Body Building
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Body Building

Le tecniche di allenamento per il Body Building e la preparazione atletica con i sovraccarichi. Metodiche allenanti dettagliatamente descritte e catalogate per atleti principianti, atleti intermedi ed atleti evoluti.

Cerca tra i nostri articoli

Principi di allenamento per body builder principianti

Principio della progressione dei carichi Il principio della progressione dei carichi è in realtà un cardine generale dell'allenamento ed elemento di base per innescare il processo di supercompensazione . Viene utilizzato in tutte le discipline sportive con specifici adattamenti al tipo di prestazione motoria richiesta e, naturalmente, anche nell'ambito dell'allenamento con i

Principi di allenamento per body builder intermedi

Principio della priorità muscolare Tale principio trova la sua applicazione quando l'atleta è in una fase in cui alcuni muscoli rispondono, o hanno risposto, in maniera migliore all'allenamento impartito rispetto ad altri muscoli. Si fonda sulla possibilità di dare una priorità di allenamento ai distretti che appaiono carenti o più refrattari nel fornire risposte adattative.

Principi di allenamento per body builder avanzati

Tutti i metodi di allenamento di seguito descritti, e più in generale tutti i metodi riservati ad atleti avanzati, hanno lo scopo di incrementare l'intensità del lavoro e il TUT , acronimo che sta ad indicare il Time Under Tension e individua il tempo per il quale il muscolo si trova sotto tensione all'interno di una medesima serie. Analizzando il TUT è possibile determinar

La massa muscolare ed il suo allenamento

L' accrescimento della massa muscolare è dipendente dalla composizione muscolare del singolo individuo, quindi da fattori strutturali, dalle unità motorie utilizzate e da fattori nervosi che determinano la potenza della contrazione. L'aumento della massa muscolare è imputabile ad un processo adattativo che comporta l'aumento delle miofibrille, lo sviluppo del tessuto connettivo

La forza ed il suo allenamento

La forza muscolare è la capacità del muscolo di opporsi e vincere una resistenza. Da un punto di vista atletico è possibile distinguere tre espressioni della forza: La forza massimale : ossia la massima forza esprimibile con una sola contrazione di tipo volontario La forza resistente : ossia la capacità di vincere una resistenza per un periodo di tempo mediamente

Velocità e ritmo esecutivo degli esercizi

La velocità esecutiva riveste un ruolo importante per molteplici meccanismi coinvolti nel lavoro muscolare in linea generale è importante che l' esecuzione degli esercizi , nelle varie ripetizioni di cui si compone una serie, avvenga in modo fluido , con tensioni continue, senza imprimere accelerazioni fra le serie, né all'interno della medesima ripetizione. Il lavoro fluido

Body building limiti e vantaggi di una disciplina

Quando si parla di fitness è inevitabile associare a questo termine l'immagine di un soggetto intento ad allenarsi all'interno di un centro sportivo, molto spesso al lavoro con l'uso di pesi e macchine per la stimolazione muscolare. Il body building, con i suoi limiti e i suoi difetti, ma anche con i suoi vantaggi ed i suoi pregi, è certamente una delle discipline che più di altr

L'importanza del massimale e della sua corretta individuazione

Definizione e suddivisione delle varie tipologie di forza La forza rappresenta la capacità di vincere/opporsi ad una resistenza attraverso la contrazione muscolare. Essa è condizionata da diversi fattori: Il diametro trasverso dei muscoli (2-3 kg per cm 2 di area trasversa) Il numero di fibre rapide La capacità di reclutamento delle unità motorie La

Come e perchè individuare il massimale (1-RM)

Misurazione e valutazione "Valutare significa attribuire il valore a qualcosa in funzione di uno scopo" I principi della valutazione: La valutazione si basa su alcune fasi: Il parametro da valutare: "cosa valutare"; Il test: "il mezzo per valutare"; La misura, ossia lo strumento; La valutazione stessa cioè confrontare il valore ottenuto sul

Metodi diretti e metodi indiretti di misurazione del massimale

I metodi diretti Negli individui particolarmente allenati è possibile determinare l'1RM con una prova diretta, ossia testando quale sia il massimo carico che consente, previo riscaldamento, l'esecuzione di una ed una sola ripetizione in un dato esercizio tramite una serie di prove a carico crescente che, alla fine, portano l'individuo all'esecuzione di una sola ripetizione. I sog

La rilevazione del massimale negli atleti di alto livello

L'accuratezza della ricerva dell'1-RM applicata ai vari campi Atleti di alto livello La classe più esigente, ma anche quella dove l'accuratezza del test massimale risulta indispensabile ai fini di impostare un adeguato allenamento a seconda del tipo di attività effettuata dall'atleta, o addirittura quando nel caso del powerlifter quando ci si accinge a preparare una gara, in

