si infortuna o per qualsiasi altra ragione non può continuare a esercitare le sue funzioni, si può sospendere il gioco per un massimo di 10 minuti. Se dopo tale tempo non è in grado di riprendere ad arbitrare, la gara deve riprendere e l'altro arbitro proseguirà da solo fino alla fine della gara, a meno che non sia possibile sostituire l'arbitro infortunato con un altro arbitro qualificato.