La rilevazione del massimale nei soggetti di sesso femminile

Molti ricercatori hanno prodotto equazioni di regressione per prevedere l'1-RM in soggetti di sesso maschile. Tuttavia, la ricerca nel campo del fitness femminile per la previsione dell'1-RM risulta al giorno d'oggi molto limitata. Un'indagine è stata effettuata per sviluppare due equazioni di regressione per prevedere l'1-RM nella chest press (CP) e nella Knee extension (KE)

La rilevazione del massimale nei sedentari

È stato effettuato, anche, uno studio specifico per convalidare l'equazione di Brzycki per rilevare l'1-RM alla panca orizzontale negli uomini sedentari o moderatamente attivi (Amarante et al. 2007). Cinquanta studenti universitari maschi, tra i 18 e i 32 anni, sono stati selezionati per partecipare a questo studio. La forza massimale è stata determinata attraverso il test 1

Il massimale nelle distensione su panca piana, nello squat, negli stacchi da terra

Analisi degli esercizi Prima di eseguire qualsiasi prova sarebbe opportuno per chiunque essere a conoscenza della corretta tecnica di esecuzione degli esercizi che dobbiamo utilizzare nella sperimentazione. Di seguito viene riportata l'analisi dell'esecuzione di tre esercizi basilari. Distensioni su panca piana (bench press) Classificazione esercizio : base Muscoli coinvol

Considerazioni finali sul massimale (1-RM) e la sua determinazione

Oggetto principale di questo lavoro è stato la ricerca del metodo più preciso per determinare l'1-RM in base alle varie classi di "utenza" che solitamente ci si può trovare ad esaminare.Si è anche cercato di analizzare le nuove tecniche che la letteratura e gli studi a riguardo ci hanno consegnato, confrontandole con le tecniche più classiche che venivano e tutt'ora vengono utilizz

Allenamento della forza: come avvicinarsi alla capacità massima assoluta

Riguardo l'allenamento della forza, ma soprattutto in relazione alla sua espressione, vi è un parametro probabilmente poco noto sotto il profilo tecnico sebbene intuibile sotto l'aspetto pratico, che riguarda la differenza esistente tra la capacità massima assoluta di espressione della forza e quella realmente erogata all'interno di un lavoro volontario sebbene di tipo massim

Le risposte ormonali all’allenamento nel fitness e Body Building

Il proliferare di riviste specializzate, pubblicazioni e soprattutto l'interesse crescente manifestatosi nell'ultimo decennio ed oltre da parte di scienziati e studiosi nei confronti dello sport e nello specifico del fitness e del body building , ha sancito l'ingresso della scienza nelle metodiche allenanti. Se le palestre negli anni ‘80 e fino ai primi anni '90 erano meta

Kinesiologia dell'esercizio fisico: lo stacco da terra con bilanciere

Lo studio della fisiologia articolare è assolutamente necessario per comprendere come lavorano ossa muscoli e articolazioni. Ma sembra che sia una disciplina molto poco conosciuta e applicata; in tanti anni di esperienza nel campo dell'esercizio fisico non ho mai visto "non fare" esercizi dannosi. Lo scopo del presente lavoro e analizzare solo uno di questi

Kinesiologia dell'esercizio fisico: lo squat

Piegamento gambe con bilanciere (Squat) Il piegamento gambe con bilanciere meglio conosciuto come "Squat" è uno degli esercizi più utilizzati nelle palestre ginniche; è spesso definito come un movimento fondamentale per costruire forza fisica e massa muscolare ma di rado si fa riferimento alla sua pericolosità. È un movimento che coinvolge più articolazioni ed è compl

Kinesiologia degli esercizi fisici: il lento dietro

Lento dietro con bilanciere Dopo il primo articolo relativo allo " stacco da terra con bilanciere " che ho definito un "massacratore fisico" con il presente analizzo la fisiologia articolare della spinta in alto con bilanciere portandolo dietro la nuca, " il lento dietro con bilanciere ". Questo esercizio è un massacratore dell'articolazione scapol

La cintura per il body building: utile accessorio o pericoloso inganno?

Tutti conoscono la famosa cintura utilizzata in palestra da molti di coloro che si allenano con i pesi e, chiunque si sia cimentato in questo genere di allenamento, ha avuto modo di utilizzarla almeno una volta. La si vede spessissimo in tv nel corso di alcuni eventi sportivi e, anche molti body builder che frequentano le nostre palestre la indossano appena messo pie

Ipertrofia: 10+1 e la ripetizione che fa crescere

Con il termine di ipertrofia muscolare si intende l'aumento di volume del muscolo per aumento di volume degli elementi che lo compongono. Al di là dei vari tipi di ipertrofia che si possono ottenere (del sarcoplasma e delle mio-fibrille, non entro nei dettagli) e delle varie metodiche che mirano allo sviluppo di quest'ultima, uno dei parametri importanti da tenere sotto contro